Taylor Lautner e Kristen Stewart a Roma per presentare Eclipse

Taylor Lautner e Kristen Stewart a Roma per presentare Eclipse

Ci avevano annunciato 15 minuti di film in anteprima, ma alla fine, di anteprima, non abbiamo visto davvero nulla. La Twilight Mania si appresta a tornare tra noi con l'uscita ormai prossima di Eclipse, terzo e non ultimo capitolo della saga. Questa sera, sempre nella capitale, si terrà una vera e propria "Maratona Twilight", andata ovviamente esaurita, con Taylor Lautner e Kristen Stewart presenti in sala. Nell'attesa i due si sono concessi alle domande della stampa in mattinata, in quello che un tempo era il "miglior cinema della capitale", ovvero l'Adriano, crollato insieme all'Impero Cecchi Gori, tra poltrone sbragate e luride. Dai 15 minuti annunciati, come già detto, alla fine non ci sono state sorprese. Rientravano in questo quarto d'ora, infatti, due trailer in italiano, due sneak peak in lingua originale sottotitolate in italiano e 5 brevissime scene. In sostanza materiale già visto in rete.

Nella prima clip assistiamo ad un dialogo tra Bella ed Edward, con il 2° che cerca di convincere la prima a non trasformarsi in vampiro. I sue sono sul letto, faccia a faccia. Pattinson spiega alla Stewart che lui non ha un'anima, anche se lei crede di sì, e che a breve, nel caso in cui lei volesse davvero diventare un vampiro, perderebbe lentamente tutte le persone a cui vuole bene. Due scene vedono invece Edward scontrarsi con Jacob. L'oggetto del desiderio, ovviamente, è Bella. I due si ringhiano, minacciandosi l'uno contro l'altro, anche perchè Jacob avrebbe baciato Bella. Ma è Pattinson in una clip a mentire alla Stewart, pensando così di proteggerla, mandandola tra le braccia del muscoloso lupacchiotto. Finita la solfa del triangolo amoroso ecco arrivare i Volturi, in una brevissima clip in cui è Dakota Fanning ad illuminare lo schermo, mentre in un'altra sequenza Bella discute con Rosalie, che le ricorda come lei sia fortunata, perchè può scegliere se diventare vampiro. Un'opportunità a lei mai data...

Finiti gli abbastanza inutili 15 minuti, già visti in tutta la loro interezza, la conferenza stampa ci ha regalato una Kristen Stewart sempre più 'bella e dannata' ed un Taylor Lautner meno bamboccione di quanto si potesse pensare. Anche se i suoi famigerati muscoli sono rimasti coperti per tutta la durata delle interviste da un pesantissimo giubbotto di pelle (fuori facevano 40°, folle). E io che pensavo che la Summit lo obbligasse a rilasciare dichiarazioni ufficiali solo senza t-shirt. Entrambi hanno così confermato i progetti ormai prossimi, ovvero l'attesissimo On the Road di Jack Kerouac, portato sullo schermo da Walter Salles, per Kristen, e l'action thriller Abdiction di John Singleton per Lautner, tra un paio di settimane sul set e già da ora in costante allenamento. Nulla di nuovo sul fronte occidentale dal resto della conferenza, andata avanti stancamente parlando della crescita dei personaggi, capitolo dopo capitolo, dell'importanza di tutti e tre i registi, datisi il cambio dietro la macchina da presa, e della necessità di dividere in due parti Breaking Down, ormai ufficiale, in modo da riuscire a raccontare al meglio l'ultimo capitolo della saga, ovvero come fare più soldi. Obbligo di non fare domande infine sulla vita privata delle due star, per la delusione dei giornalisti presenti, solitamente sempre molto più interessati al gossip che ad altri aspetti prettamente tecnici legati al film.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: