Cult de sac. Una filmografia per la giornata della memoria

Tantissimi sono stati i film sull’Olocausto e sulla discriminazione degli ebrei. Non c’è, difatti, solo la grande volontà di non dimenticare quelle orribili pagine di storia, ma anche il tentativo disperato di riscattare (se possibile), attraverso il ricordo, milioni di vite derubate da una ideologia insieme fanatica e tecnocratica.Diversi sono i capolavori che hanno espresso

Il pianista, Giornata della memoria

Tantissimi sono stati i film sull’Olocausto e sulla discriminazione degli ebrei. Non c’è, difatti, solo la grande volontà di non dimenticare quelle orribili pagine di storia, ma anche il tentativo disperato di riscattare (se possibile), attraverso il ricordo, milioni di vite derubate da una ideologia insieme fanatica e tecnocratica.

Diversi sono i capolavori che hanno espresso quella tragedia, io personalmente ritengo che Dottor Korczak di Wajda, Il pianista di Polanski, Arrivederci ragazzi di Malle e il recente Il falsario-Operazione Bernahrdt sono i film che più mi hanno aiutato a capire, vivere e sopportare quelle esperienze terribili. Soprattutto mi sento di consigliare (e non per un valore strettamente cinematografico) gli incredibili film ambientati a Sobibor, il luogo in cui avvenne l’unica rivolta ebraica vittoriosa all’interno di un campo di sterminio.

In attesa del nuovo film di Andrzej Wajda, Katyn (che parla di altre fosse comuni, quelle dei soldati e civili polacchi uccisi dai sovietici), ecco una filmografia sulla persecuzione e lo sterminio degli ebrei in Europa.

-Suss l’ebreo (1940, Harlan)
-Il grande dittatore (1940, Chaplin)
-Così finisce la nostra notte (1941, Cromwell)
-L’ultima tappa (1948, Jakubowska)
-I perseguitati (1953, Dmytryk)
-Notte e nebbia (1955, Resnais)
-Il processo di Norimberga (1958, Podmaniczky)
-La stella di David (1959, Wolff)
-Kapò (1959, Pontecorvo)
-Giulietta, Romeo e le tenebre (1959, Weiss)
-Il diario di Anna Frank (1959, Stevens)
-Vincitori e vinti (1961, Kramer)
-L’oro di Napoli (1962, Lizzani)
-La passeggera (1963, Munk)
-Fuga da Mauthausen (1963, Zbonek)
-L’uomo del banco dei pegni (1965, Lumet)
-Judith (1965, Daniel Mann)
-Andremo in città (1966, Nelo Risi)
-La caduta degli dei (1969, Visconti)
-Paesaggio dopo la battaglia (1970, Wajda)
-Il giardino dei Finzi Contini (1970, De Sica)
-Cabaret (1972, Fosse)
-Diario di un italiano (1973, Carogna)
-Il portiere di notte (Cavani, 1974)
-La nave dei dannati (Rosenberg, 1976)
-Mr. Klein (1976, Losey)
-Il maratoneta (1976, Schlesinger)
-La linea del fiume (1976, Scavarla)
-Le deportate della sezione speciale SS (1976, De Silvestro)
-La vita davanti a se (1977, Mizrahi)
-Giulia (1977, Zinnemann)
-I ragazzi venuti dal Brasile (1978, Schaffner)
-Olocausto (1978, Chomskij)
-L’ultimo metrò (1980, Truffaut)
-La barca è piena (1980, Imhoff)
-Ballata per un condannato (1980, Daniel Mann)
-Playing for time (1981, Daniel Mann)
-Diritto d’offesa (1981, Wise)
-La scelta di Sophie (1982, Pakula)
-In nome dei miei (Enrico, 1983)
-Assisi underground (Ramati, 1984)
-Tornare per vivere (Lelouvh, 1985)
-Shoah-Olocausto (1985, Lanzmann)
-Il prezzo della vittoria (1986, De Jong)
-Arrivederci ragazzi (1987, Malle)
-Fuga da Sobibor (Jack Gold, 1987)
-L’amico ritrovato (1988, Schatzberg)
-La ragazza terribile (1989, Verhoeven)
-Oltre la vittoria (1989, Young)
-Nemici una storia d’amore (1989, Mazursky)
-Music box-prova d’accusa (1989, Costa Gavras)
-L’orologiaio (1990, Brandauer)
-Max e Helen (1990, Faville)
-Marta ed io (1990, Weiss)
-Dottor Korczak (1990, Wajda)
-Europa Europa (Holland, 1991)
-Vite sospese (1992, Seltzer)
-Alan e Naomi (1992, Van Wagenen)
-Swing kids-Giovani ribelli (1993, Carter)
-Schindler’s list (1993, Spielberg)
-Jona che visse nella balena (1993, Faenza)
-18000 giorni fa (1993, Gabrielli)
-Never forget (1994, Sargent)
-Testimoni (1995, Missoni)
-Per ignota destinazione (1995, Farina)
-La tregua (1996, Rosi)
-La settima stanza (1996, Mezsaros)
-La vita è bella (1997, Benigni)
-Gli ultimi giorni (1998, Moll)
-Il prezzo del coraggio (1997, Bogdanovich)
-Train de vie (1998, Mihaileanu)
-Jacob il bugiardo (1999, Kassovitz P.)
-Comedian harmonists (1999, Vilsmaier)
-Nuremberg (2000, Simoneau)
-Il cielo cade (2000, Frazzi)
-La rivolta (2001, Avnet)
-Monsieur Batignole (2001, Jugnot)
-Concorrenza sleale (2001, Scola)
-Conspiracy – Soluzione Finale (Frank Pierson, 2001)
-The Grey Zone – La Zona Grigia (Tim Blake Nelson, 2002)
-A torto o a ragione (2001, Szabo)
-Sobibor (2001, Lanzmann)
-L’ultimo treno (2002, Bogayevicz)
-Il pianista (2002, Polanski)
-La finestra di fronte (2002, Ozpetek)
-Amen (2002, Cista Gavras)
-Perlasca (2002, Negrin)
-Rosenstrasse (2003, Von Trotta)
-Fateless (2004, Koltaj)
-Camminando sull’acqua (2004, Fox)
-La caduta (2004, Hirschbiegel)
-Il servo ungherese (Giorgio Molteni, 2004)
-La rosa bianca (2005, Rothemund)
-Karol (2005, Battiato)
-Black book (2006, Verhoven)
-Senza destino (Lajos Koltai, 2005)
-Il falsario – Operazione Bernhard (Stefan Ruzowitzky, 2007)
-Hotel Meina (Carlo Lizzani, 2008)
-Il bambino con il pigiama a righe (Mark Herman, 2008)
-Defiance – I giorni del coraggio (Edward Zwick, 2008)

Ultime notizie su Filmografie

Tutto su Filmografie →