Brian Kirk scippa Passengers a Gabriele Muccino - confermato Keanu Reeves

Fino a 3 anni fa era un progetto firmato Gabriele Muccino. Poi non se ne fece nulla, ma lo sci-fi da 100 milioni di dollari Passengers è pronto a risorgere, con un nuovo regista...

Sono anni che si parla di questo script firmato Jon Spaihts. Era il 2009, con Gabriele Muccino e Keanu Reeves interessati al progetto Passengers e ormai pronti a dare il via alle riprese, ma alla fine non se ne fece nulla, per problemi di budget. Troppi 100 milioni di investire in un genere, la fantascienza, ancora non tornata in auge.

Fino ad oggi, perché il copione di Spaihts è finalmente tornato di attualità grazie allo stesso Reeves, confermato tanto in cabina di produzione quanto protagonista, e alla regia di Brian Kirk, ponto al grande salto dalla tv, dopo aver girato alcune puntate di "Game of Thrones" e "Boardwalk Empire".

Al centro della trama una rivisitazione sci-f della storia di Adamo ed Eva, ambientata nello spazio, con Keanu nei panni di un meccanico che affronta un viaggio lungo 120 anni verso una lontana galassia. Durante il tragitto, però, qualcosa va storto e l'uomo si sveglia. Solo e abbandonato su una nave popolata di robot, deciderà di interrompere l'ipersonno della bella Aurora per condividere il tragitto con un altro essere umano. I due si troveranno, così, ad affrontare tutte le tappe della conoscenza e dell'amore, passando per la diffidenza e le recriminazioni, costretti ad affrontare insieme l'avaria della nave e le tragiche conseguenze su tutti gli altri passeggeri addormentati.

Una trama intrigante ed originale, che ha visto perdere per strada il nostro Muccino, ancora scottato dalle critiche feroci ricevute negli States con Playing for Keeps. Perso Thor: The Dark World, Kirk ha così fatto suo l'atteso progetto d'esordio in sala, per un via alle riprese ormai imminenti.

  • shares
  • Mail