Stasera in tv: “La rapina del secolo” su Rai 3

Rai 3 stasera propone “La rapina del secolo”, la commedia del 2020 di Ariel Winograd con Guillermo Francella, Diego Peretti, Luis Luque e Pablo Rago.

Cast e personaggi

Guillermo Francella: Luis Mario Vitette Sellanes
Diego Peretti: Fernando Araujo
Luis Luque: Miguel Sileo
Pablo Rago: Sebastián ‘Marciano’ García Bolster
Rafael Ferro: Alberto ‘Beto’ De La Torre
Mariano Argento: Debauza
Juan Alari: El Gaita
Johanna Francella: Lucía Vitette Sellanes
Mario Alarcón: Procuratore
Pochi Ducasse: Ostaggio
Juan Pablo García: Turista Auto Mendoza
Iván Steinhardt: Cabo G. Alvarez
Magela Zanotta: La Turca
Paula Grinszpan: Carmen, la donna delle pulizie
Fernando Rodríguez: Ramirez
Natalia Calvet: Miriam

Doppiatori italiani

Gianluca Tusco: Luis Mario Vitette Sellanes
Franco Mannella: Fernando Araujo
Lorenzo Scattorin: Sebastián ‘Marciano’ García Bolster
Carlo Valli: Miguel Sileo
Alberto Bognanni: El Gaita
Stefano Benassi: Alberto ‘Beto’ De La Torre
Irene Di Valmo: La Turca
Valentina Stredini: Lucía Vitette Sellanes
Marco Mete: Debauza
Nadia Perciabosco: Carmen, la donna delle pulizie
Federico Talocci: Ramírez
Francesca Barnato: Miriam
Dario Oppido: Cap. Andrada
Luigi La Monica: procuratore
Chiara Colizzi: La notaio
Mirko Cannella: ostaggio
Daniela Di Giusto: anziana in ostaggio
Leonardo Graziano: psicologo

La trama

Nel soleggiato e apparentemente ordinario venerdì del 13 gennaio 2006, l’istruttore bohémien di arti marziali Fernando Araujo (Diego Peretti) e la sua banda di quattro membri selezionati con cura fanno irruzione nella filiale del Banco Río nel ricco quartiere di Acassuso a Buenos Aires. Mentre i ladri lavorano velocemente, svuotando dozzine di cassette di sicurezza stipate di milioni di dollari, gioielli preziosi e pesanti lingotti d’oro, il capo negoziatore, Miguel Sileo (Luis Luque), e i suoi uomini armati fino ai denti circondano i silenziosi due piani dell’edificio, all’indomani della sanguinosa rapina a Villa Ramallo. Ora, cinque determinati rapinatori di banche insieme a ventitré ostaggi indifesi, si ritrovano intrappolati nell’edificio. Riusciranno gli audaci ladri a farla franca e a portare a compimento la rapina del secolo?

Curiosità

 

  • “La rapina del secolo” è basata sulla vera rapina del Banco Rio ad Acassuso, in Argentina.
  • Il regista Ariel Winograd (Se permetti non parlarmi di bambini!, Oggi sistemiamo tutto) dirige “La rapina del secolo ” da una sceneggiatura del produttore Alex Zito e dall’autore della rapina, Fernando Araujo, che aveva un negozio di vernici a dieci isolati dalla banca.
  • L’attore Diego Peretti (Fernando) ha recitato per il regista Ariel Winograd anche in Se permetti non parlarmi di bambini! e Oggi sistemiamo tutto.
  • L’attore Luise Luque (Miguel) ha recitato anche in Gatto nero, Tempo morto, Giusta Causa e “Oggi sistemiamo tutto”.
  • L’attore Guillermo Francella (Luis Mario) ha recitato anche in Il clan, Animal e Il mio capolavoro.
  • Le riprese sono iniziate il 15 aprile 2019 a Buenos Aires e si sono concluse il 4 giugno dello stesso anno a Potrerillos, Mendoza.
  • Nella vera rapina, quando la squadra delle forze speciali ha finalmente preso d’assalto la banca, i sette banditi l’hanno guardata in diretta in TV mentre contavano contanti e mangiavano pizza. O almeno pensavano che fosse in diretta. Le stazioni televisive hanno coperto l’operazione con un ritardo di 30 minuti, perché presumevano che la banda stesse guardando dall’interno della banca e non volevano avvisarli dell’arrivo di un’incursione. Pensavano così che avrebbero ingannato i ladri.
  • Nella vera rapina, la banda si è spartita il bottino, le quote non erano tutte uguali. Bolster, Beto, Vitette e Araujo hanno tutti ottenuto più o meno la stessa quantità di milioni. Zalloecheverría e Luis l’uruguaiano hanno ottenuto meno, perché si sono uniti al colpo molto più tardi. Questo era prestabilito e nessuno era arrabbiato per questo.
  • Secondo le notizie, questa misteriosa banda di ladri, che aveva messo in imbarazzo la polizia argentina sulla TV nazionale, è riuscita a farla franca con quasi 20 milioni di dollari in contanti e oggetti di valore.

La vera rapina

ATTENZIONE!!! a seguire trovate SPOILER sul film.

Quando un gruppo di rapinatori a mano armata ha fatto irruzione in una banca di Buenos Aires il 13 gennaio 2006, ha immediatamente attirato l’attenzione di investigatori, negoziatori di ostaggi stagionati e organi di stampa, che hanno trasmesso la tesa situazione di stallo con la polizia in tutta l’Argentina. Ma ciò che i clienti terrorizzati e la polizia non sapevano, era che l’audace rapina era semplicemente una distrazione accuratamente realizzata per distogliere l’attenzione degli investigatori da una rapina molto più grande in corso sotto la banca. Il crimine sarebbe diventato noto come la “rapina del secolo” dopo che i rapinatori sono scappati con oltre 20 milioni di dollari, beffando la polizia. Le autorità non avrebbero mai recuperato i soldi, ma la squadra di rapinatori non sarebbe stata in grado di eludere la giustizia a lungo dopo che un errore nella vita personale di un sospetto avrebbe svelato il crimine e mandato i colpevoli in prigione. Il piano prevedeva che la squadra di talento colpisse il Banco Rio, la più grande catena bancaria in Argentina, in un momento in cui la sfiducia nel sistema bancario del paese era ai massimi livelli. La squadra di sei uomini aveva pianificato di entrare nella banca accedendo al seminterrato attraverso gli enormi tunnel fognari della città. Ma per farlo, sapevano che avrebbero avuto bisogno di un’enorme distrazione. Il team ha sviluppato un piano per distrarre la polizia facendo entrare alcuni membri direttamente nelle porte d’ingresso della banca e prendere in ostaggio i clienti, usando false pistole. Mentre i negoziatori erano impegnati a cercare di mettere al sicuro gli ostaggi, il resto della squadra è entrato attraverso un elaborato tunnel che andava dal sistema fognario fino alla banca e che aveva preso a Sebastián García Bolster, un ladro noto come “l’ingegnere” —circa otto mesi per essere realizzato. Con un introito previsto di 20 milioni di dollari, ogni ladro avrebbe dovuto guadagnare circa 3,3 milioni a testa. Il giorno della rapina, dopo due anni di meticolosa pianificazione, la rapina si è svolta senza intoppi. Mentre i rapinatori al piano di sopra tenevano occupati la polizia e i media, Bolster aveva fatto irruzione nel seminterrato della banca e aveva concesso a se stesso e al resto della banda un rigoroso limite di due ore per prelevare ciò che potevano dalle cassette di sicurezza prima che l’intera squadra imboccasse il nuovo lungo il tunnel, caricasse i soldi su gommoni gonfiabili e raggiunto un tombino vicino si desse alla fuga su veicolo in attesa. Prima di partire, Beto de la Torre ordinò agli ostaggi di voltare le spalle e disse loro che sarebbe tornato tra due minuti, ma i rapinatori non sono mai tornati e se n’erano andati da tempo quando la polizia si è resa conto di essere stati ingannati. La squadra se l’è cavata con più di 20 milioni di dollari.

La colonna sonora

  • Le musiche originali de “La rapina del secolo” sono del compositore e pianista Dario Eskenazi (The Last New Yorker, Happy Hour). Eskenazi è alla secondo collaborazione con il regista Ariel Winograd dopo “Oggi sistemiamo tutto” e “Se permetti non parlarmi di bambini!”.

Le canzoni del film:

1. Thinking of You – Sad Puppy
2. Lonely Boy – The Black Keys
3. Last Hurrah – Vetiver
4. Burn – Sad Puppy
5. Do I Wanna Know? – Arctic Monkeys
6. Under The Pressure – The War on Drugs
7. SuperSonic – Sad Puppy
8. Feel It Still – Portugal. The Man
9. Wild Horses – 2009 Mix – The Rolling Stones
10. Be With You – Sad Puppy
11. Cold Cold Man – Saint Motel
12. Parade – Kevin Morby
13. Los Ageless – St. Vincent
14. Undercover – Sad Puppy
15. Avant Gardener – Courtney Barnett
16. Heaven Or Las Vegas – Cocteau Twins
17. Flamakae Baby – Sad Puppy
18. Better Man – Leon Bridges
19. Closer – Tegan and Sara
20. You Have The Blame – Sad Puppy

I brani elencati sono tutti disponibili su Amazon.

Fonte: Oxygen

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →