Star Wars 9: nuova teoria dei fan descrive un Palpatine burattinaio in "L'ascesa di Skywalker"

Una nuova teoria dei fan ipotizza un Palpatine burattinaio in "Star Wars: L'ascesa di Skywalker" nei cinema italiani dal 18 dicembre 2019.

La risata ascoltata sul finale del primo trailer di Star Wars: L'ascesa di Skywalker oltre ad annunciare il ritorno di Palpatine, potrebbe significare che la trama affronterà la vociferata connessione tra il Leader Supremo Snoke e l'imperatore. Da quando quell'iconica risata malvagia è stata rivelata nel trailer i fan di Star Wars si sono chiesti come saranno collegati i due villain e un nuova teoria crede che per tutto il tempo Snoke sia stato niente altro che un burattino nelle mani di Palpatine.

Sono diverse le teorie legate a "L'ascesa di Skywalker "che collegano Snoke e Palpatine, aggiungendovi diversi elementi a supporto come l'Operazione Cinder (già accennata nel videogioco "Star Wars: Battlefront II" e nel fumetto "Star Wars: Shattered Empire"), operazione messa in atto da defunto imperatore e focalizzata ad annientare la speranza che muove e alimenta la Ribellione. La maggior parte delle teorie precedenti descrivevano un Palpatine "burattinaio" che nell'ombra crea le basi del Primo Ordine e prefigura Snoke come leader. Ora l'ultima teoria ritiene che il piano originale di Palpatine sia ben più sinistro, raffigurando Snoke come una semplice pedina pronta ad eseguire ogni ordine impartitogli. Ciò significherebbe che Snoke non era nient'altro che un burattino, quindi il suo retroscena, letteralmente ignorato in "Gli Ultimi Jedi", in realtà non era poi così importante a livello generale.

A sostegno dell'idea di un Palpatine "burattinaio" ci sarebbe il fumetto "Age of the Rebell: Luke Skywalker 1" che suggerirebbe che Palpatine abbia messo pensieri e sentimenti nella testa di Luke tramite la Forza, rendendo in "Gli Ultimi Jedi" il maestro Jedi estremamente manipolabile.

Il romanzo ufficiale de "Gli Ultimi Jedi" getta un po' più di luce su Snoke e il suo misterioso percorso che lo ha portato al potere. Nel romanzo scopriamo che nessuno lo ha visto arrivare quando ha iniziato a guidare il Primo Ordine, nemmeno Gallius Rax, Sloane, Ormes Apolin o Brendol Hux. Questa improvvisa comparsa di Snoke e il mistero dietro la sua ascesa nel Primo Ordine, sconosciuta anche ai suoi diretti sottoposti, rende credibile l'idea che ad un certo punto sia stato Palpatine a designarne la leadership. Ora che Snoke è morto, potrebbe essere il momento per l'Imperatore di manovrare qualcun altro, da qui un'altra teoria legata a "L'ascesa di Skywalker" che ipotizza Kylo Ren come nuovo burattino dell'Imperatore.

J.J. Abrams e Lucasfilm naturalmente tengono ogni dettaglio cruciale sotto il più stretto riserbo, ma la rivelazione del ritorno dell'Imperatore Palpatine, anche se non sappiamo in che modalità, ha inevitabilmente delle implicazioni piuttosto importanti all'interno della trama, così come lo avrebbe uno Snoke "creta" nelle mani di Palpatine.

 

Fonte: Reddit

 

 

 

  • shares
  • Mail