Courmayeur Noir in Festival: Jennifer's Body - Recensione in anteprima

Jennifer's Body locandinaJennifer's Body (id. - horror, USA 2009) Regia di Karyn Kusama, con Megan Fox, Amanda Seyfried, Johnny Simmons, Adam Brody, J. K. Simmons, Amy Sedaris, Chris Pratt, Juno Ruddell, Kyle Gallner, Sal Cortez, Ryan Levine, Juan Riedinger, Colin Askey, Josh Emerson, Cynthia Stevenson.

Le prime immagini del film ci mostrano un istituto di igiene mentale, dove la giovane Needy è rinchiusa. E' lei a raccontarci, in un lungo flash back, gli eventi che l'hanno vista protagonista, assieme alla sua amica del cuore Jennifer, e che l'hanno condotta fin lì. Entrambe studentesse delle superiori, amiche fin da piccolissime, Jennifer e Needie sono molto diverse. La prima è una bellissima cheerleader, corteggiata da tutti i ragazzi, mentre la seconda è una timida secchiona, che frequenta il suo primo amore, Chip. Una sera, Needy accompagna Jennifer ad un concerto al Melody Lane, dove la cheerleader spera di conquistare Nikolai, il cantante dei Low Shoulder, un gruppo rock visto su MySpace. L’esibizione è tragicamente interrotta da un incendio nel locale. Jennifer, piuttosto stordita e sotto shock, accetta un passaggio sul furgone della band. Dopo quella notte, la ragazza non sarà più la stessa. Nella piccola cittadina di Devil's Kettle si susseguono svariati brutali omicidi, alcuni ragazzi vengono fatti a pezzi e sbranati. Needy è l'unica che sa come porre fine al massacro.

Personalmente definirei Jennifer's Body come una commedia horror e non come un film dell'orrore vero e proprio. E' probabilmente paragonabile ai classici del genere degli anni '80, che mescolavano una buona dose di humor grottesco a storie di demoni e mostri assetati di sangue (non per niente la sceneggiatrice Diablo Cody ha ammesso di aver preso ispirazione da Nightmare on Elm Street), finendo spesso per essere (volontariamente o involontariamente) comici anzichè spaventosi. Il tutto - in questo caso - coniugato al femminile e condito da slang e situazioni tipiche dell'universo dei teen-agers di ultima generazione. Adatto per una piacevole serata al cinema, ma niente di più.


Jennifer's Body

Forse ci sono troppi stereotipi in Jennifer's Body e forse il film avrebbe avuto più mordente (e maggiore appeal su una più vasta fetta di pubblico) se fosse stato affidato ad un regista differente, in grado di dare maggior risalto alle sequenze horror che invece, purtroppo, non riescono mai a far paura o a cogliere di sorpresa. Megan Fox è splendida, sexy, quasi in modo imbarazzante. Perfetta per il ruolo di reginetta di bellezza di provincia, di stupenda e corteggiatissima cheerleader un po' oca. Peccato che i suoi occhi siano spenti e la sua recitazione sia piatta e monocorde per tutto il tempo.

La sceneggiatura, pur essendo ben strutturata, accattivante, divertente ed ironica al punto giusto (oltre che ricca di citazioni cinefile) non brilla per originalità. Si potrebbe accusare Diablo Cody di non aver osato abbastanza. Forse avrebbe dovuto spingere maggiormente sul pedale dell'horror piuttosto che su quello della parodia, tracciando dei contorni più nitidi e definiti attorno ad una storia che risente di un'anima divisa in due. Amanda Seyfried è la cosa migliore del film: bravissima nel ruolo di Needy, la sua interpretazione spicca fra tutte. Questa ragazza farà strada...

Dal 10 dicembre al cinema

Voto Simona: 6/7
Voto Gabriele: 5
Voto Carla: 6/7

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: