Venerdì 13: annunciati nuovi progetti in sviluppo dopo la disputa legale

Sviluppo dopo la sentenza sulla disputa legale sui diritti della saga horror "Venerdì 13".

Dopo la sentenza che ha posto fine, salvo eventuale ricorso, alla disputa legale sui diritti sulla saga Venerdì 13 sembra che il franchise possa finalmente uscire dallo stand-by causato dalla battaglia legale tra lo sceneggiatore Victor Miller, che ha scritto il film originale, e gli attuali detentori dei diritti e produttori della Horror Inc. Recentemente un giudice ha sentenziato in favore di Miller, il che significa che lo scrittore avrà i diritti dell'originale "Venerdì 13", ma la cosa è più complicata di come appare, tanto che i produttori che hanno perso la causa stanno ugualmente portando avanti lo sviluppo di alcuni progetti che coinvolgono Jason Voorhees.

I dettagli della recente sentenza del tribunale non sono stati resi noti, ma a quanto pare Victor Miller manterrà i diritti di "Venerdì 13" nei soli Stati Uniti. I diritti internazionali sono un'altra questione e sembra che restino in mano di Horror Inc.. I fan della saga ricorderanno che il film originale non includeva il killer mascherato diventato iconico. Era la mamma di Jason l'assassino seriale nell'originale e la maschera da hockey non compariva fino al terzo film. In una dichiarazione rilasciata di recente dai produttori questo elemento darà loro ampia libertà sul Jason personaggio mascherato e icona horror.

Seguendo le linee guida stabilite dalla sentenza della Corte, intendiamo esplorare in modo aggressivo molte opportunità per nuovi progetti con ambientazioni e personaggi (incluso il killer che indossa una maschera da hockey) non inclusi nella sceneggiatura di Mr. Miller, e infatti sono attualmente in fase di sviluppo nuovi progetti coerenti con la sentenza che verrà annunciata a breve.

 

L'ultima volta che abbiamo visto Jason Voorhees è stato nel 2009 nel remake "Venerdì 13" prodotto dalla Platinum Dunes di Michael Bay. Dopo quel controverso remake, i fan sono in attesa di un rilancio in grande stile di Jason, come sta avvenendo con Michael Myers e il nuovo Halloween in uscita il prossimo 25 ottobre. Nonostante la sentenza, questa battaglia legale appare ben lungi dall'essere conclusa e potrebbe diventare piuttosto complicata strada facendo, come hanno dichiarato i produttori che restano sul piede di guerra.

Siamo delusi dalla sentenza del tribunale e non siamo d'accordo con le sue conclusioni, stiamo considerando le nostre opzioni tra cui un appello. Nel frattempo, il tribunale è stato molto chiaro che la sua decisione a favore di Mr. Miller è limitata alla sceneggiatura originale in cui la madre di Jason è l'assassino. Imoltre la notifica di rescissione di Mr. Miller non intendeva porre fine al copyright separato dell'iconico assassino sovrannaturale che indossa una maschera da hockey, e non garantisce alcun diritto a Mr. Miller che gli consenta di utilizzare qualsiasi elemento della sceneggiatura originale al di fuori degli Stati Uniti.

 

Insomma la disputa prosegue con la Horror inc. che sembra intenzionata a sfruttare la scappatoia che gli permetterebbe di utilizzare il Jason personaggio mascherato, anche se non è chiaro in che forma intendano farlo (reboot, remake, sequel o serie tv). Un ultimo aggiornamento aggiunge un elemento importante: a quanto riportato dalla fonte, a Victor Miller non sono stati concessi i diritti esclusivi sul nome "Venerdì 13", ulteriore scappatoia che darebbe la possibilità a Horror Inc. di legare eventuali progetti del Jason "mascherato" direttamente alla saga originale.

 

 

Fonte: Bloody Disgusting

 

 

  • shares
  • Mail