Noir in Festival, premi e vincitori della trentesima edizione

Al film danese Wildland e allo spagnolo No matarás i due premi della Giuria, mentre il miglior film di genere italiano è quello dei fratelli D’Innocenzo

Altro giro, altra corsa. Il Noir in Festival di quest’anno, che convenzionalmente si riferisce al 2021, pur essendo in realtà la trentesima edizione, quella che si sarebbe dovuta tenere l’anno scorso, si aggiunge alla lista di Festival svoltisi in maniera del tutto virtuale; soluzione emergenziale, che mai e poi mai potrà né dovrà sostituire la forma classica, ultimo baluardo di un cinema vero, ossia quello legato indissolubilmente alla sala.

Archiviata la necessaria premessa, il Noir quest’anno dei film è riuscito a portarli, e dunque premiarli. Ad aggiudicarsi il il Black Panther Award del 30a Noir in Festival è KØD & BLOD (WILDLAND), opera prima della regista danese Jeanette Nordahl, con la seguente motivazione: «Per aver saputo raccontare la scelta di un’adolescente che abbraccia una famiglia maledetta pur di sentirsi parte di un gruppo, con una regia capace che sceglie consapevolmente di rallentare la narrazione permettendo allo spettatore di scendere negli inferi al fianco della protagonista».

Il secondo premio va invece allo spagnolo NO MATARÁS (NON UCCIDERE) di David Victori, film ambientato in una sola notte barcellonese. La decisione in questo caso è stata motivata come segue: «Un incubo notturno visionario, intricato e avvincente, di forte impatto. Un racconto moderno che ci pone dinanzi alla paura di vedere sfumare una dopo l’altra ogni speranza di salvezza e redenzione».

Come i più attenti nonché assidui sapranno, il Noir prevede anche un premio per il miglior film di genere italiano, intitolato a Claudio Caligari, che quest’anno viene assegnato da novanta tra studenti dello IULM di Milano e semplici appassionati, sotto l’egida del regista Claudio Giovannesi, vincitore del medesimo premio nella passata edizione. Quest’anno ad aggiudicarsi il Premio Caligari sono i fratelli D’Innocenzo per FAVOLACCE.