Stasera in tv: Midway” su Canale 5

Canale 5 stasera propone “Midway”, il film di guerra di Roland Emmerich con Patrick Wilson, Luke Evans, Aaron Eckhart, Dennis Quaid e Woody Harrelson.

Cast e personaggi

Ed Skrein: Richard “Dick” Best
Patrick Wilson: Edwin T. Layton
Luke Evans: Wade McClusky
Aaron Eckhart: Jimmy Doolittle
Nick Jonas: Bruno Gaido
Mandy Moore: Anne Best
Dennis Quaid: William Halsey
Woody Harrelson: Chester Nimitz
Mark Rolston: Ammiraglio Ernest King
Jake Weber: Raymond Spruance
Brennan Brown: Joseph Rochefort
Alexander Ludwig: Roy Pearce
Etsushi Toyokawa : Ammiraglio Isoroku Yamamoto
Tadanobu Asano: Tamon Yamaguchi
Keean Johnson: James Murray
Luke Kleintank: Clarence Earle Dickinson
Jun Kunimura: Chuichi Nagumo
Darren Criss: Eugene Lindsey
James Carpinello: William Brockman

Doppiatori italiani

Gianfranco Miranda: Dick Best
Alessio Cigliano: Edwin T. Layton
Simone D’Andrea: Wade McClusky
Fabrizio Pucci: Jimmy Doolittle
Gabriele Patriarca: Bruno Guido
Domitilla D’Amico: Anne Best
Massimo Rossi: William “Bull” Halsey
Roberto Pedicini: Chester Nimitz
Luca Biagini: Ammiraglio Ernest King
Giorgio Locuratolo: Raymond Spruance
Franco Mannella: Joseph Rochefort
Emanuele Ruzza: Roy Pearce
Flavio Aquilone: Clarence Earle Dickinson
Gabriele Vender: Eugene Lindsey

La trama

“Midway” è incentrato sul leggendario conflitto fra la flotta americana e Marina Imperiale Giapponese che segnò la svolta decisiva alla guerra nel Pacifico durante la Seconda Guerra Mondiale. Il film, basato sugli eventi reali, racconta la storia dei comandanti e dei soldati che usarono il loro istinto, la loro forza d’animo e il loro coraggio per superare le avversità. E’ una vera storia di fraternità e cameratismo e della determinazione e del sacrificio che hanno assicurato la vittoria agli americani. Dopo essere stata decimata, solo sei mesi prima, nel corso dell’attacco giapponese a Pearl Harbor, la flotta americana ormai decisamente ridotta in termini di uomini e armi, affronta la battaglia di Midway. L’esercito americano poté contare su un grande vantaggio legato al fatto che le sue attività di intelligence e la collettiva voglia di riscatto vennero decisamente sottovalutate dai nemici. Midway conduce lo spettatore proprio nel vivo della complessa macchina decisionale del comando tattico americano – e poi lo trascina nella cabina di pilotaggio di un bombardiere per vivere dall’interno il più sconvolgente racconto cinematografico della più importante battaglia nella storia degli Stati Uniti.

Curiosità

  • I relitti delle portaerei Akagi e Kaga sono stati trovati il ​​mese precedente alla premiere del film.
    Il Raid Doolittle causò pochi danni e non ebbe importanza strategica. Tuttavia, fu un enorme impulso morale per le forze statunitensi e un duro colpo per il morale dell’esercito giapponese, che percepivano le loro isole di origine come impenetrabili.
  • La USS Midway (CV-41), la portaerei di classe Midway nominata in ricordo della Battaglia di Midway, fu la portaerei americana più longeva del 20° secolo (1945-1992). Dal 2004 è ormeggiata al Navy Pier di San Diego, in California, come nave museo. Dal 2015 è il museo della guerra navale più popolare negli Stati Uniti con oltre 1 milione di visitatori all’anno.
  • I bombardieri Mitchell che effettuarono il Raid Doolittle, nel film vengono definiti aerei “militari”. L’Air Army Corps degli Stati Uniti fu formata nel 1907 fino a diventare un’entità separata dopo la seconda guerra mondiale come Air Force degli Stati Uniti nel 1947.
  • L’aeroporto di Midway a Chicago, Illinois, prende il nome dalla Battaglia di Midway.
  • L’ammiraglio giapponese Yamamoto espresse il suo rammarico per l’attacco di Pearl Harbor con la famosa citazione ” Temo che tutto quello che abbiamo ottenuto sia stato risvegliare un gigante addormentato e di averlo riempito di una paurosa determinazione”. Una citazione simile è stata usata dal personaggio di Yamamoto in altri film sull’attacco di Pearl Harbor, Tora! Tora! Tora! del 1970 e Pearl Harbor del 2001 (anche se quest’ultimo omette la seconda parte della frase). Nonostante la persistenza di questa citazione a livello cinematografico, non è mai stata attribuita ufficialmente all’ammiraglio nella vita reale; nessuno lo ha sentito esplicitamente dirla, né è mai stata trovata in nessuno dei suoi scritti.
  • Prima dei titoli di coda il film accenna ad un sequel sulla Battaglia del Mare delle Filippine.
  • Brennan Brown interpreta il decrittatore Joseph Rochefort, il cui lavoro è stato vitale per sconfiggere i giapponesi a Midway. Nella serie tv L’uomo nell’alto castello, Brown interpreta un uomo d’affari americano che truffa i giapponesi nella occupata San Francisco.
  • Luke Kleintank e Brennan Brown hanno entrambi recitato nella serie tv L’uomo nell’alto castello, una serie ambientata in un’America distopica che ha perso la seconda guerra mondiale. Il Giappone occupa la costa occidentale, mentre il Reich tedesco occupa gli Stati Uniti dalla costa orientale fino alle Montagne Rocciose (territorio neutrale).
  • La designazione “SBD” del Douglas SBD Dauntless deriva dalla sua descrizione: Scout Bomber Douglass (prodotto da Douglass). Nel film questo bombardiere in picchiata imbarcato viene mostrato come quasi uguale nelle capacità agli aerei giapponesi, ma in realtà era sia più lento che molto meno manovrabile. Di conseguenza veniva spesso indicato con un diverso acronimo SBD: Slow But Deadly (lento ma mortale).
  • Prima dei titoli di coda i produttori esprimono la loro gratitudine ai soldati americani e filippini che hanno combattuto valorosamente nella Guerra nel Pacifico. È interessante notare che i soldati giapponesi vengono elogiati per aver combattuto per il loro paese.
  • Le azioni di Bruno Gaido interpretato da Nick Jonas: sono storicamente accurate, compresa la sua morte.
  • Richard “Dick” Best è stato trattato con successo per una tubercolosi latente. Morirà nel 2001 a 91 anni.Verso la fine del film il Torpedo Squadron 8 della USS Hornet effettua un attacco disperato ma senza successo. Tutti gli aerei dello squadrone furono abbattuti. Il film mostra un pilota sopravvissuto nell’acqua che incoraggia l’attacco. Si tratta del guardiamarina George Gay. In seguito sarà salvato e scriverà un libro intitolato “La battaglia di Midway”. Lo stesso libro è stato la base principale del film omonimo del 1976 con Charlton Heston, Henry Fonda, Glenn Ford e Pat Morita.
  • Cinque portaerei (quattro giapponesi, una americana) sono mostrate colpite da bombe nel film, questo elemento è storicamente accurato. Tuttavia viene mostrato il destino di uno sola di esse (la Hiryu affondata dai siluri giapponesi). Anche le altre quattro furono affondate. Le tre rimanenti portaerei giapponesi (Akagi, Kaga e Soryu) furono tutte affondate da siluri, mentre la portaerei americana Yorktown venne affondata da un sottomarino giapponese mentre lasciava la zona della battaglia.
  • Per “Midway” sono stati ricreati  due diversi tipi di aerei da guerra americani: SBD Dauntless e TBD Devastator. “Il TBD non esiste da nessun’altra parte. Al momento abbiamo l’unico sul pianeta, situato appena fuori la Truk Lagoon”, afferma lo scenografo Kirk M. Petruccelli. “Abbiamo consultato molti blog ed esaminato qualsiasi modello o testo che potessimo trovare, per scoprire com’era stato effettivamente realizzato questo aereo. Abbiamo trovato uno scheletro e ne abbiamo costruito uno. E’ un onore averlo ed è di una qualità da museo”. Esistono cinque SBD, ma utilizzarne uno originale ha rappresentato sfide formidabili. “Siamo andati a Vancouver per incontrare un consistente numero di artisti per ricostruire sia i bombardieri SBD sia il Devastator TBD”, continua Petruccelli. “Volevamo che fosse movibile, facile da usare, in grado di essere smontato, dotato di pistole, motori e un sistema di scarico. Doveva essere iperrealista. Ci vollero circa nove settimane per mettere insieme i due aerei. Sono stati spediti a pezzi e poi abbiamo terminato l’interno e alcuni dei lavori di decorazione esterna a Montreal”.
  • Molte delle armi necessarie per il film non esistevano più. “Tutta l’artiglieria antiaerea andò perduta nel 1942”, afferma Guillaume Murray, supervisore degli effetti speciali. “Abbiamo dovuto ricrearle, quindi abbiamo ricostruito le pistole scannerizzandole nei musei e trovando progetti dell’epoca, e poi utilizzando diversi gas che avrebbero simulato gli effetti degli spari e del rinculo”. Abbiamo trovato una parte di una pistola detta Chicago Piano nel Nord Carolina e siamo andati laggiù e abbiamo scannerizzato l’arma, o quello che ne restava, e poi trovammo il progetto originale della pistola che ci fornì le dimensioni esatte, la forma e le misure che potemmo riprodurre con differenti
    metodi di lavorazione. Gli spari dovevano essere realistici ma sicuri. “È un mix di ossigeno e propano che viene fatto esplodere con una scintilla in un momento preciso”, illustra Murray per spiegare l’effetto pratico. “Ciò crea un’esplosione che fuoriesce da una camera di combustione e simula lo sparo di queste pistole di grosso calibro”.
  • L’Ammiraglio Placido Torresi, Comandante delle Forze Aeree della Marina Militare Italiana, ha visto e commentato il film: “Midway è un film molto emozionante, avvincente e appassionante, seppure descriva episodi storici particolarmente drammatici occorsi in Oceano Pacifico nel corso del secondo conflitto mondiale. La sceneggiatura e la regia danno una fotografia fedele e realistica di quanto accaduto, sebbene opportunamente romanzata per il cinema, riuscendo attraverso le azioni dei protagonisti a suscitare grande ammirazione e rispetto nei confronti di quanti, vincitori e vinti, si sono sacrificati e battuti con valore sul mare per difendere gli interessi della propria nazione. Da addetto ai lavori, inoltre, quale Comandante della moderna Forza Aerea della Marina Militare, non posso nascondere la grande emozione che ho provato nel vedere esaltata, attraverso le immagini del film, la capacità della Portaerei, ieri come oggi strumento insostituibile e fondamentale a tutela degli interessi strategici del Paese.”
  • Il film costato 100 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 126.

Note di regia

Sono entusiasta di aver avuto l’opportunità di raccontare questa storia, perché i giovani di oggi non conoscono sempre le vicende di coloro che hanno combattuto per la loro libertà. Penso che senza la generazione che ha combattuto nella seconda guerra mondiale, il nostro mondo sarebbe molto diverso. E’ stato un evento drammatico e parecchie persone persero la vita, ma morirono per uno scopo. C’è stata una vera lotta contro il fascismo crescente nel mondo. Oggi a volte ci dimentichiamo di queste cose, ma i film possono aiutarci a celebrarle nella memoria. Volevamo onorare quella battaglia e coloro che hanno sacrificato così tanto. [Roland Emmerich]

Differenze tra film ed eventi storici

  • Il tenente di vascello Roy Pearce, l’amico di Dick Best ucciso sulla USS Arizona all’inizio del film, è un personaggio fittizio.
  • Le isole Gilbert e le isole Marshall nella realtà sono degli atolli, ma nel film vengono mostrate come isole montuose.
  • Nella battaglia del Mar dei Coralli la USS Yorktown, danneggiata, non era sbandata come ritratta nella pellicola.
  • Il contrammiraglio Frank Fletcher, comandante della flotta americana nella battaglia delle Midway imbarcato sulla USS Yorktown, è stato omesso. Nella pellicola, questo ruolo è stato affidato al contrammiraglio Raymond Spruance.
  • Nella realtà, il sottomarino americano USS Nautilus non attaccò la portaerei Hiryu, ma la corazzata Kirishima.
  • Nel film, la squadriglia VT-6 decollata dalla USS Enterprise attacca la flotta giapponese prima dello squadrone VT-8 proveniente dalla USS Hornet. Nella realtà, invece, successe il contrario. Inoltre, è stata omessa l’offensiva degli squadroni VT-3 e VF-3 provenienti dalla USS Yorktown, che avvenne poco prima di quella decisiva.
  • Nella realtà, Bruno Gaido e il guardiamarina Frank O’Flaherty furono gettati in mare dai giapponesi dopo due settimane di torture, non immediatamente come nel film.
  • Nella pellicola, vediamo la USS Yorktown colpita dagli aerei giapponesi provenienti dalla Hiryu, l’unica portaerei nipponica superstite. Nella realtà, dopo essere stata danneggiata una prima volta dai bombardieri giapponesi, la USS Yorktown fu velocemente riparata, ma poco dopo subì un secondo attacco da parte degli aerosiluranti nipponici: fu a questo punto che l’equipaggio decise di abbandonare la nave. La USS Yorktown fu infine silurata e affondata dal sottomarino giapponese I-168, e si trovava a svariate miglia dalla USS Enterprise a differenza delle immagini proposte nel film.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono dei compositori austriaci Harald Kloser & Thomas Wanker. Il duo è alla sesta collaborazione con il regista Roland Emmerich dopo aver musicato L’alba del giorno dopo, 10000 A.C., 2012, Anonymous e Independence Day – Rigenerazione.
  • Harald Kloser oltre che musicare i film di Emmerich ha collaborato alle sceneggiature di “10000 A.C.” e “2012” e co-prodotto “Independence Day – Rigenerazione” e “Midway”.
  • Thomas Wanker ha musicato in solitaria 42 episodi della serie tv di culto Buffy l’ammazzavampiri e l’action-thriller Sotto assedio – White House Down.
  • La colonna sonora include anche due brani interpretati da Annie Trousseau: “Getting Some Fun Out Of Life”, brano di Joe Burke & Edgar Leslie registrato per la prima volta nel 1937 da Billie Holiday and Her Orchestra e “All Or Nothing At All” brano di Arthur Altman & Jack Lawrence registrato per la prima volta da Jimmy Dorsey and His Orchestra nel 1939.
  • Annie Trousseau che appare in “Midway” nei panni di una cantante di sala da ballo ha collaborato anche alla colonna sonora di un altro film di Roland Emmerich interpretando una cover di “Bang Bang (My Baby Shot Me Down)” per il film “Independence Day – Rigenerazione”.

TRACK LISTINGS:

1. Nobody Wants A War
2. Midway Main Theme
3. See You In China
4. Morgue
5. Getting Some Fun Out Of Life – Annie Trousseau
6. Pearl Harbour
7. This Is It
8. Bombing Six
9. What’s Their Target
by Thomas Wander & Harald Kloser
10. Attack On Midway
11. Good Luck Sir
12. Jersey Bounce – Annie Trousseau
13. They’ll Follow You Anywhere
14. Still Night Submarine
15. Above The Clouds
16. Dogfight
17. The Last Dive
18. This Is For The Pearl
19. Victory Lap
20. Best Returns
21. Abandon Ship
22. Midway End Titles
23. All Or Nothing At All – Annie Trousseau

La colonna sonora di “Midway” è disponibile su Amazon.

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →