Esordio d’oro per Hellboy: The Golden Army al boxoffice Usa, mentre in Italia Wanted resiste all’assalto di Agente Smart

Esordio più che positivo per lo splendido Hellboy:The Golden Army al boxoffice Usa. Il sequel del diavolo rosso, nuovamente firmato Del Toro, si è portato a casa quasi 36 milioni di dollari in 3 giorni, come pronosticato dal 15% di voi al Fantaboxoffice, con una media per sala superiore agli 11 mila dollari. A conti



Esordio più che positivo per lo splendido Hellboy:The Golden Army al boxoffice Usa. Il sequel del diavolo rosso, nuovamente firmato Del Toro, si è portato a casa quasi 36 milioni di dollari in 3 giorni, come pronosticato dal 15% di voi al Fantaboxoffice, con una media per sala superiore agli 11 mila dollari. A conti fatti ben 13 milioni di dollari in più dell’esordio fatto registrare dal primo capitolo, che chiuse a quota 60 milioni. Dopo solo un weekend è costretto invece a scendere al 2° posto Hancock, capace comunque di arrivare all’incredibile cifra di 165 milioni di dollari, dopo esserne costati 150.

Terza piazza per la new entry Viaggio al Centro della Terra 3D, che se la cava con 20 milioni di dollari, a differenza di Piacere Dave, semplicemente disastroso. Appena 5 i milioni di dollari incassati dal film, che ne è costati 60, con una media per sala di appena 1,760 dollari. Un autentico disastro per Eddie Murphy. 4° posto per Wall-E, arrivato ai 162 milioni di dollari, 5° per Wanted, che tocca i 112 milioni di dollari, esattamente come Agente Smart.

Supera di poco i 200 milioni Kung Fu Panda, arriva ai 130 L’Incredibile Hulk, autentica delusione, con annessa riabilitazione del film di Lee, ma sarà il prossimo weekend a promettere fuochi d’artificio, con Il Cavaliere Oscuro, Mamma Mia! e Space Chimps a bombardare il botteghino. E in Italia invece… ce l’avrà fatta Steve Carell a spodestare Wanted dal trono del botteghino? Andiamolo a vedere….

Wanted contro tutti. Il cinecomics coatto e cazzuto con la Jolie riesce a rimanere in testa al botteghino nazionale, arrivando ad un totale di due milioni e mezzo di euro, con il traguardo dei 4 a portata di mano. Steve Carell, con il suo spassosissimo Agente Smart, non è riuscito a sfondare, confermando l’assurdo scetticismo tutto italiano nei confronti di questo attore, vero e proprio fenomeno comico.

Il film, in 5 giorni di programmazione, si porta a casa 668,000 euro, deludendo e non poco rispetto alle previsioni, alla campagna di lancio, al successo internazionale e alle potenzialità che in se racchiudeva. Sarà obiettivamente difficile che superi i 2 milioni e mezzo di euro. Dietro la coppia di testa resiste, incredibilmente, Un’estate al Mare, arrivato zitto zitto ai 4 milioni di euro, con il traguardo dei 6 a questo punto possibile.

Ottimo l’esordio per il lanciatissimo Funny Games, che raccoglie i frutti di una campagna di lancio importante e ben pensata, con 405,000 euro incassati. Al resto dei contendenti le briciole, aspettando l’arrivo di Hellboy, questo mercoledì, pronto a rianimare un boxoffice con l’acqua alla gola, da svegliare a suon di schiaffoni prima dell’arrivo del film più atteso di questa estate 2008… Il Cavaliere Oscuro!

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →