Berlino 2019, i primi titoli in concorso: ci sono Fatih Akin e Francois Ozon

Fatih Akin e Francois Ozon sono due degli autori che prenderanno parte al Festival di Berlino 2019, in Concorso. Il primo, già vincitore dell'Orso d'Oro nel 2004 con La sposa turca, tornerà alla Berlinale con l'atteso The Golden Glove, crime movie ambientato ad Amburgo, città natale del regista. Ozon, invece, porterà al Festival l'anteprima internazionale di By the Grace of God.

Altri 4 titoli in Concorso sono stati oggi svelati. I Was at Home della regista tedesca Angela Schanelec (The Dreamed Path), A Tale of Three Sisters del cineasta turco Emin Alper (Beyond the Hill) e Ghost Town Anthology del regista canadese Denis Cote (Vic + Flo Saw a Bear). Dopo aver debuttato con The Fatherless nella sezione Panorama Special di Berlino nel 2011, infine, la regista austriaca Marie Kreutzer torna con The Ground Beneath My Foot, trainato da Valerie Pachner e Pia Hierzegger.

Spazio poi a Watergate, documentario di Charles Ferguson, regista di Inside Job, che avrà la sua prima europea con proiezione speciale. Altre proiezioni speciali non competitive annunciate quest'oggi sono Brecht, miniserie televisiva che vede Burghart Klaussner nei panni del leggendario drammaturgo tedesco Bertolt Brecht; e Gully Boy, racconto di formazione ispirato alla vita dei rapper di strada di Mumbai, diretto dal regista indiano Zoya Akhtar (Lust Stories).

Il 69° Festival internazionale del cinema di Berlino prenderà il via il 7 febbraio con The Kindness of Strangers del regista danese Lone Scherfig (An Education), interpretato da Zoe Kazan, Tahar Rahim, Andrea Riseborough, Caleb Landry Jones, Jay Baruchel e Bill Nighy. Juliette Binoche guiderà la giuria internazionale del Concorso.

Fonte: HollywoodReporter

  • shares
  • Mail