• Film

Independent Spirit Awards 2021, vincitori: Nomadland miglior film

Annunciati i vincitori degli Independent Spirit Awards 2021 con Nomadland miglior film e Sound of Metal migliore opera prima.

Annunciati i vincitori degli Independent Spirit Awards 2021. I premiati sono stati annunciati in una cerimonia virtuale presentata dalla Melissa Villaseñor del “Saturday Night Live”, che ha visto la partecipazione di ospiti come Adam Sandler, Renee Zellweger, Daveed Diggs, Julia Garner, Kathryn Hahn, Annie Murphy e Lulu Wang.

Sono due i principali vincitori di quest’anno: Nomadland di Chloe Zhao, uno dei favoriti ai prossimi Oscar, porta a casa quattro categorie (miglior film, regista, fotografia e montaggio) mentre Sound of Metal di Darius Marder è vincitore per la migliore opera prima, miglior attore protagonista e non protagonista.

Searchlight, Amazon Studios e Netflix hanno ottenuto il maggior numero di vittorie per distributore con quattro premi a testa. Yuh-jung Youn di Minari è stata premiata come migliore attrice non protagonista per consolidare il suo status di favorita per la corsa agli Oscar. Crip Camp di Netflix prodotto da Barack e Michelle Obama ha vinto la categoria Miglior Documentario. Tra gli altri vincitori della serata c’è Andy Siara che ha vinto per la migliore sceneggiatura d’esordio per Palm Springs, mentre Amazon, la regista Regina King e il cast di Quella notte a Miami… hanno ricevuto lo speciale Robert Altman Award.

A seguire trovate la lista completa per la categoria cinema dei premiati agli “Independent Spirit Awards 2021”.

MIGLIOR FILM

First Cow
Ma Rainey’s Black Bottom
Minari
Mai raramente a volte sempre
Nomadland – VINCITORE

MIGLIOR FILM D’ESORDIO

“Sound of Metal” – VINCITORE
“I Carry You With Me”
“The 40-Year-Old Version”
“Miss Juneteenth”
“Nine Days”

MIGLIOR REGISTA

Chloé Zhao (“Nomadland”) – VINCITORE
Lee Isaac Chung (“Minari”)
Emerald Fennell (“Una donna promettente”)
Eliza Hittman (“Mai raramente a volte sempre”)
Kelly Reichardt (“First Cow”)

MIGLIORE ATTRICE

Carey Mulligan (“Una donna promettente”) – VINCITORE
Nicole Beharie (“Miss Juneteenth”)
Viola Davis (“Ma Rainey’s Black Bottom”)
Sidney Flanigan (“Mai raramente a volte sempre”)
Julia Garner (“The Assistant”)
Frances McDormand (“Nomadland”)

MIGLIOR ATTORE

Riz Ahmed (“Sound of Metal”) – VINCITORE
Chadwick Boseman (“Ma Rainey’s Black Bottom”)
Rob Morgan (“Bull”)
Steven Yeun (“Minari”)
Adarsh Gourav (“La tigre bianca”)

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

Yuh-jung Youn (“Minari”)
Alexis Chikaeze (“Miss Juneteenth”)
Yeri Han (“Minari”)
Valerie Mahaffey (“French Exit”)
Talia Ryder (“Mai raramente a volte sempre”)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Paul Raci (“Sound of Metal”) – VINCITORE
Colman Domingo (“Ma Rainey’s Black Bottom”)
Orion Lee (“First Cow”)
Glynn Turman (“Ma Rainey’s Black Bottom”)
Benedict Wong (“Nine Days”)

MIGLIORE SCENEGGIATURA

“Una donna promettente” – VINCITORE
“Bad Education”
“Minari”
“The Half of It”
“Mai raramente a volte sempre”

MIGLIORE SCENEGGIATURA D’ESORDIO

Andy Siara (“Palm Springs”) – VINCITORE
Kitty Green (“The Assistant”)
Noah Hutton (“Lapsis”)
Channing Godfrey Peoples (“Miss Juneteenth”)
James Sweeney (“Straight Up”)

MIGLIORE FOTOGRAFIA

Joshua James Richards (“Nomadland”) – VINCITORE
Jay Keitel (“She Dies Tomorrow”)
Shabier Kirchner (“Bull”)
Michael Latham (“The Assistant”)
Hélène Louvart (“Mai raramente a volte sempre”)

MIGLIOR MONTAGGIO

“Nomadland” – VINCITORE
“I Carry You With Me”
“The Invisible Man”
“Residue”
“Mai raramente a volte sempre”

JOHN CASSAVETES AWARD

“Residue” – VINCITORE
“The Killing of Two Lovers”
“La Leyenda Negra”
“Lingua Franca”
“Saint Frances”

ROBERT ALTMAN AWARD

“Quella notte a Miami…”

MIGLIOR DOCUMENTARIO

“Crip Camp” – VINCITORE
“Collective”
“Dick Johnson Is Dead”
“Time”
“The Mole Agent”

MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE

“Quo Vadis, Aida?” – VINCITORE
“Bacurau”
“The Disciple”
“Night of the Kings”
“Preparations to be Together for an Unknown Period of Time”

Fonte: Variety

I Video di Cineblog