• Film

Host: uno studio scientifico lo ha decretato come l’horror più spaventoso di sempre

Host l’horror sovrannaturale britannico girato su Zoom ha detronizzato “Sinister” in uno studio scientifico come l’horror più spaventoso di sempre.

Il progetto “Science of Scare” di Broadband Choices che prova a decretare con metodi scientifici quale sia il film horror più spaventoso di tutti i tempi annuncia in un aggiornamento che l’horror sovrannaturale britannico Host del 2020 ha detronizzato il “vincitore” dello scorso anno, il Sinister di Scott Derrickson.

Il team di ricercatori spiega le caratteristiche dello studio scientifico.

Il nostro studio scientifico ha monitorato la frequenza cardiaca in alcuni dei film horror più iconici del mondo, per studiare la scienza della paura e trovare il film horror più spaventoso indiscusso di tutti i tempi! Abbiamo invitato 250 “vittime” a guardare 40 dei film horror più spaventosi del mondo, comprese le novità del genere degli ultimi 18 mesi selezionate dai consigli di Reddit (grazie r/horror) e dalle migliori liste della critica. La nostra lista di film si basava sui 30 migliori film inseriti nel nostro progetto Science of Scare 2020, insieme a nuove voci e altri film che potrebbero essere sfuggiti alla rete. Una volta che abbiamo ottenuto la nostra lista, abbiamo dotato i nostri partecipanti di cardiofrequenzimetri e li abbiamo invitati nelle nostre “stanze delle urla” appositamente progettate per guardare i film nel corso di diverse settimane, sotto la supervisione di un medico e di un ricercatore. Abbiamo misurato l’impatto medio che i nostri film selezionati hanno avuto sulla frequenza cardiaca (misurata in BPM) dei nostri soggetti, rispetto al BPM medio a riposo di 64.

“Host” è un horror sovrannaturale britannico girato da Rob Savage in 12 settimane durante la pandemia di COVID-19 e basato su una sceneggiatura scritta da Savage, Gemma Hurley e Jed Shepherd. “Host” si svolge su uno screencast di una videochiamata su Zoom e viene integralmente mostrato sullo schermo di un computer come i predecessori The Den e Unfriended. Interpretato da Haley Bishop, Jemma Moore, Emma Louise Webb, Radina Drandova e Caroline Ward, il film presenta un gruppo di amici che tentano di sfuggire ad una forza sovrannaturale generata inavvertitamente durante una seduta spiritica. Una produzione indipendente, “Host” è stato distribuito in esclusiva dal canale streaming Shudder con critiche molto positive, arrivando ad una valutazione del 100% su Rotten Tomatoes.

Nonostante sia stato girato in sole 12 settimane e interamente tramite videoconferenza Zoom, Host ha terrorizzato il nostro pubblico nei suoi 56 minuti di autonomia, aumentando la frequenza cardiaca di una media di 24 BPM e spingendo Sinister al secondo posto.

Oltre a “Host” e “Sinister” che occupano il primo e secondo posto, il resto della “Top 30” include Insidious, The Conjuring – L’evocazione, Hereditary, Terrified, It Follows, A Quiet Place II, Paranormal Activity, The Conjuring – Il caso Enfield, Babadook, The Descent, Hush, A Quiet Place, The Ring, Nightmare dal profondo della notte (1984), Halloween (1978), Non aprite quella porta (1974), IT (2017), The Conjuring – Per ordine del diavolo, L’esorcista, [REC], 28 giorni dopo, Candyman (2021), The Grudge, L’uomo invisibile, Poltergeist, Venerdì 13 e Alien.

Per quanto riguarda altri risultati dello studio, la classifica per il miglior spavento nella storia dell’horror vede in vetta “Insidious” (133 BPM), “L’esorcista” è ufficialmente uscito dalla top 20 dei film più spaventosi di sempre mentre “Terrified” del 2016 è il film horror in lingua straniera più spaventoso di sempre e l’unico film in lingua straniera ad entrare nella top 10.