E' morto l'attore Bruno Ganz - Il ricordo di Blogo

E' scomparso a 77 anni l'attore svizzero Bruno Ganz noto per aver interpretato l'angelo Damiel in "Il cielo sopra Berlino" e Adolf Hitler in "La caduta".

E scomparso all'età di 77 anni nella sua casa a Zurigo l'attore svizzero Bruno Ganz, noto al grande pubblico come l'angelo innamorato Damiel nel cult Il cielo sopra Berlino di Wim Wenders e un Hitler al tramonto in La caduta - Gli ultimi giorni di Hitler. La morte dell'attore, arrivata dopo una diagnosi di cancro, è stata confermata dal suo agente Patricia Baumbauer.

Bruno Ganz nasce a Zurigo il 22 marzo 1941 da padre svizzero e madre italiana. Il debutto al cinema arriva nel 1960, ma sarà solo nel 1977 che arriverà il primo ruolo di spicco grazie al regista Wim Wenders che gli affida una parte in L'amico americano con Dennis Hopper, in cui Ganz interpreta un tedesco con una diagnosi di malattia terminale che accetta di diventare un sicario. Nel 1978 recita nel dramma sui criminali nazisti I ragazzi venuti dal Brasile con Gregory Peck e Laurence Olivier, nel 1979 è l'agente immobiliare Jonathan Harker nel remake Nosferatu di Werner Herzog e nel 1981 è un corrispondente di guerra a Beirut in L'inganno di Volker Schlöndorff.

Il successo arriva nel 1987 con Il cielo sopra Berlino, seconda collaborazione con Wim Wenders. Nel film Ganz è un angelo il cui compito è quello di trascorrere del tempo sulla terra, rendersi visibile ai morenti e confortarli. Ma il personaggio incantato dalla bellezza della vita umana s'innamora e decide di abbandonare la sua esistenza spirituale.

Nel 1995 Ganz recita nella miniserie televisiva Il grande Fausto, incentrata sulla vita del campione di ciclismo Fausto Coppi, interpretando il ruolo del mentore di Coppi, il massaggiatore non vedente Biagio Cavanna. Nel 2000 ancora una produzione italiana, Ganz è un mite cameriere dall'animo poetico in Pane e tulipani, ruolo che gli vale il David di Donatello come miglior attore protagonista.

Nel 2004 arriva un altro ruolo che segnerà la sua carriera, quello di Adolf Hitler nel film La caduta di Oliver Hirschbiegel, prima grande opera tedesca a presentare un ritratto del leader nazista. Nel 2010 veste i panni di Tiziano Terzani in La fine è il mio inizio, diretto da Jo Baier e tratto dall'omonimo libro postumo del giornalista e scrittore fiorentino.

Altri film interpretati da Ganz includono il remake The Manchurian Candidate (2004) al fianco di Denzel Washington, il biografico La banda Baader Meinhof (2008) e il thriller d'azione Unknown - Senza identità con Liam Neeson. Nel 2008 recita il ruolo di un professore al fianco di Kate Winslet in The Reader - A voce alta, nel 2013 è un commerciante di diamanti nel thriller dal cast stellare The Counselor - Il procuratore di Ridley Scott e nel 2015 interpreta il nonno di Heidi nell'omonimo film live-action tedesco di Alain Gsponer.

Gli ultimi ruoli di Ganz risalgono allo scorso anno: La casa di Jack di Lars von Trier che arriverà nelle sale italiane il prossimo 28 febbraio, Der Trafikant basato sull'omonimo bestseller internazionale di Robert Seethaler, il dramma d'azione The Witness e il dramma di guerra biografico Radegund attualmente in post-produzione.

 

Filmografia


 

Lumière, scene di un'amicizia fra donne (Lumière), regia di Jeanne Moreau (1976)
La Marchesa von... (La Marquise d'O...), regia di Éric Rohmer (1976)
L'amico americano (Der Amerikanische Freund), regia di Wim Wenders (1977)
La donna mancina (Die linkshändige Frau), regia di Peter Handke (1978)
I ragazzi venuti dal Brasile (The Boys from Brazil), regia di Franklin Schaffner (1978)
Il coltello in testa (Messer im Kopf), regia di Reinhard Hauff (1978)
Nosferatu, il principe della notte (Nosferatu: Phantom der Nacht), regia di Werner Herzog (1979)
Oggetti smarriti, regia di Giuseppe Bertolucci (1980)
La storia vera della signora dalle camelie, regia di Mauro Bolognini (1981)
L'inganno (Die Fälschung), regia di Volker Schlöndorff (1981)
Dans la ville blanche, regia di Alain Tanner (1983)
Il cielo sopra Berlino (Der Himmel über Berlin), regia di Wim Wenders (1987)
Un amore di donna, regia di Nelo Risi (1988)
Bankomatt, regia di Villi Hermann (1989)
Spalle nude (Strapless), regia di David Hare (1989)
Figli della natura (Börn náttúrunnar), regia di Friðrik Þór Friðriksson (1991)
La domenica specialmente, regia di Giuseppe Bertolucci (1991)
A Praga (Prague), regia di Ian Sellar (1992)
Ultimi giorni da noi (The Last Days of Chez Nous), regia di Gillian Armstrong (1992)
Così lontano, così vicino (In weiter Ferne, so nah!), regia di Wim Wenders (1993)
Saint-Ex, regia di Anand Tucker (1996)
L'eternità e un giorno (Mia aioniotita kai mia mera), regia di Theo Angelopoulos (1998)
Pane e tulipani, regia di Silvio Soldini (2000)
La forza del passato, regia di Piergiorgio Gay (2002)
Luther - Genio, ribelle, liberatore (Luther), regia di Eric Till (2003)
La caduta - Gli ultimi giorni di Hitler (Der Untergang), regia di Oliver Hirschbiegel (2004)
The Manchurian Candidate, regia di Jonathan Demme (2004)
Non abbiate paura - La vita di Giovanni Paolo II, regia di Jeff Bleckner (2005)
Vitus, regia di Fredi M. Murer (2006)
Un'altra giovinezza (Youth Without Youth), regia di Francis Ford Coppola (2007)
La banda Baader Meinhof (Der Baader Meinhof Komplex), regia di Uli Edel (2008)
La polvere del tempo (I skoni tou chronou), regia di Theodoros Angelopoulos (2008)
The Reader - A voce alta (The Reader), regia di Stephen Daldry (2008)
Giulias Verschwinden, regia di Christoph Schaub (2009)
Der grosse Kater, regia di Wolfgang Panzer (2009)
Taxiphone: El Mektoub, regia di Mohammed Soudani (2010)
La fine è il mio inizio (Das Ende ist mein Anfang), regia di Jo Baier (2010)
Unknown - Senza identità (Unknown), regia di Jaume Collet-Serra (2011)
Sport de filles, regia di Patricia Mazuy (2011)
Treno di notte per Lisbona (Night Train to Lisbon), regia di Bille August (2013)
The Counselor - Il procuratore (The Counselor), regia di Ridley Scott (2013)
Michael Kohlhaas, regia di Arnaud des Pallières (2013)
In ordine di sparizione (Kraftidioten), regia di Hans Petter Moland (2014)
Remember, regia di Atom Egoyan (2015)
Heidi, regia di Alain Gsponer (2015)
In zeiten des abnehmenden lichts, regia di Matti Geschonneck (2017)
The Party, regia di Sally Potter (2017)
La casa di Jack (The House That Jack Built), regia di Lars von Trier (2018)

 

 

Fonte:  New York Times

 

 

 

  • shares
  • Mail