The House That Jack Built : polemiche e reazioni da Cannes per il nuovo film di Lars von Trier

Il controverso Lars von Trier torna a Cannes con "The House That Jack Built" e scatena polemiche.

the-house-that-jack-built-polemiche-a-cannes-per-il-nuovo-film-di-lars-von-trier.jpg

Lars von Trier e il suo The House That Jack Built recentemente presentato a Cannes scatena una rivolta degli spettatori che lasciano la sala durante la proiezione.

The House That Jack Built è incentrato su un serial killer interpretato da Matt Dillon e ispirato a Jack lo squartatore.

 

La trama ufficiale del film:

 

Stati Uniti, 1970. Jack è un ingegnere psicopatico con tendenze ossessivo-compulsive. Dopo aver ammazzato una donna che gli aveva chiesto soccorso per strada, si convince di dover continuare a uccidere per raggiungere la perfezione. Ogni suo omicidio deve essere un'opera d'arte, sempre più complessa e ingegnosa. Inizia così una partita a scacchi con la polizia, lunga dodici anni, condotta dal più astuto e spietato omicidia seriale.

 

Ricordiamo che Lars von Trier era stato precedentemente bandito da Cannes sette anni per alcune sue dichiarazioni su Adolf Hitler. Il festival ha revocato il divieto in modo che potesse mostrare The House That Jack Built quest'anno.

Nonostante gli spettatori che hanno abbandonato la sala e le reazioni negative sui social media, coloro che sono rimasti fino alla fine del film pare abbiano tributato una lunga standing ovation al film.

 











 

Fonte: The Guardian

 

 

  • shares
  • Mail