Day Shift: recensione della commedia horror di Netflix con Jamie Foxx a caccia di vampiri

Leggi la recensione di “Day Shift – A caccia di vampiri”, la commedia horror di Netflix con Jamie Foxx cacciatore di vampiri a Los Angeles.

Day Shift – A caccia di vampiri ha debuttato su Netflix, il premio Oscar Jamie Foxx si diletta con una divertente commedia horror che pesca a piene mani dal genere dei vampire movies e dall’altrettanto prolifico filone delle parodie con vampiri.

“Day Shift” ci porta in una assolata Los Angeles che brulica di vampiri, e per far fronte questo proliferare di succhiasangue esistono dei veri e propri cacciatori di taglie che fanno riferimento ad un’organizzazione nota come l’Unione, che recluta cacciatori di vampiri e li ricompensa per ogni uccisione in cambio dei canini dei vampiri uccisi. Foxx interpreta Bud Jablonski, uno squattrinato padre di famiglia separato dalla moglie e con una figlioletta undicenne piuttosto sveglia, che utilizza il suo lavoro di pulitore di piscine come copertura per la sua vera occupazione, stanare e uccidere vampiri. Purtroppo i metodi poco ortodossi di Bud e la sua allergia alle regole lo hanno reso un soggetto difficile, ma pur di lavorare e far fronte ai suoi debiti, Bud sarà costretto a cacciare sotto il controllo di un supervisore, l’inamidato burocrate Seth interpretato da Dave Franco. Seth è un imbranato impiegato dell’Unione che odia le armi, non ha alcuna esperienza sul campo e che si rivelerà un bel grattacapo per il sempre più stressato cacciatore di vampiri veterano.

“Day Shift” parte in quarta con una sequenza iniziale che parla chiaro, lo stuntman veterano e regista di seconde unità J.J. Perry, qui al suo debutto, sa il fatto suo per quanto riguarda le sequenze d’azione che sono indiscutibilmente il punto di forza del film. Su schermo una vera e propria goduria con coreografici combattimenti a base di vampiri contorsionisti, rutilanti sparatorie e adrenalinici inseguimenti in auto, insomma tutto il repertorio del caso che farà la gioia dei patiti dell’azione a tutto tondo (a bordo ci sono anche l’artista marziale Scott Adkins e il rapper Snoop Dogg).

I vampire movies sono tra gli horror più parodiati di sempre e “Day Shift” infonde parecchio humour alla trama, che diventa una sorta di mix tra il Vampires di John Carpenter, la serie tv Dal tramonto all’alba (ci sono riferimenti all’origine mesoamericana dei vampiri) e sfruttando elementi tipici del genere “buddy cop”, il film strizza l’occhio anche alla commedia d’azione sovrannaturale R.I.P.D. – Poliziotti dall’aldilà, con una strana coppia agli antipodi che si trova a collaborare forzosamente, sviluppando lungo la strada un’improbabile alleanza che culminerà in un’amicizia altrettanto improbabile.

“Day Shift” sembra essere più materia prima da serie tv che da lungometraggio cinematografico, ma la sceneggiatura di Tyler Tice & Shay Hatten, per quest’ultimo all’attivo Army of the Dead e John Wick 4, pur pescando inevitabilmente a destra e a manca, si sforza comunque di creare una propria mitologia, anche se la sensazione di già visto, per chi bazzica il genere da qualche tempo, regna sovrana fino ai titoli di coda. Detto ciò è indubbio che “Day Shift” sia un godibile divertissement concepito come intrattenimento duro e puro, e pretendere di più rispetto a questa premessa sarebbe come fingere di non aver capito l’approccio e l’idea che stanno alla base di una pellicola di questo tenore.

Ultime notizie su Film Netflix

Tutto su Film Netflix →