Legacy of Lies – Gioco d’inganni su Sky Cinema Uno e Now dal 21 maggio

Scott Adkins è un padre disposto a tutto per proteggere sua figlia nel thriller d’azione Legacy of Lies, disponibile su Sky Cinema Uno e Now dal 21 maggio.

Legacy of Lies – Gioco d’inganni, su Sky Cinema Uno e Now disponibile dal 21 maggio il thriller d’azione del 2020 diretto da Adrian Bol e interpretato dall’attore e artista marziale Scott Adkins.

L’agente Martin Baxter (Scott Adkins) ha lasciato l’MI6 dieci anni or sono dopo la tragica morte di sua moglie uccisa in un’operazione andata storta. Ma quando Sacha (Yuliia Sobol), una bellissima giornalista, chiede il suo aiuto per risolvere un vecchio caso, Martin si ritrova nel mirino dell’intelligence britannica e russa. Ora, con sua figlia (Honor Kneafsey) tenuta prigioniera dal KGB, Martin ha solo 24 ore per consegnare i file segreti del caso, il che significa rischiare sia la vita di Sacha che la sua.

Il cast è completato da Anna Butkevych, Andrea Vasiliou, Martin McDougall, Matt Mitler, Marco Robinson, Victor Solé, Leon Sua, Florin Stancu, Sergey Kalantay, Anna Siettarova, Tetiana Nosenko, Hanna Harnyk, Sami Karim, Tom Ashley e Matt Mitler.

Il regista Adrian Bol parla del tema al centro del film: Quello che cerco di fare quando scrivo è – cerco di avere un tema molto chiaro e poi ho questo tema su diversi livelli nella storia. Per me, è la verità contro il potere, è la verità contro le agenzie segrete e il potere dei governi. Riguarda la verità e le bugie e questo tema è anche incorporato nella relazione tra il personaggio di Scott e sua figlia. Ed è anche incorporato nella relazione con lui e la sua ex moglie morta in passato. È incorporato nella relazione tra lui e Sacha. Quello che ho cercato di fare è stato avere un punto di partenza chiaro e poi provare a stratificarlo su livelli diversi in modo che risulti molto ricco e ampio ma allo stesso tempo è la stessa cosa.

Legay of Lies - Gioco d'inganni, il thriller d'azione di Adrian Bol con protagonista Scott Adkins
Guarda ora su NOW

Scott Adkins si cimenta in una delle sue migliori prove d’attore nei panni un padre vedovo e traumatizzato disposto a tutto pur di proteggere sua figlia, dopo che entrambi sono finiti nel mezzo di un intrigo internazionale che coinvolge le intelligence russa e britannica disposte a tutto per mettere le mani su alcuni documenti compromettenti. Il regista Adrian Bol dirige con mano sicura un “action” che ricorda alcuni direct-to-video del Jean-Claude van Damme più recente e rievoca titoli come The Expatriate – In fuga dal nemico con Aaron Eckhart e il Safe con Jason Statham. Questa volta Adkins, spesso usato come brutale antagonista in ruoli di supporto, vedi il recente Ip Man 4, può mostrare una recitazione che va un po’ oltre la gamma emotiva richiesta dai film d’azione. Sparatorie e brutali coreografie di combattimento faranno come sempre la la gioia dei patiti dell’azione e dei fan di Adkins. mentre le dinamiche padre-figlia, l’ambientazione europea e gli elementi politici che denunciano le troppe ombre sulla politica russa rendono la trama di “Legacy of Lies” una spanna sopra produzioni similari.

L’attore Scott Adkins parla della scelta di fare questo film: Ad essere sincero scelgo le sceneggiature non proprio (come attore). Penso che alcuni attori scelgano le sceneggiature in base alla parte e al tipo di personaggi che vogliono avere la possibilità di interpretare, ma io scelgo sempre i film in base a come penso che sarà il film. In un certo senso, penso più come un regista che come un attore. Ho letto la sceneggiatura e sono rimasto molto colpito da quello che ho letto. E poi quando ho saputo che anche Adrian l’avrebbe diretto, ero più eccitato perché mi piace quando hai uno sceneggiatore / regista perché possiede davvero il materiale. Ovviamente anche il personaggio in questo era fantastico, e ho davvero risposto alla relazione tra il mio personaggio e sua figlia. Vive fuori dalla rete e la sta trascinando in posti diversi con lui e non vuole mai rimanere in un posto troppo a lungo. Lei, d’altra parte, è frustrata: vuole solo essere una ragazza normale. Vuole andare a scuola. Avere amici. Avere una vita normale. Quindi c’è quell’aspetto lì e c’è questa tragedia che è accaduta in passato. C’è un carico di bugie (centrate su) questa tragedia. Quando la trama decolla, questo attrito tra il mio personaggio e la figlia – la loro relazione è tesa. L’ho trovato davvero interessante.

A seguire trovate alcune curiosità su film, cast e regista.

  • “Legacy of Lies” è scritto e diretto dal regista olandese Adrian Bol, al suo terzo lungometraggio dopo il mistery-thriller Castingx (2005) e il dramma Blindspot (2008).
  • Yuliia Sobol che interpreta la giornalista Sasha Stepanenko è un volto noto per le produzioni italiane: ha recitato nella fiction Don Matteo, nelle serie tv Il cacciatore e I diavoli, nel dramma Il campione ed ha impersonato Elastica nel sequel Il ragazzo invisibile – seconda generazione di Gabriele Salvatores.
  • Honor Kneafsey che nel film interpreta la figlia di Scott Adkins ha recitato nel giallo Mistero a Crooked House, nel film horror Slumber: Il demone del sonno e ha interpretato la Principessa Emily nella trilogia Un principe per Natale.
  • Il film è coproduzione Olanda | Regno Unito | Polonia | Ucraina | Stati Uniti
  • Il film è stato girato a Kiev, capitale dell’Ucraina.


[Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]

I Video di Cineblog

Ultime notizie su now

Tutto su now →