Dogtooth su Sky Cinema Due e Now dal 6 maggio

Dogtooth di Yorgos Lanthimos premiato a Cannes e candidato all’Oscar è disponibile su Sky Cinema Due e Now dal 6 maggio.

Dogtooth, dal 6 maggio su Sky Cinema Due e Now arriva una delle opere d’esordio dell’acclamatp regista greco Yorgos Lanthimos, pellicola candidata all’Oscar come miglior film in lingua straniera e premiata a Cannes nella sezione “Un certain regard”.

Padre (Christos Stergioglou), madre (Michele Valley) e tre figli (Hristos Passalis, Mary Tsoni, Angeliki Papoulia) vivono nei dintorni della città in una casa è circondata da un’alta recinzione che li isola dal mondo esterno. Un modello imposto dai genitori scandisce nell’isolamento la loro educazione e la visione di ciò che li circonda, così gli aerei che sorvolano la casa diventano giocattoli e gli zombie sono dei fiorellini gialli. Solo una persona ha accesso alla casa: Christina (Anna Kalaitzidou), impiegata nella fabbrica del padre che ha il compito di soddisfare le pulsioni sessuali del figlio. Tutti adorano Christina, ma sarà proprio lei che metterà a rischio l’artefatto equilibrio domestico.

Dogtooth, il film del regista greco Yorgos Lanthimos premiato a Cannes
Guarda ora su NOW

Il cinema del greco Lanthimos esula dai generi e crea uno spazio “altro” in cui lo spettatore viene coinvolto e sfidato intellettualmente ed emotivamente su più livelli, e in questo caso è il concetto stesso di famiglia che viene affrontato con piglio provocatorio e volutamente destabilizzante. “Dogtooth” scritto da Lanthimos con il collaboratore di sempre Efthymis Filippou esplora le conseguenze sulla psiche di un “lockdown” indotto con l’inganno e di una figura paterna manipolatoria sino all’estremo. Un padre trasforma una casa in una sorta di gabbia psicologica per moglie e figli, allestendo una surreale realtà alternativa in cui l’esterno è un luogo di pericolo e morte e l’interno è un nido sicuro che viene creato a misura di “prigionieri” con tanto di vocaboli rimaneggiati e un distorto e patologico costrutto di famiglia. Quando però nella realtà artefatta viene inserito un elemento estraneo, una ragazza ingaggiata per soddisfare le pulsioni sessuali del figlio, questi farà quello che fa ogni elemento estraneo inserito in un ecosistema chiuso, lo altererà irrimediabilmente con conseguenze violente e scioccanti che Lanthimos mette in scena senza censure di sorta, in un bailamme di sesso incestuoso, esplosioni di violenza e una satira che sfocia nell’oltraggioso.

A seguire trovate alcune curiosità su film e cast.

  • L’ispirazione per il film è nata da una discussione avuta da Yorgos Lanthimos con alcuni amici in procinto di sposarsi. Quando Lanthimos ha espresso dubbi sull’istituzione e sulla famiglia stessa, è rimasto colpito dall’idea di cosa sarebbe successo ad un uomo che fosse andato all’estremo limite per proteggere la sua famiglia. Il titolo del film deriva invece da una delle bugie che i genitori raccontano ai bambini, che saranno pronti a lasciare la casa solo quando i loro “canini” cadranno.
  • Yorgos Lanthimos è nato ad Atene, in Grecia. Ha diretto numerosi video di danza, collaborando con alcuni coreografi greci, oltre a spot pubblicitari televisivi, video musicali, cortometraggi e spettacoli teatrali.
  • Lanthimos ha diretto anche il distopico The Lobster con Colin Farrell e Rachel Weisz Premio della giuria a Cannes e candidato all’Oscar per la migliore sceneggiatura originale; il dramma Il sacrificio del cervo sacro con Colin Farrell e Nicole Kidman premiato a Cannes con il Prix du scénario e il biopic storico La Favorita con Olivia Colman, Emma Stone e Rachel Weisz candidato a 10 Oscar e vincitore di una statuetta alla Migliore attrice protagonista a Olivia Colman.
  • L’intero film è stato girato con un solo obiettivo: un obiettivo anamorfico con una lunghezza focale di 50 mm.
  • Poiché l’argomento era così claustrofobico, è stata fatta la scelta di ambientare “Dogtooth” in una casa più grande ed ampia che la produzione poteva trovare, completa di piscina ed enorme giardino.
  • I nomi dei ragazzi non vengono mai rivelati.
  • La defunta attrice Mary Tsoni (Figlia Minore) aveva una band punk chiamata “Mary and The Boy”. Uno dei membri della sua band appare come l’istruttore di cani. Tsoni è stata trovata morta nel suo appartamento a Exarcheia, Atene, l’8 maggio 2017, un mese prima del suo 30° compleanno. Si è scoperto in seguito che la sua morte era stata causata da edema polmonare.
  • Anche se “Dogtooth” somiglia molto al film messicano del 1973 “El castillo de la pureza”, il regista Yorgos Lanthimos non ha mai parlato delle somiglianze tra i due film.
  • Il regista Yorgos Lanthimos ha rivelato che nella scena delle cesoie da giardino, il gatto usato era cieco. Ecco perché non si muove mentre viene avvicinato dal figlio.

[Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]

I Video di Cineblog

Ultime notizie su now

Tutto su now →