Hollywood pensa ad un film sul gioco “Battaglia Navale”: per James Cameron è crisi

A più riprese ci è sembrato di sentire dire che da tempo Hollywood stia attraversando una non meglio precisata “crisi d’idee”, con tanto di ipotesi che avallano ragionevolmente tale tesi. Insomma, certe cose difficilmente le si riesce a dissimulare, specie quando ci si espone al pubblico ludibrio a causa di notizie che, almeno per ora,


A più riprese ci è sembrato di sentire dire che da tempo Hollywood stia attraversando una non meglio precisata “crisi d’idee”, con tanto di ipotesi che avallano ragionevolmente tale tesi. Insomma, certe cose difficilmente le si riesce a dissimulare, specie quando ci si espone al pubblico ludibrio a causa di notizie che, almeno per ora, sembrano raccogliere solo decisi dissensi.

L’ultimo giunge nientepopodimenoché da James Cameron, che con tono piuttosto disgustato e accusatorio, ha commentato quanto segue in merito ad una delle ultime trovate. Qualcuno, nei dintorni di Los Angeles, sta infatti pensando di mettere su un film incentrato sul gioco della Battaglia Navale – esatto, proprio quello lì (“B5″… “colpito e affondato!“).

Abbiamo una crisi a livello di trama. Ora vogliono fare un film sul gioco della Battaglia Navale. Questa è pura disperazione.

Beh, che sia addirittura “disperazione” non sta a noi dirlo. Nè tantomeno ce la sentiamo di asserire, con assoluta certezza, che solo uscite di questo tipo vadano annoverate tra gli eventuali sintomi di una condizione non proprio incoraggiante. Tuttavia non dovrebbe far troppo scalpore una simile notizia, se si pensa che tempo addietro si vociferava circa un progetto basato sul Cubo di Rubik.

I Video di Cineblog