Anima Bella: trailer e tutte le anticipazioni sul film di Dario Albertini con Piera Degli Esposti

Tutto quello che c’è da sapere su “Anima Bella”, il film di Dario Albertini con Piera Degli Esposti al cinema dal 28 aprile 2022.

Il 28 aprile arriva nei cinema d’Italia con Cineteca di Bologna il dramma Anima Bella del regista Dario Albertini. Il film segue le vicissitudini di Gioia, una ragazza di appena diciotto anni la cui vita verrà stravolta dalla persona a lei più cara.

Un’anima Bella non ha altro merito che quello di esistere. Con facilità, come se l’istinto agisse per lei, esegue i doveri più penosi per l’umanità, e il sacrificio più eroico, che essa strappa all’istinto naturale, appare come libero effetto di quel medesimo istinto. [Friedrich Schiller – Grazia e dignità, 1793].

Cast e trama

La trama ufficiale: Il film racconta la storia di Gioia, una ragazza di diciotto anni che vive in un piccolo borgo rurale del centro Italia. Fa un lavoro che ama ed è benvoluta da tutti, ma la persona a lei più cara, il padre, la costringe lentamente a stravolgere la sua vita. Le stagioni personali di Gioia non compiranno il loro ciclo naturale, ma verranno sacrificate per amore. Come Manuel, suo esordio nel lungometraggio di finzione, questa seconda prova di Dario Albertini fa tesoro della precedente esperienza di documentarista.

Il cast di “Anima Bella” include anche Madalina Di Fabio, Luciano Miele, Piera Degli Esposti, Enzo Casertano, Paola Lavini, Elisabetta Rocchetti, Antonio Noto, Alessandra Scirdi, Adelaide Di Fabio, Pietro Turano, Francesca Chillemi, Lilith Primavera, Franco Soro, Giancarlo Porcacchia, Anna Manuelli, Frankino Murgia, Giustina Buonomo, Yuri Casagrande Conti, Mimmo Mancini.

Anima Bella – trailer e video

Trailer ufficiale pubblicato il 4 aprile 2022

Curiosità

  • Dario Albertini dirige “Anima Bella” da una sua sceneggiatura scritta con Simone Ranucci.  Albertini e Ranucci hanno collaborato anche per “Manuel” primo lungometraggio di finzione di Albertini che come in tutte le sue opere precedenti ha composto anche la colonna sonora.
  • Il team che ha supportato il regista Dario Albertini dietro le quinte ha incluso il direttore della fotografia Giuseppe Maio (Manuel, Mondocane), la montatrice Desideria Rayner (La città ideale, Tito e gli alieni), la scenografa Alessandra Ricci e la costumista Martina Merlino (Copia conforme, Tito e gli alieni).
  • “Anima Bella” è prodotto da Angelo e Matilde Barbagallo, Annamaria Morelli per Bibi Film, Elsinore Film e Rai Cinema.

Note di regia

Ispirato al mio documentario Slot, “Anima bella” è il secondo capitolo di una trilogia ideale iniziata con Manuel, sul misterioso e complesso rapporto tra genitori e figli, Sullo sfondo – seppur tema scatenante – ciò che invece è protagonista nel documentario, il gioco d’azzardo compulsivo. Terminata la sceneggiatura, ho faticato molto a immaginare il film. Forse perché gli anni trascorsi a girare Slot mi impedivano di trovare una credibilità nella finzione della scrittura. Ma il fortunato incontro con i due protagonisti ha spazzato via ogni dubbio. [Dario Albertini]

Chi è Dario Albertini?

Dario Albertini si interessa di musica e fotografia che diventano la sua professione. Passa dalla fotografia al video diventando un artista versatile debuttando nel documentario curandone tutte le fasi dalle riprese al suono, musiche e fotografia. Il suo primo cortometraggio L’abbandono non è lontano denuncia lo stato di degrado di una scuola del litorale laziale. Slot – Le intermittenti luci di Franco, suo primo documentario, racconta le vicende di un giocatore d’azzardo compulsivo (Premio D.E.R Visioni Doc – Premio “Adriano Asti” Miglior Documentario – Premio Cinemadocumentario – Premio Marcellino De Baggis – Premio Doc/it Professional Award finalista). La Repubblica dei Ragazzi, prodotto insieme a Rai Cinema, è un documentario sulla nascita dell’autogoverno all’interno di una comunità per giovani privi di sostegno famigliare (Premio 400 colpi Vittorio Veneto Film Festival – Premio Cinema Fedic). Incontri al mercato racconta invece la semplice quotidianità di tre persone, tre esistenze incontrate appunto nel mercato di una città di provincia (Premio “Franco Basaglia” – Premio ITFF). “Manuel” (2018), il suo primo lungometraggio di finzione, presentato a Venezia racconta di come un ragazzo con la madre in prigione, una volta diventato maggiorenne si ritrova a dover affrontare la vita adulta e e la possibilità di far uscire la madre, dopo aver vissuto per anni in un ostello della gioventù.

Foto e poster

 

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →