• Film

Lady in the water: il trailer

Lady in the water è il nuovo attesissimo film di M. Night Shyamalan, per la precisione il suo quinto film, la cui data di uscita è prevista per ottobre 2006. Il film narra la storia di Cleveland Heep, custode di un complesso condominiale che incontrerà una strana inquilina, Story, che non aveva mai notato prima.

Locandina Lady in the water è il nuovo attesissimo film di M. Night Shyamalan, per la precisione il suo quinto film, la cui data di uscita è prevista per ottobre 2006. Il film narra la storia di Cleveland Heep, custode di un complesso condominiale che incontrerà una strana inquilina, Story, che non aveva mai notato prima. In realtà la ragazza è una ninfa perseguitata da terribili creature che non la lasciano tornare nel suo luogo di provenienza… Ad interpretare Cleveland c’è il bravo Paul Giamatti, grandioso in Sideways, e ad interpretare la bella e misteriosa ninfa c’è, ancora a fianco di Shyamalan dopo The Village e dopo Manderlay di von Trier, Bryce Dallas Howard. Sul sito della Warner Bros. troverete un riassunto più dettagliato e anche un trailer, abbastanza vago ma comunque interessante. Verrete introdotti nel sito dalla seguente frase: “Una favola della buonanotte scritta e diretta da M. Night Shyamalan”. La storia fu infatti pensata dal singolare regista per i suoi figli, e poi si è trasformato in quello che in giro è descritto come un mix di fantasy, giallo e thriller. Dopotutto, un mix nient’affatto diverso dagli altri film del regista, che soprattutto nel suo ultimo film ha giocato molto sull’insieme dei generi mescolandoli di continuo fino all’incredibile finale. Forse Shyamalan è un regista frainteso, spesso non capito, tacciato troppo in fretta, i cui film spesso vengono bollati come furbi e noiosi, proprio come The village. Forse però non si pensa a tutta la magia che c’è dietro alle sue storie, alle inquietudini che stimolano, alle paure che scaturiscono dalle trame delle sue pellicole. Chissà se con Lady in the water Shyamalan riuscirà a far capire a tutti che ha talento da vendere e che è un gran, appunto, cantastorie, che spesso e volentieri racconta un po’ di noi e della nostra società. Speriamo non deluda le aspettative…