Lui non voleva: il cortometraggio di Andrea Di Bartolo

lui non voleva

E' sempre bello dare spazio ai nostri lettori che, provetti cinefili, si cimentano nella realizzazione di cortometraggi di vario genere. Oggi vi presentiamo Andrea Di Bartolo che ci manda il suo lavoro 'Lui non voleva'. Ma lascio la parola a lui.

Carissimi amici di Cineblog.it, un saluto carissimo a tutti e approfittando dell'occasione anche tanti, ma tantissimi auguri di felice anno nuovo. Mi chiamo Andrea Di Bartolo e come tutti voi sono un appassionato di cinema e nel tempo libero videomaker. Proprio così, perchè nella realtà di tutti i giorni questo trentasettenne svolge la professione di cuoco. Non chiedetemi perchè e per come ogni tanto finisco dai fornelli alla macchina da presa probabilmente l'unica risposta è da ricercare nell'amore che provo per questa stupenda arte che è il cinema.

Da dove vi scrivo? Da Alessandria città in cui sono nato e cresciuto anche se mi sono dovuto spostare successivamente a Torino per poter studiare cinematografia presso l'Istituto Fellini e apprendere così i primi rudimenti delle tecniche di ripresa. Non voglio tediarvi ulteriormente con tutto il mio passato lavorativo. Vi dico solo che ho svolto diverse professioni ma una costante c'è sempre stata in tutto ciò che ho fatto nella mia vita: il cinema.

Ho realizzato in collaborazione con dei miei amici diversi cortometraggi e di questi ve ne voglio presentare uno: si intitola "Lui non voleva". E' stato realizzato nel 2005 con lo scopo di poter ricordare e dedicare una parte di me stesso alle vittime degli attentati alle Torri gemelle, ai nostri caduti di Nassirya e ai morti di Madrid e Londra. Dal 2001 tutti noi ci sentiamo molto più vulnerabili e in bilico su un filo teso su una voragine che potrebbe rappresentare il nostro futuro e quello dei nostri figli se non siamo in grado di superarlo tenendoci uniti per mano. In tutti questi secoli l'uomo non ha ancora imparato ad amarsi, ad accettarsi e sui suoi errori non è mai stato in grado di riflettere e fermarsi nel momento in cui ci si trova a dover rispondere ad una sola e unica domanda "Ma questo non l'abbiamo già fatto o vissuto?".

Ecco perchè i protagonisti del cortometraggio sono gli anziani, persone che nei loro occhi hanno ancora dipinte le immagini dell'ultima guerra mondiale vissuta sulla propria pelle, e tutti gli altri conflitti che si sono succeduti senza che l'uomo non smettesse di odiarsi. Proprio dai nostri padri o dai nostri nonni ci viene regalato l'insegnamento di non ritornare sugli errori commessi che, invece, stupidamente, senza ascoltare le loro voci, continuiamo a commettere.

Il cortometraggio ha visto la collaborazione degli anziani della casa di riposo "Il Platano" di Acqui Terme e di tutto il suo staff dirigenziale. Pensate che la protagonista, la signora Luisa, era la cognata di un grande regista italiano Franco Brusati. Era destino che dovesse prima o poi recitare e l'ha fatto credendo in un progetto che aveva come unico univerale messaggio "Fermiamoci ed ascoltiamo chi, l'orrore, lo ha già vissuto perchè non se ne possa commettere dell'altro."

Le musiche sono del mio amico e fedele compositore Fabio Serra che mi ha aiutato in questo viaggio fino all'affermazione avuta a Roma presso il concorso "L'invasione degli ultracorti" dove il cortometraggio è stato eletto come miglior corto nella serata del 1 Aprile 2006. Un premio che si aggiungono ad altre menzioni tra cui quella attribuita al Festival delle nazioni che si svolse in Austria nel Giugno 2006.

Non voglio aggiungere altro se non augurarvi una buona visione con "Lui non voleva".

Lui non voleva parte 1 link oppure qui sotto:



Lui non voleva parte 2 link oppure qui sotto:

Interpreti:
Luisa Brusati Cagnone
Pier Paolo casanova
Serena Baretti
Duilio Tincani
Serafina Pollarolo
Musiche: Fabio Serra
Effetti visivi: Simone Villati
Scritto e diretto da: Andrea Di Bartolo

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO