• Film

Falling – Storia di un padre: nuova clip in italiano, curiosità e anticipazioni sul film di Viggo Mortensen

Tutto quello che c’è da sapere su Falling – Storia di un padre, il debutto alla regia dell’attore Viggo Mortensen nei cinema italiani dal 26 agosto.

Disponibile via BiM Distribuzione un trailer italiano di Falling – Storia di un padre, il dramma che segna il debutto alla regia dell’attore Viggo Mortensen in uscita nei cinema italiani il 26 agosto. Nel suo esordio come sceneggiatore e regista, Mortensen sceglie di esplorare le fratture e i contrasti di una famiglia contemporanea affiancato da Lance Henriksen, Sverrir Gudnason e Laura Linney.

Falling – Storia di un padre Trailer

Trailer finale in lingua originale pubblicato il 13 gennaio 2021

Trailer italiano pubblicato il 24 luglio 2021

Prima clip in italiano pubblicata il 26 agosto 2021

Trama e cast

La trama ufficiale: Willis (Lance Henriksen), uomo di altri tempi, è costretto a lasciare la fattoria dove vive per trasferirsi a casa di suo figlio John (Viggo Mortensen) che vive con il suo compagno Eric (Terry Chen) e la loro figlia Mónica (Gabby Velis) in California, lontano dalla tradizionale vita rurale a cui Willis è abituato. Ma si sa, il ritorno alla convivenza tra genitori e figli può essere complicato. Spesso l’irruento carattere di Willis si scontrerà con la vita di John, ma i momenti di confronto tra padre e figlio risolvono anni di incomprensioni e riaccendono il calore di un rapporto per troppo tempo intiepidito.

Nella sua veste di attore è affiancato dal tre volte candidato al Golden Globe Lance Henriksen (Aliens – Scontro finale, Il buio si avvicina, Appaloosa), dalla star internazionale Sverrir Gudnason (Charter presentato al Sundance Film Festival 2020, Millenium – Quello che non uccide, Borg McEnroe), da Hannah Gross (Tesla presentato al Sundance Film Festival 2020, Joker, la serie televisiva “Mindhunter”), da Terry Chen (la serie televisiva “House of Cards – Gli intrighi del potere”) e dall’attrice tre volte candidata all’Oscar Laura Linney (la serie televisiva “Ozark,” La famiglia Savage, Kinsey, Conta su di me). Il cast di “Falling – Storia di un padre” include anche Carina Battrick (Feel the Beat), Bracken Burns, Henry Mortensen (Allarme rosso), Noah Davis (The Animal Project), Bo Martynowska (V-Wars) e in un piccolo ruolo offertogli da Mortensen c’è anche il regista David Cronenberg nei panni di un medico.

Curiosità

  • Le figure chiave della produzione comprendono l’acclamato direttore della fotografia Marcel Zyskind (Codice 46, Country, I due volti di gennaio, Trishna, Mammoth), la pluripremiata scenografa Carol Spier (La promessa dell’assassino, A History of Violence, The Kindness of Strangers) e il pluripremiato montatore Ronald Sanders (La promessa dell’assassino, Maps to the Stars, Coraline e la porta magica).
  • Viggo Mortensen, sul lavoro in tre ruoli (attore, regista, produttore) per il film: “Fortunatamente, Viggo l’attore si è comportato abbastanza bene. E fortunatamente Viggo il regista non è stato troppo scortese o severo con Viggo l’attore, quindi sono andati abbastanza d’accordo beh… a Viggo il produttore piaceva il fatto che Viggo l’attore lavorasse gratis e come produttore era anche felice che il regista lavorasse gratis”.
  • Le scene dell’anatra morta e del serpente erano veri incidenti risalenti alla giovinezza dello scrittore/regista Viggo Mortensen. Ha raccontato le storie durante un paio di visite al Late Show con David Letterman.
  • Viggo Mortensen afferma che, durante le riprese della scena di David Cronenberg nei panni del proctologo, Cronenberg ha continuato ad avvicinare la mano guantata all’obiettivo. Viggo ha chiesto se si rendeva conto che stava forzando la prospettiva, facendo sembrare la sua mano innaturalmente grande, a cui Cronenberg – regista di molti body-horror – ha risposto: “Sì, ne sono abbastanza consapevole”.
  • Entrambi i genitori di Viggo Mortensen soffrivano di demenza.
  • Viggo Mortensen non aveva intenzione di recitare nel film, ma il finanziamento è stato fatto dipendere dal suo accettare uno dei ruoli principali.
  • Viggo Mortensen ha scelto suo figlio Henry Mortensen per un piccolo ruolo dopo averlo coinvolto nella lettura della sceneggiatura e aver realizzato che poteva interpretare un autentico accento dello stato di New York. Henry si offrì volontario per tagliarsi i capelli lunghi e farsi crescere i baffi per assomigliare meglio ad un poliziotto di stato nel 1977.
  • Lance Henriksen non sapeva che avrebbe recitato al fianco di David Cronenberg nella scena dell’ufficio del dottore. Se ne rese conto solo mesi dopo, dopo aver visto una conversazione tra Cronenberg e Viggo Mortensen su YouTube.
  • L’addestratore di cavalli non era sicuro di poter convincere il cavallo a leccare la faccia di Lance Henriksen. Viggo Mortensen gli ha assicurato che si poteva fare, ci era riuscito con il suo cavallo ne Il Signore degli Anelli – Le due torri (2002).
  • Viggo Mortensen ha offerto il ruolo del proctologo al suo amico ed ex regista David Cronenberg, e sapeva che Cronenberg aveva accettato la parte quando gli ha chiesto di che colore avrebbe indossato i guanti.
  • Il film è stato realizzato con un budget molto limitato e Viggo Mortensen non solo ha lavorato gratis, ma ha anche usato i suoi soldi per coprire i costi: “Non avevo intenzione di recitare in Falling, ma dopo aver fallito nel finanziare il film una volta, e sembrava che anche la seconda volta non avrebbe funzionato, ho pensato che essere un volto familiare come attore avrebbe potuto aiutare gli investitori a salire a bordo. Allora ho deciso che questo attore che interpreta John, cioè il sottoscritto, che aveva un certo valore nel nome avrebbe detto: “Non c’è bisogno che mi paghiate nulla, e questo ci aiuterebbe a darci soldi per qualche giorno in più di riprese. Quindi, come produttore, regista, sceneggiatore e compositore nemmeno io avevo bisogno di essere pagato. Quello che ho fatto è stato prendere i soldi che mi avrebbero dato e rimetterli immediatamente nel film. Spero che la prossima volta che reciterò, potrei effettivamente essere pagato qualcosa”.
  • A causa dei limiti di tempo e di budget, non ci sono state nuove riprese e solo una breve scena delle riprese principali che è stata tagliata nella sala di montaggio.
  • In un cenno a “Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello”, uno dei cavalli di Willis si chiama Bree.
  • I sottotitoli in spagnolo sono stati tradotti da Ricky Gil, fratello della compagna di lunga data di Viggo Mortensen, Ariadna Gil.
  • A causa dei termini sulla coproduzione, Viggo Mortensen ha dovuto scegliere canadesi o europei nella maggior parte dei ruoli. Lui e suo figlio Henry Mortensen lavoravano sotto la loro cittadinanza danese.
  • Le Olimpiadi di Lake Placid ricevono una menzione nella scena del pranzo in famiglia. Viggo Mortensen ha lavorato a quei Giochi come traduttore ed era presente alla partita di hockey “Miracle On Ice!.
  • Il dottore di New York è interpretato da Paul Gross, il vero padre di Hannah Gross, che interpreta Gwen.
  • Il giocatore di hockey preferito di Viggo Mortensen, Guy Lafleur, può essere individuato nelle foto appese alla parete del ristorante e viene ringraziato nei titoli di coda.
  • Il mix sonoro di tutte le scene di flashback di Willis include il vento in sottofondo.
  • Paula alla riunione di famiglia indossa una maglietta della band X con la scritta “Under the Big Black Sun”. Viggo Mortensen era sposato con la cantante degli X, Exene Cervenka.
  • “Falling – Storia di un padre” è prodotto da Daniel Bekerman (The Witch – Vuoi ascoltare una favola?, Percy) di Scythia Films e da Chris Curling (La casa dei libri, The Last Station) di Zephyr Films, insieme a Viggo Mortensen, che aveva precedentemente prodotto i film Todos tenemos un plan, Loin des hommes e Jauja attraverso la Perceval Pictures.

Foto e poster

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono dell’attore e regista Viggo Mortensen alla sua seconda colonna sonora dopo aver musicato Jauja, dramma fantasy del 2014 diretto da Lisandro Alonso e con protagonista lo stesso Mortensen.

TRACK LISTINGS:

1. We’re Home 3:41
2. Sockcucker 1:32
3. Wingfeather (feat. Buckethead) 0:46
4. From My Own Bed (feat. Buckethead) 1:06
5. Picture Frame 2:15
6. Ten Years Old 0:48
7. Hold My Ladder (feat. Buckethead) 5:32
8. The Way He Talks (feat. Buckethead) 3:38
9. Gettin’ a Haircut (feat. Buckethead) 0:36
10. We Do 3:14
11. Never Happy 1:00
12. Broken 2:44
13. Acceptance/Leaving 2:06
14. A Little Late (Variation) (rafel plana) 2:24
15. What Remains 2:26
16. A Little Late (Skating Polly) 5:08