Breaking Surface su Sky Cinema Uno e Now dal 16 aprile

Breaking Surface – Trattieni il respiro, dal 16 aprile su Sky Cinema Uno e Now il claustrofobico thriller “in apnea” del regista svedese Joachim Hedén.

Breaking Surface – Trattieni il respiro, dal 16 aprile su Sky Cinema Uno e Now il claustrofobico thriller “in apnea” del regista svedese Joachim Hedén al suo quarto lungometraggio dopo i drammi New York Waiting e Framily e la commedia 10.000 timmar.

Le sorellastre Ida (Moa Gammel) e Tuva (Madeleine Martin) hanno una tradizione familiare annuale che include praticare con la madre immersioni invernali nel nord della Norvegia. Purtroppo problemi di salute tengono la madre a casa, ma Ida e Tuva decidono di andare ugualmente e durante l’immersione una frana blocca Tuva a 30 metri sotto la superficie dell’acqua, e sarà così compito Ida salvare la sorella, un evento inatteso che riporta a galla un trauma infantile e un rapporto tra sorelle logorato da una madre dal carattere eccessivamente duro e poco incline al compromesso.

Il cast del film include anche Trine Wiggen (Cosa dirà la gente), Jitse Jonathan Buitnik, Remi Alashkar, Alessio Barreto, Irma Jenny, Lena Hope, Thomas Hoy, Elle Kohrs, Sofia Magdalena Larsen, Eskil Nymoen, Ingrid Pettersen, Elisabeth Solheim e Aiko Steurs.

“Breaking Surface” è un survival-thriller che non si concentra solo sulla lotta per la sopravvivenza in condizioni estreme, ma utilizza quelle stesse condizioni estreme per far riaffiorare sentimenti repressi, gelosie e paure instillate profondamente nel subconscio, capaci di innalzare muri sempre più alti a dividere due sorelle il cui legame emotivo però sembra resistere al logorio del tempo e della lontananza. Il regista Joachim Hedén parte da un rapporto familiare che sembra coperto da una sottile e metaforica lastra di ghiaccio che va inspessendosi e, come recita il titolo, ne scalfisce la superficie per mostrarne al di sotto un legame in realtà saldo ed emotivamente potente, che sarà più forte della paura e della disperazione quando Ida, la maggiore dovrà rivivere il suo incubo peggiore scoprendo quanto l’amore per la sorella minore in realtà sia più forte del senso di colpa e della disperazione che incombono su quelli che potrebbero essere i loro ultimi momenti insieme.

Una Norvegia sospesa nel tempo, tra suggestivi scorci naturali che tolgono il fiato, diventano la cornice di un thriller che non ti aspetti, dove la tensione non si limita a creare e sfruttare uno scenario claustrofobico egregiamente ritratto dal direttore della fotografia Eric Börjeson, ma ci si ritrova ad empatizzare con le paure di Ida e il coraggio di Tuva prima di sentire il fiato corto, l’ossigeno che scarseggia e la disperante e inattesa forza che l’essere umano trova in qualche recondita parte di se stesso quando deve lottare, con le unghie e con i denti, per la sua vita e quella di coloro che ama.

[Per visionare il trailer italiano clicca sull’immagine in alto]

Moa Gammel è un attrice svedese nota per ruoli nel crime-thriller Annika: Crime reporter – I dodici sospetti (2012) e il dramma mistery Tommy (2014) mentre la connazionale Madeleine Martin ha recitato nei crime d’azione Easy Money II: Hard to Kill e Easy Money III: Life Deluxe entrambi al fianco di Joel Kinnaman.

Le musiche originali di “Breaking Surface” sono del compositore tedesco Patrick Kirst (vampiro per caso, The Kissing Booth, L’eredità della vipera) alla sua terza collaborazione con il regista Joachim Hedén dopo il dramma “Framily” e la commedia “10.000 timmar”. La colonna sonora include anche i brani “What Else Is There?” di Röyksopp; “100 Little Deaths” di Juliet Simms e “Kaleidoscope” di Niki Yria.


[Per guardare il video musicale “What Else Is There?” clicca sull’immagine in alto]

I Video di Cineblog

Ultime notizie su now

Tutto su now →