Festival Internazionale del Film di Roma 2010: svelato il programma, premio a Julianne Moore, arrivano Let Me In, The Social Netwotk e una retrospettiva sullo Studio Ghibli

5 anni e non sentirli. E’ un Festival che ‘ringiovanisce’ quello che si terrà a Roma dal prossimo 28 ottobre al 5 novembre. Meno major, più cinema indipendente, più autori esordienti , più apparente ‘qualità’ e ancora più mostre, per una città che per 10 giorni verrà tagliata in due dagli eventi che dall’Auditorium Parco


5 anni e non sentirli. E’ un Festival che ‘ringiovanisce’ quello che si terrà a Roma dal prossimo 28 ottobre al 5 novembre. Meno major, più cinema indipendente, più autori esordienti , più apparente ‘qualità’ e ancora più mostre, per una città che per 10 giorni verrà tagliata in due dagli eventi che dall’Auditorium Parco della Musica finiranno per allargarsi a macchia d’olio. Quattro i film ‘italiani’ in concorso, oltre a Last Night d Massy Tadjedin, con Keira Knightley ed Eva Mendes protagoniste, Heavnen, di Susanne Beir, e Rabbit Hole di Cameron Mitchell, con Nicole Kidman superstar. Atteso Jim Loach con Oranges and Sunshine, con un Fuori Concorso che porterà nella capitale il trionfatore dell’ultimo Sundance, Animal Kingdom, oltre a Il Padre e lo Straniero di Ricky Tognazzi, Inshite Miru, ritorno al cinema di Hideo Nakata, il francese Les Petits Mounchoirs, con Marion Cotillard, Let Me In di Matt Reeves, The Social Network di David Fincher, vero e proprio acquisto ‘last minute’, We Want Sex con Bob Hoskins e The Kids Are All Right, con una Julianne Moore a quanto pare in odore di Oscar, che verrà a ricevere l’Acting Award.

Palese e voluto sarà l’omaggio del Festival all’oriente, con eventi dedicati alla cultura giapponese e una retrospettiva interamente dedicata allo Studio Ghibli di Miyazaki. Approderanno nella capitale l’attesissimo The Borrower Arrietty, uscito a luglio in giappone, Nausicaa sella Valle del Vento, The Story of Yaganawa’s Canals, Delivery Service, Only Yesterday, Porco Rosso, Pom Poko, Whisper of the Heart, La Principessa Mononoke, La città Incantata e il documentario Miyazaki Hayao e il Muse d’Arte. In anteprima mondiale John Landis verrà nella capitale a presentare il suo Burke and Hare, senza dimenticare la ricca sezione extra, dedicata ai documentari, che presenterà a Roma il controverso The People vs. George Lucas e Yves Saint Laurent, l’amour fou, entrambi fuori concorso. Sempre rimanendo in tema ‘documentari’, da segnalare la presenza di Waiting for Superman, film sull’istruzione che sta letteralmente dividendo l’America.

Ricordando gli omaggi ad Ugo Tognazzi, a 20 anni esatti dalla sua morte, a Satoshi Kon, ad Akiro Kurosawa, a 100 anni dalla nascita, e a La Dolce Vita di Federico Fellini che, a 50 anni dalla sua uscita in sala, verrà proiettato in anteprima mondiale in versione restaurata, il Festival apre le porte anche al mondo della ‘tv’, con la puntata pilot di Boardwalk Empire, diretta da Martin Scorsese, la versione per il cinema di Carlos, di Oliver Assayas, e Le Cose che Restano di Gianluca Tavarelli, prodotto da Angelo Barbagallo, ideato per la tv, e proiettato a Roma in tutta la sua interezza (5 ore). Tanti gli incontri tra gli autori e il pubblico, per Francesco Nuti e con John Landis, Shah Rukh Khan, Ennio Morricone, Fanny Ardant, Andrea Camilleri, Silvio Orlando e Margherita Buy in prima linea, e tanti i titoli che promettono di creare polemiche, come lo scorretto Kill Me Please, che proverà a ‘ridere’ dell’eutanasia. Valeria Solarino come madrina, 160 sponsor, 146 lungometraggi e documentari, 16 film in concorso nella Selezione Ufficiale, 11 film della retrospettiva Studio Ghibli nella sezione Occhio sul Mondo | Focus, 12 premi ufficiali, 11 collaterali,29 progetti presentati nella Fabbrica dei Progetti, 7 sale cinematografiche nel Villaggio del Cinema, per un Festival che prova ad ‘evolversi’, regalando un programma vastissimo e sulla carta decisamente interessante, confermando la ‘regola’ che l’ha visto nascere: Tutto il cinema per Tutti. Dopo il saltino l’intero programma.

Festival Internazionale del Film di Roma 2010: ecco tutto il programma

Selezione Ufficiale – in Concorso:

Dog Sweat di Hossein Keshavarz
Five Day Shelter di Ger Leonard
Gangor di Italo Spinelli
Golakani Kirkuk / I Fiori di Kirkuk di Fariborz Kamkari
Hævnen / In a Better World di Susanne Bier
Io sono con te di Guido Chiesa
Kill Me Please di Olias Barco
Last Night di Massy Tadjedin
La scuola è finita di Valerio Jalongo
Las buenas hierbas / The Good Herbs di María Novaro
Bei Mian / The Back di Liu Bingjian
Little Sparrows di Yu-Hsiu Camille Chen
Oranges and Sunshine di Jim Loach
Poll / The Poll Diaries di Chris Kraus
Rabbit Hole di John Cameron Mitchell
Una vita tranquilla di Claudio Cupellini

Selezione Ufficiale – Fuori Concorso:

Animal Kingdom di David Michôd
Boardwalk Empire di Martin Scorsese
Crime d’amour / Love Crime di Alain Corneau
Il padre e lo straniero di Ricky Tognazzi
Inshite Miru – Nanokakan No Desu Gemu / The Incite Mill: 7 Day Death Game di Hideo Nakata
Karigurashi no Arietty / Arrietty di Hiromasa Yonebayashi
Les Petits mouchoirs di Guillaume Canet
Let Me In di Matt Reeves
L’Homme qui voulait vivre sa vie di Eric Lartigau
The Kids Are All Right di Lisa Cholodenko
We Want Sex di Nigel Cole

Spettacolo|Eventi Speciali:

My Name Is Khan di Karan Johar
La scomparsa di Patò di Rocco Mortelliti
Carlos di Olivier Assayas
Le cose che restano di Gianluca Tavarell
Chimères Absentes di Fanny Ardant
Bhutto di Duane Baughman e Johnny O’Hara
Inge Film di Luca Scarzella
Francesco Nuti… e vengo da lontano di Mario Canale
Dylan Dog: Dead of Night di Kevin Munroe, (Anteprima mondiale di 20minuti)
Crisi di classe di Giovanni Pedone

Alice nella città in Concorso:

Adem / Oxygen di Hans Van Nuffel
As melhores coisas do mundo / The Best Things in the World di Laís Bodanzky
Herois / Forever Young di Pau Freixas
Hold om mig / Hold me tight di Kaspar Munk
I Want To Be a Soldier di Christian Molina
L’estate di Martino di Massimo Natale
Leila di Audrey Estrougo
Los Colores de la Montaña di Carlos César Arbelaez
Lou di Belinda Chayko
Matching Jack di Nadia Tass
My Brothers di Paul Fraser
Quartier Lointain / A Distant Neighborhood di Sam Garbarski
Tête de Turc di Pascal Elbé
The Runway di Ian Power

Alice nella città Selezione Ufficiale:
WINX Club 3D Magica Avventura di di Iginio Straffi

Alice nella città – L’Altro Cinema | Extra

Asse Mediano di Michele Mossa
Un sasso nello stagno di Felice Cappa
Waiting for ‘Superman’ di Davis Guggenheim

L’ALTRO CINEMA | EXTRA
DOCUMENTARI IN CONCORSO

A Mao e a Luva
The Canal Street Madam
Ce n’est qu’un debut / Just a Beginning
Il colore del vento
Diol Kadd. Vita, diari e riprese in un villaggio del Senegal
Facing Genocide: Khieu Samphan and Pol Pot
Mother of Rock: Lillian Roxon
The Promise: The Making of Darkness on the Edge of Town
De Regenmakers / Rainmakers
Vuelve a la Vida / Back to Life
The Woodmans

L’Altro Cinema | Extra – Occhio sul Mondo | Focus
Yoyogi Tadashi to Sono–Jidan / Yoyochu in the Land of the Rising Sex

L’ALTRO CINEMA | EXTRA
DOCUMENTARI FUORI CONCORSO

Gasland
Inside Job
The People vs George Lucas
Yves Saint Laurent, l’amour fou

I FILM DELLA RETROSPETTIVA STUDIO GHIBLI

Kaze no Tani no Naushika / Nausicaä of the
Valley of the Wind / Nausicaä della Valle del
vento
di Miyazaki Hayao, Japan, 1984, 116′

Yanagawa Horiwari Monogatari / The Story of
Yanagawa’s Canals
di Takahata Isao, Japan, 1987, 165’

Majo no Takkyubin / Kiki’s Delivery Service
di Miyazaki Hayao, Japan, 1989, 102′

Omohide Poro Poro / Only Yesterday
di Takahata Isao, Japan, 1991, 118’

Kurenai no Buta / Porco Rosso
di Miyazaki Hayao, Japan, 1992, 94’

Heisei Tanuki Gassen Ponpoko / Pom Poko
di Takahata Isao, Japan, 1994, 118′

Mimi wo Sumaseba / Whisper of the Heart
di Kondo Yoshifumi, Japan, 1995, 111’

Mononoke Hime / Princess Mononoke /
Principessa Mononoke
di Miyazaki Hayao, Japan, 1997, 113’

Sen to Chihiro no Kamikakushi / Spirited Away
/ La città incantata
di Miyazaki Hayao, Japan, 2001, 124’

Otsuka Yasuo no Ugokasu Yorokobi / Yasuo
Otsuka’s Joy of Animating
di Uratani Toshiro, Japan, 2004, 107’

Miyazaki Hayao e il Museo D’arte Ghibli
di Takahata Isao, Japan, 2005, 63’

OCCHIO SUL MONDO | FOCUS

Box – Hakamada Jiken Inochi Towa / Box – The
Hakamada Case
Fuwaku no Adagio / Autumn Adagio

Selezione Ufficiale | Fuori Concorso – Occhio sul
Mondo | Focus
Inshite Miru – Nanokakan No Desu Gemu

Selezione Ufficiale | Fuori Concorso – Occhio sul
Mondo | Focus
Karigurashi no Arietty
Sakuran
Toilet

L’Altro Cinema | Extra – Occhio sul Mondo |
Focus

Yoyogi Tadashi to Sono–Jidan / Yoyochu in the
Land of the Rising Sex

Selezione Ufficiale | Fuori Concorso – Occhio sul
Mondo | Focus

Inshite Miru – Nanokakan No Desu Gemu / The Incite Mill: 7 Day Death Game di Hideo Nakata

Selezione Ufficiale | Fuori Concorso – Occhio sul
Mondo | Focus

Karigurashi no Arietty / Arrietty
Sakuran

Narimiya, Yoshino Kimura, Miho Kanno Toilet

L’Altro Cinema | Extra – Occhio sul Mondo |
Focus

Yoyogi Tadashi to Sono–Jidan / Yoyochu in the Land of the Rising Sex

L’ALTRO CINEMA | EXTRA
LUNGOMETRAGGI FUORI CONCORSO

Ad ogni costo
Burke and Hare
The Freebie
Pete Smalls is Dead
Proie / Prey
Le sentiment de la chair / The Sentiment of the
Flesh
Shimjangii-Thyney / My Heart Beats

Ultime notizie su Festival di Venezia

Tutto su Festival di Venezia →