Stasera in tv: “Rambo: Last Blood” su Italia 1

Italia 1 stasera propone “Rambo: Last Blood”, action del 2019 di Adrian Grunberg con Sylvester Stallone, Paz Vega, Yvette Monreal e Óscar Jaenada.

Cast e personaggi

Sylvester Stallone: John Rambo
Paz Vega: Carmen Delgado
Sergio Peris-Mencheta: Hugo Martinez
Adriana Barraza: Maria Beltran
Yvette Monreal: Gabrielle
Óscar Jaenada: Victor Martinez
Genie Kim: cliente del bar
Joaquín Cosío: Don Manuel

Doppiatori italiani

Massimo Corvo: John Rambo
Barbara De Bortoli: Carmen Delgado
Alberto Bognanni: Hugo Martinez
Mirta Pepe: Maria Beltran
Veronica Puccio: Gabrielle
Christian Iansante: Victor Martinez
Bruno Alessandro: Don Manuel

Trama e recensione

Dopo aver abbattuto soldati sovietici in Vietnam e Afghanistan, e massacrato brutali combattenti dell’esercito birmano, John Rambo – il veterano di guerra del Vietnam ed ex soldato delle forze speciali dell’esercito americano – torna nel ranch di famiglia per iniziare finalmente una vita tranquilla… prima che il destino lo riporti di nuovo a scatenare l’inferno contro un ultimo nemico. Così John Rambo (Sylvester Stallone) torna finalmente a casa. Ma dopo esser tornato nel ranch di famiglia in Arizona, si troverà ad affrontare i membri di un temibile cartello messicano implicato in un commercio sessuale di ragazze dell’Est.

Curiosità

  •  Il 6 dicembre 2018, Sylvester Stallone ha dichiarato che questo sarebbe stato l’ultimo film di “Rambo” e che il suo personaggio avrebbe “finalmente trovato ciò che presume essere la pace”. Tuttavia, a Cannes 2019 Stallone ha ribattuto che avrebbe continuato ad interpretare il personaggio di John Rambo se questo film fosse andato bene.
  • Dopo che le riprese iniziali sono state completate e il primo montaggio del film è stato messo insieme, è stato mostrato ad una proiezione di prova nella primavera del 2019 e, dopo ulteriori riprese e vari rimontaggi ci sono state ulteriori proiezioni di prova nei mesi successivi, con il film che era ancora in fase di montaggio poche settimane prima dell’uscita nelle sale e prima che il montaggio finale fosse approvato. Tuttavia, all’ultimo minuto, il film è stato ulteriormente ridotto per essere più breve e veloce, motivo per cui il taglio cinematografico finale dura appena 90 minuti e perché tutti i trailer del film mostrano alcune scene e dialoghi eliminati.
  • Alcune versioni del film includono una scena di apertura alternativa in cui Rambo salva due persone da una furiosa tempesta, aumentando la durata a 101 minuti con le versioni internazionali, mentre le versioni statunitensi, britanniche e canadesi di Rambo escludono completamente questa apertura e la durata del film è di 89 minuti.
  • Sylvester Stallone ha dichiarato sul suo account Instagram personale: “Grande giornata! Abbiamo ottenuto la nostra valutazione HARD R oggi! Quello che accadrà sarà diverso da qualsiasi cosa tu abbia mai visto…”
  • Con 89 minuti, questo è il film più corto della serie “Rambo” (soprattutto considerando che il tempo totale sullo schermo dei loghi di produzione e dei titoli di coda è quasi il 10% di quegli 89 minuti).
  • La sceneggiatura originale di Matthew Cirulnick aveva sequenze d’azione sempre più grandi, specialmente nel finale in cui Rambo combatte contro molti più mercenari che attaccano il suo ranch. Questa versione del climax era molto più di una battaglia di guerra. Tuttavia a Sylvester Stallone non piaceva quanto fosse “esagerata” l’azione e alcune altre parti della sceneggiatura, quindi ha ridimensionato tutto nella sua riscrittura per renderlo più realistico in modo da concentrarsi maggiormente sulla storia e sui personaggi.
  • Questo è il primo film in cui Rambo non indossa l’iconica bandana.
  • In John Rambo (2008), la cassetta della posta del padre di Rambo rivela il nome di quest’ultimo solo come “R. Rambo”. In “Rambo: Last Blood” a 1:06:10 del film quando Rambo si prepara a combattere il cartello Martinez, il nome di suo padre sulla tomba viene rivelato come “Reevis Rambo (1922 – 2000).”
  • Primo film della serie in cui il personaggio di Richard Crenna, il colonnello Samuel Trautmam, non è presente o menzionato. È apparso nei primi tre film, ma nel quarto film John Rambo (2008) l’attore era morto e Sylvester Stallone alla fine ha deciso di non scegliere un nuovo attore, anche se le riprese d’archivio sono state utilizzate in una sequenza onirica. L’ultima scena di Last Blood quando Rambo è nel suo portico dice “tutti quelli che ho amato ora sono fantasmi” che conferma che Samuel Trautman è morto.
  • Alcune parti sono state tagliate dalla scena d’azione finale al ranch di Rambo, ma il video diario della produzione dietro le quinte e i trailer del film ne mostrano alcune. Ad esempio, Rambo spara a due mercenari e ne colpisce uno al petto diverse volte, e mentre un altro mercenario sta strisciando attraverso i tunnel, Rambo improvvisamente gli taglia la testa con il machete. Quest’ultimo spiega perché c’è un’inquadratura di Rambo che fa oscillare il machete verso qualcuno o qualcosa mostrato solo nei trailer.
  • Nell’Extended Cut del film ci sono molte scene eliminate da alcune versioni, tra cui Rambo che salva gli escursionisti sotto la pioggia, torna a casa e parla con Maria di quello che è successo, e entra nei tunnel mentre ascolta “Five To One” dei Doors, ci sono anche scene di Rambo che parla con Maria di sua madre e suo padre e della casa; una versione diversa del suo disturbo da stress post-traumatico nei tunnel; Gabrielle e Rambo parlano dell’incidente degli escursionisti; Hugo e Victor parlano con Don Miguel, un gruppo di buttafuori che prendono le ragazze come schiave sessuali, e Hugo e Victor che litigano. La maggior parte di queste scene non viene mostrata nel montaggio uscito nei cinema degli di Stati Uniti, Regno Unito e Canada, ma è inclusa nei mercati internazionali tra cui l’Italia. Tutte queste scene eliminate possono essere trovate sull’Extended Cut disponibile su Amazon Prime.
  • Sebbene questo film non abbia avuto tante diverse sceneggiature rifiutate scritte nel corso degli anni come il sequel precedente, ne aveva diverse scartate. Tra tutte le diverse versioni, ce n’erano altre in cui Rambo combatteva i membri del cartello e i trafficanti di sesso in Messico e salvava la ragazza rapita. C’era anche una versione horror d’azione intitolata “Rambo 5: Savage Hunt” – basata sul romanzo “Hunter” di James Byron Huggins in cui Rambo guidava una squadra di forze speciali attraverso i boschi del Circolo Polare Artico dove stanno dando la caccia ad un mutante, creatura assetata di sangue. Una versione intitolata “Rambo 5: Last Stand” scritta da Sean Hood vedeva Rambo combattere un esercito di spacciatori di metanfetamine che terrorizzavano una piccola città, e il loro capo sarebbe stato il mercenario che sarebbe stato una versione più giovane e sadica di Rambo e il più pericoloso nemico che il veterano abbia mai affrontato (la storia è stata poi utilizzata per il film “Homefront” del 2013 con protagonista Jason Statham .
  • “Last Blood” è il primo film di Rambo in cui Sylvester Stallone non ha i capelli lunghi.
  • Sylvester Stallone ha detto nelle interviste che il motivo per cui l’apertura originale – in cui Rambo salva una ragazza durante una tempesta, ma non riesce a salvare altre persone, torna a casa per discutere con Maria cosa era successo prima di andare a dormire nel suo tunnel durante l’ascolto di “Five To One” dei Doors – è stato tagliato perché i membri più giovani del pubblico delle proiezioni di prova non hanno davvero capito il senso di quelle scene e perché si è ritenuto che il film dovesse aprirsi con una scena successiva in cui Rambo sta lavorando nel suo ranch per arrivare prima alla storia principale. L’apertura originale e alcune altre scene aggiuntive erano nel film fino a tre settimane prima che uscisse nelle sale americane, ma sono state tagliate perché le versioni senza queste scene sono risultate migliori. Tuttavia, queste scene sono state mantenute in molte delle versioni internazionali. Altre scene eliminate dal primo montaggio del film, tuttavia, non sono state rilasciate.
  • David Morrell, autore del libro del 1972 “First Blood”, che diventato il primo film di Rambo del 1982 dopo l’uscita di “Last Blood” ha twittato di “odiare il film”. Ha detto: “Il film è un disastro. Mi imbarazza che il mio nome venga associato ad esso. Il film manca di anima. Mi sono sentito meno umano dopo averlo visto, e oggi è un messaggio sbagliato da dare. Nessuno ha voluto discutere con me di questo film, vorrei che lo avessero fatto. Date un’occhiata a Violenza ad una minorenne (Trackdown) del 1976 con James Mitchum, stessa trama.”. Inizialmente Morrell aveva iniziato a lavorare sulle idee per il film con Sylvester Stallone per telefono all’inizio della pre-produzione, ma alla fine Stallone ha interrotto la comunicazione e ha scritto la sceneggiatura con un altro scrittore, ignorando la maggior parte delle idee di Morrell.
  • La storia di “Last Blood” era stata originariamente scritta da Sylvester Stallone per il quarto film di Rambo a metà degli anni 2000. Lo sceneggiatore Dan Gordon ha scritto una versione della sceneggiatura basata su quella storia intitolata “Rambo 4: Borderline”. Essendo un vero veterano di guerra, lo ha basato su alcune delle sue esperienze. In questa versione scomposta, Rambo vive in mezzo al nulla in Arizona dagli eventi del film precedente, ma quando la nipote di un’anziana donna messicana che conosce viene rapita da trafficanti di sesso, va in Messico per combattere i vari criminali mentre cerca di trovare la ragazza. Lungo la strada, riceve aiuto da un’agente dell’FBI messicana-americana sotto copertura. Il cattivo principale in questa versione era lo sceriffo Teasle, che era intento a vendicarsi dopo quello che Rambo gli ha fatto nell’originale Rambo (1982). Sebbene ad un certo punto questa versione del quarto film sia andata in pre-produzione, si è deciso invece di andare con una storia diversa ambientata in Birmania. Ma sin dall’uscita di John Rambo (2008) e mentre venivano scritte tutte le diverse idee e sceneggiature per il quinto film, molti altri scrittori hanno cercato di scrivere una nuova versione di questa storia. Nel 2018, Matt Cirulnick ha scritto la sua versione, ma dopo che Stallone ha fatto una riscrittura perché non gli piaceva parte della sua sceneggiatura e quanto fosse esagerata l’azione, è stata ripresa per la produzione. Sia Stallone che Gordon hanno ottenuto un credito per la storia nel film finale.
  • Quando Gabrielle fa visita a casa di Gizelles in Messico, c’è un poster sul suo frigorifero di Saul Torres en concierto con “Madri di Plaza de Mayo” sullo sfondo. “Madri di Plaza de Mayo” è un’associazione formata dalle madri dei desaparecidos, ossia i dissidenti scomparsi durante la dittatura militare in Argentina tra il 1976 e il 1983. Saul Torres è un musicista che ha tenuto concerti in Canada, Stati Uniti e Messico, e in alcuni di questi concerti vsi è trattenuto sul palco chiedendo giustizia per vari crimini contro i bambini tra cui il rapimento di massa di Iguala del 2014.
  • Nel suo account Instagram, Sylvester Stallone ha condiviso le sue opinioni sull’Extended Cut (che preferisce rispetto alla versione uscita nei cinema) di questo film che Stallone ha sottolineato essere il vero taglio.
  • Il coltello che Rambo porta con sé in Messico per prendere Gabriela e poi perde non è lo stesso coltello usato da Stallone in Rambo III.
  • “Last Blood” è uscito 11 anni dopo John Rambo (2008).
  • Lo studio Lionsgate ha visionato il primo montaggio del film il 5 aprile 2019.
  • I primi nomi dei due fratelli malvagi sono Victor e Hugo che uniti insieme compongono il nome dell’autore Victor Hugo.
  • Il film Il ritorno di Billy Jack del 1986 (che non è mai stato completato) ha una trama simile in cui l’eroe si scontra con dei trafficanti di sesso. Sfortunatamente Tom Laughlin è stato ferito durante le riprese. Quando si è ripreso abbastanza da completare il film, la maggior parte dei fondi degli investitori era sparita. Quindi hanno dovuto scartare il progetto. Anche Rambo in questo film affronta dei trafficanti di sesso.
  • Secondo film in cui John James Rambo non si vede a torso nudo. Il primo è stato Rambo IV (2008), senza contare quando era a casa di Carmen perché aveva una coperta sul busto.
  • Il primo film di Rambo girato interamente in digitale. “Rambo: Last Blood” è anche la prima produzione hollywoodiana ad essere girata su macchine da presa RED Gemini 5k.
  • Il nome Rambo viene pronunciato due volte nel film come il suo predecessore John Rambo (2008).
  • Nella sceneggiatura originale, le morti di Victor e Hugo erano diverse. Rambo strappa letteralmente il cuore a Victor e dopo aver combattuto contro Hugo nel climax, gli strappa la spina dorsale ed esce.
  • La maggior parte delle trappole esplosive piazzate da Rambo nei tunnel erano lo stesso tipo di trappole usate dai Viet Cong del Nord sui soldati americani. Il loro scopo era mutilare, ma Rambo le ha usate per mettere fuori combattimento i suoi nemici, così da poterli facilmente uccidere.
  • Nel romanzo e in Rambo 2 – La vendetta (1985), Murdock afferma che la data di nascita di Rambo è il 6 luglio 1947, ovvero un anno dopo la data di nascita di Sylvester Stallone. Nel film Victor mostra la patente di guida di Rambo a Gabrielle che afferma che la sua data di nascita è invece il 4 dicembre 1950.
  • Il Rambo ferito che si allontana a cavallo verso il tramonto è un cenno al finale de Il cavaliere della valle solitaria (1953) che il protagonista ferito di Alan Ladd che cavalca verso il tramonto.
  • Rambo che mette trappole esplosive per Hugo e i suoi uomini nel ranch di cavalli del padre defunto in cui Rambo viene ferito è simile a una scena di Skyfall (2012), in quel film, James Bond (Daniel Craig), M (Judi Dench) e Kincade (Albert Finnery) preparano trappole esplosive per Raoul Silva (Javier Bardem) a “Skyfall”, la tenuta della famiglia Bond in cui M viene ferita.
  • Il film costato 50 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 91.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono di Brian Tyler, che ha musicato per Stallone la trilogia di Rambo e I Mercenari, ed è tornato per musicare “Rambo: Last Blood”.

“Rambo: Last Blood” è una storia molto emozionante e la musica doveva riflettere il tono che il regista, Adrian Grunberg, ha impostato in modo così bello. Ho scritto una serie di temi sinceri e appassionati che riecheggiano il desiderio di Rambo per la famiglia, la giustizia, la vendetta e la compassione. Queste idee hanno creato una tensione tonale che è stata per me sia stimolante che gratificante come compositore. Archi lussureggianti, ottoni massicci, percussioni fragorose, pianoforte delicato e strazianti duetti di trombe echeggiavano i temi della perdita, del rimpianto, della speranza e della vendetta. È stato un viaggio incredibile comporre per questo personaggio senza tempo.

  • La canzone usata nel trailer è “Old Town Road – Remix” di Lil Nas X & Billy Ray Cyrus.
  • Per due volte nel film, Rambo ascolta “Five To One” dei Doors. Nella sceneggiatura originale, c’erano più scene che rivelavano il suo gusto musicale, come ad esempio l’ascolto di “Let It Bleed” e “Gimme Shelter” dei Rolling Stones e “War Pigs” dei Black Sabbath.

TRACK LISTINGS:

1. Rambo: Last Blood 2:55
2. The Ranch 3:12
3. Dusk 2:36
4. Unmistakable 3:17
5. Sorrow 2:07
6. Vengeance Eternal 2:31
7. Homeward Bound 3:20
8. Fatalism 3:11
9. Destination 3:35
10. John and Gabrielle 5:01
11. Rescue at Night 4:25
12. Concussed 3:27
13. Blood and Fire 4:02
14. Outnumbered 6:05
15. Love Unconditional 3:12
16. U-Turn 2:35
17. Because of You 3:49
18. They Will Come Back 2:02
19. We Will Find Him 5:17
20. The Tunnels 1:02
21. Higher Aspirations 1:41
22. Preparing for War 3:01
23. Sunset 2:30

https://www.youtube.com/watch?v=WoyXzq65kKA

 

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →