La danza della realtà: trailer italiano del nuovo film di Alejandro Jodorowsky

La danza della realtà: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul dramma biografico di  Alejandro Jodorowsky nei cinema italiani dal 30 ottobre 2014.

Esce nei cinema italiani domani 30 ottobre La danza della realtà (La danza de la realidad), film biografico diretto da Alejandro Jodorowsky e interpretato dal regista con Brontis Jodorowsky, Axel Jodorowsky, Adan Jodorowsky, Pamela Flores, Jeremias Herskovits e Bastián Bodenhöfer.

Il film è un’autobiografia immaginaria basata sull’omonimo libro del regista edito in Italia da Feltrinelli che ripercorre gli anni dell’infanzia di Jodorowsky a Tocopilla in Cile, durante gli anni del governo di Ibanez.

Sono nato nel 1929 nel nord del Cile, in terre conquistate al Perù e alla Bolivia. Tocopilla è il nome del mio paese natale. Un piccolo porto ubicato, forse non per caso, all’altezza del ventiduesimo parallelo. Nei tarocchi ci sono ventidue arcani maggiori. Ciascuno dei ventidue arcani dei Tarocchi marsigliesi è disegnato all’interno di un rettangolo composto da due quadrati. Il quadrato superiore può simboleggiare il cielo, la vita spirituale, mentre quello inferiore la terra, la vita materiale. Al centro del rettangolo s’iscrive un terzo quadrato che simboleggia l’essere umano, unione tra la luce e l’ombra, ricettivo verso l’alto, attivo verso la terra. [Incipit del libro]

Sinossi del romanzo:

“La danza della realtà” è un’autobiografia che va letta come il romanzo di una vita sorprendente, un’opera che scandisce il percorso di un uomo alla ricerca delle verità ultime e fornisce le chiavi del suo universo filosofico e sciamanico. L’infanzia dolorosa che aprì la sua sensibilità all’esistenza delle cose, la militanza a Parigi nelle file del surrealismo, la stregoneria medioevale scoperta attraverso lo studio dei tarocchi, la magia degli sciamani messicani, il taoismo zen, la scorribanda tra le arti e i saperi in tutte le latitudini delle culture. Da queste vicende e da un’infinità di altre esperienze deriva la psicomagia, una pratica che restituisce all’arte e all’immaginazione la loro primitiva funzione curativa dell’animo umano.

Cannes 2013 – The Dance of Reality: trailer del nuovo film di Alejandro Jodorowsky

Disponibile un trailer di The Dance of Reality (Danza De La Realidad), l’atteso ritorno su grande schermo di Alejandro Jodorowsky che ha debuttato al Festival di Cannes 2013 nella sezione indipendente e parallela Quinzaine des Réalisateurs.

Il film è un racconto pseudo-autobiografico che narra l’infanzia cilena del regista basato sull’omonimo libro di memorie di Jodorowsky del 2001. Ricordiamo che questo nuovo film arriva a 23 anni dalle sue due ultime fatiche Santa Sangre e The Rainbow Thief uscite entrambe nel 1990.

Jodorowsky parlando della sua sua opera ha detto:

Prima di iniziare, ho detto alla troupe: “sto cercando di guarire la mia anima. Ma non è un film narcisistico o egocentrico. La poesia non parla di storia. Si parla della vita interiore e di problemi universali”.

La moglie del regista Pascale Montandon ha curato i costumi e i suoi tre figli appaiono nel film, tra questi c’è Brontis che nel 1970 in El Topo interpretava il figlio del protagonista (lo stesso Jodorowsky). In The Dance of Reality Brontis interpreta Stalin un personaggio molto simile al padre di Jodorowsky, che il regista ha descritto come “un padre terribile, un uomo molto duro, ma che aveva le sue ragioni“.

L’intera storia è avvolta in una surreale e stravagante mitologia circense che ricorda atmosfere felliniane. Questa ambientazione non è una coincidenza, è una scelta che arriva dal passato di Jodorowsky che nella sua vita è stato un clown del circo, un burattinaio, un autore di routine per il mimo Marcel Marceau, co-fondatore negli anni ’60 con Fernando Arrabal e Roland Topor di un gruppo teatrale surrealista, autore di fumetti, lettore di tarocchi, intellettuale e psicoterapeuta.

Avendo rotto con il mio io illusorio, ero alla disperata ricerca di un percorso e di un senso della vita”. Questa frase riassume perfettamente il progetto biografico di Alejandro Jodorowsky: ricostituire l’incredibile avventura della sua vita. Alejandro Jodorowsky è nato nel 1929 a Tocopilla, una città costiera sul limitare del deserto cileno, dove è stato girato questo film. Fu lì che scoprì i fondamenti della realtà, mentre subiva un’infanzia infelice e alienata, come parte di una famiglia sradicata.

Fonte – Cineuropa

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Europei

Tutto su Film Europei →