E’ morto Blake Edwards, padre della Pantera Rosa

Premio Oscar alla carriera nel 2004, si è spento all’età di 88 anni uno dei registi americani più amati di sempre, Blake Edwards. Regista, sceneggiatore, attore e produttore cinematografico, ad Edwards dobbiamo il merito per aver visto capolavori come Colazione da Tiffany, La Pantera Rosa, l’indimenticabile Hollywood Party, La grande corsa, S.O.B. e lo splendido

Premio Oscar alla carriera nel 2004, si è spento all’età di 88 anni uno dei registi americani più amati di sempre, Blake Edwards.

Regista, sceneggiatore, attore e produttore cinematografico, ad Edwards dobbiamo il merito per aver visto capolavori come Colazione da Tiffany, La Pantera Rosa, l’indimenticabile Hollywood Party, La grande corsa, S.O.B. e lo splendido Victor Victoria. Nel 1993 il suo ultimo film, con protagonista il nostro Roberto Benigni, Il figlio della Pantera Rosa, enorme fiasco di critica e di pubblico. Storico il sodalizio con Peter Sellers, reso celebre nei panni dell’imbranato ispettore Clouseau, e quello con Henry Mancini, mitologico compositore che firmò le colonne sonore di quasi tutti i suoi film e telefilm, vincendo ben 4 Premi Oscar.

Nel 1992 e 1993 ad Edwards vengono consegnate la Légion d’honneur in Francia ed il cavalierato della Repubblica in Italia per l’ordine delle arti e lettere, nel 2004 gli viene dato quell’Oscar mai vinto in 50 anni di carriera, mentre la sua stella nell’Hollywood Walk of Fame si trova al 6910 dell’Hollywood Blvd. Lascia l’amata moglie Julie Andrews, sua vera musa cinematografica sposata 41 anni fa, cinque figli e 7 nipoti, da dividere con la prima moglie. E chissà se ora starà ridendo e scherzando con quel Sellers con cui ha fatto coppia per quasi 30 anni, strimpellando Moon River accanto ad Audrey Hepburn.

Noi di Cineblog lo vogliamo ricordare con alcune delle sue scene più celebri, ovviamente dopo il saltino. Ciao Blake.

I Video di Blogo

35 film da vedere secondo Paul Thomas Anderson