Loro di Paolo Sorrentino, parla Silvio Berlusconi: 'spero non sia un attacco politico'

Paolo Sorrentino dice la sua su Loro, film di Paolo Sorrentino che lo vedrà protagonista.

Atteso probabilmente al prossimo Festival di Cannes, Loro, nuovo film di Paolo Sorrentino, vedrà Toni Servillo negli abiti di Silvio Berlusconi. Un progetto che farà indubbiamente discutere, a 10 anni da Il Divo, con l'ex Premier che quest'oggi è per la prima volta intervenuto sull'argomento.

"Mi sono giunte strane voci, ma spero che non sia un'aggressione politica nei miei confronti".

Poche parole ma buone per Berlusconi, che rumor alla mano avrebbe prestato al regista la sua Villa Certosa, in Sardegna, per delle riprese. Non a caso non sarà Medusa, negli ultimi anni sempre al fianco del regista, ad occuparsi del film, acquistato da Focus Features, distribuito da Universal Pictures Italy per il mercato italiano, prodotto dalla Indigo Film e co-prodotto da Pathé, che si occuperà anche delle vendite per i mercati internazionali.

Sorrentino e Umberto Contarello hanno sceneggiato la pellicola, incentrata su Berlusconi e la sua corte. Il Presidente di Focus, Robert Walak, ha dichiarato:

“In considerazione dell’impegno di Focus a collaborare con cineasti internazionali nei loro Paesi di origine, siamo orgogliosi di lavorare con Paolo in occasione di questo suo nuovo straordinario progetto. Egli è capace di unire humor e umana comprensione, come nessun altro sa fare. Loro rappresenta la sua particolare visione di come uno degli uomini più accattivanti del mondo sia riuscito a ridefinire il concetto di potere in un’epoca dominata dai media, come la nostra”.

Fonte: Repubblica

  • shares
  • Mail