Roma 2012: 1942 di Feng Xiaogang è il primo film a sorpresa

L'aveva promesso. Ci saranno due film a sorpresa ma non saranno due titoli americani. E per ora ci siamo. Marco Muller ha ufficializzato il primo film a sorpresa del Festival Internazionale del Film di Roma 2012, che prenderà il via questo venerdì. Un titolo che andrà a completare il Concorso della settima edizione, e ad impreziosire il parterre d'autore che quest'anno calcherà il red carpet dell'Auditorium.

Parliamo di 1942 (Back to 1942) di Feng Xiaogang, presentato a Roma in prima mondiale. Tra i registi più popolari e amati in patria, autore di commedie, melodrammi e film d’azione di enorme successo (è stato il primo cineasta cinese ad aver superato il miliardo di yuan, oltre 146 milioni di dollari al box office nazionale), 1942 vede fra i protagonisti, accanto ad un cast cinese all-stars, due divi di Hollywood, ovvero i premi Oscar® Adrien Brody e Tim Robbins. Nel film i due attori interpretano rispettivamente un giornalista americano e un prete cattolico, durante la guerra contro il Giappone.

La pellicola ci porta per mano nel 1942, anno in cui la Cina assiste alla più tragica carestia della sua storia moderna, che provoca la morte di almeno tre milioni di persone nella provincia di Henan. La guerra tra le truppe giapponesi e i reparti dell’esercito nazionalista dell’Henan del nord è sul punto di scoppiare, e le intere forniture di grano della provincia vengono deviate verso le truppe cinesi, togliendole alla popolazione.

Il proprietario terriero Fan (Zhang Guoli), assieme alla figlia sedicenne Xing Xing (Fiona Wang), al fedele servitore Shuang Zhu (Zhang Mo) e alla sua fittavola Hua Zhi (Xu Fan), si deve unire ai milioni di rifugiati che si stanno dirigendo a piedi verso la provincia dello Shaanxi. Durante il viaggio, Fan incontra tre uomini: l’appassionato giornalista americano Theodore White (Adrian Brody), lo chef diventato giudice Old Ma (Fan Wei), e Padre Simeone (Zhang Hanyu), che sta perdendo la sua fede in Dio e che si rivolge al prete italiano Thomas Megan (Tim Robbins). Un film epico, un kolossal alla Via col vento sul più grande esodo di popolazione dell’ultimo secolo. Tra banditi, battaglie e continui colpi di scena…

Tra le opere più rappresentative di Xiaogang ci sono Jiafang yifang (The Dream Factory), Bu jian bu san (Be There or Be Square) e Mei wan mei liao (Sorry, Baby), fino alla svolta del 2000 con Yisheng tanxi (Sigh), a cui seguiranno Tianxia wuzei / A World Without Thieves, Yeyan / The Banquet, Jijie hao / Assembly, Feichang wurao (If You Are the One) ed infine Tangshan dadizhen (Aftershock).

Nei prossimi giorni, direttamente dal Festival, potrete leggere la nostra recensione in anteprima di 1942. Non perdeteci di vista.

  • shares
  • Mail