• Film

Ciao Italia: il trailer del documentario

Ecco arrivare in sala il documentario diretto da Barbara Bernardi e Fausto Caviglia.

di carla

Esce domani 30 gennaio, il documentario Ciao Italia (una produzione Italia e Germania) diretto da Barbara Bernardi e Fausto Caviglia. Vediamo prima la trama ufficiale:

A Berlino! A Berlino! Sembra quasi una parola d’ordine il messaggio trasversale che negli ultimi anni si sono scambiati gli italiani di ogni età, ordine, grado e censo. La capitale germanica è stata vista come la panacea di tutti i mali, il mitico nirvana dove ri-iniziare la vita era come un gioco possibile a tutti. Berlino ovvero il sogno che si fa realtà. Berlino, dove la vita non costa nulla; dove le case se non le regalano quasi; dove i servizi sono una cosa inconcepibile qui da noi; dove la burocrazia è per finta; dove trasporti, istruzione, svago, teatri e chi più ne ha ne metta, sono alla portata di tutti con un livello d’eccellenza straordinario che sa unire la meticolosità e la precisione teutoniche con la creatività e l’improvvisazione dei nuovi abitanti. Di fronte ad un fenomeno di tale portata è lecito porsi qualche cosa di più di qualche semplice domanda o fare un servizio televisivo più che altro versato alla curiosità. Barbara Bernardi e Fausto Caviglia hanno voluto scavare, documentare, sentire, farsi strumento d’indagine e la realtà che esce dal loro lavoro è ben lontana, diversa da quanto ci hanno raccontato altri e con altre forme. Berlino come, da italiani, non l’avete mai conosciuta!


Ciao Italia: foto e trailer
Ciao Italia: foto e trailer
Ciao Italia: foto e trailer


Ciao Italia: foto e trailer
Ciao Italia: foto e trailer
Ciao Italia: foto e trailer
Ciao Italia: foto e trailer
Ciao Italia: foto e trailer
Ciao Italia: foto e trailer
Ciao Italia: foto e trailer
Ciao Italia: foto e trailer

Il critico Boris Sollazzo lo ha recensito così:

Un documentario particolare, una mozione degli affetti e degli effetti della fuga – cospicua – di connazionali che cercano nella capitale della Germania unita una nuova possibilità. Quella, l’ultima, che pensano, forse a ragione, d’aver perso in Italia. Bernardi e Caviglia incorniciano queste storie – sei, c’è anche il maturo organizzatore culturale e l’impiegata di Bolzano – all’interno di scelte visive “urbanistiche”, mostrando panorami e palazzi berlinesi su un tappeto sonoro accattivante, e di una direzione narrativa ben precisa, quella di chi, esasperato, se n’è andato. Così la forza e la debolezza del documentario si riassumono facilmente in un unico elemento, quello di una semplificazione estrema di una decisione complessa, l’esilio volontario. (…) Ciao Italia ci dice soprattutto che quegli uomini e quelle donne ci mancheranno. Ma anche che fanno bene a starci lontano.

Oggi per voi il trailer, il poster e alcune foto.

I Video di Cineblog