IL RAGAZZO INVISIBILE di Gabriele Salvatores: Il lavoro con gli stunts