Comic-Con 2013: il panel di Shadowhunters – Città di ossa

Approda al Comic-Con 2013 il panel di Shadowhunters – Città di ossa, fantasy basato sui libri di Cassandra Clare in arrivo nei cinema italiani per il 28 agosto.

Iniziamo con la sinossi ufficiale:

La pellicola, che vede protagonisti i giovanissimi attori in ascesa Lily Collins e Jamie Campbell Bower, è tratta dall’omonimo best seller della scrittrice Cassandra Clare, edito in Italia da Mondadori. L’eroina della saga, la quindicenne Clary Fray (Collins), scopre di essere la discendente di una stirpe di semi angeli guerrieri, gli Shadowhunters, impegnati in una lotta contro i demoni per proteggere il nostro mondo. Dopo la scomparsa della madre, Clary si unisce ad un gruppo di Shadowhunters, tra i quali spicca il misterioso ed affascinante Jace (Campbell Bower), che le fanno scoprire una New York underground popolata da demoni, stregoni, vampiri, licantropi e altre terribili creature. Un fantasy che prova a rivolgersi non solo agli amanti del genere, ma anche a un pubblico più ampio grazie a una sceneggiatura ricca di suspense, azione e intrecci amorosi.

Al panel sono intervenuti: il regista Harold Zwart, la scrittrice Cassandra Clare e i membri del cast Lily Collins (che interpreta l’eroina Clary Fray), Robert Sheehan (Simon Lewis), Kevin Zegers (Alec Lightwood), Godfrey Gao (Magnus Bane) e Jamie Campbell Bower (Jace Wayland).

Il panel si è aperto con la proiezione di una clip estesa del film in cui Jocelin (Lena Headey) la madre di Clary viene attaccata nel loro appartamento da due figure misteriose. Nel frattempo, Clary si sta confrontando con Jace sul simbolo che continua a disegnare senza riuscire a fermarsi e sul perché è tatuato sul braccio. Si sta chiedendo perché lei lo può vedere, quando la maggior parte delle persone non possono. La clip torna a Jocelyn che sta combattendo contro i suoi assalitori con una padella cercando di trovare abbastanza spazio di manovra per mettere in guardia Clary. Quando Clary riceve la chiamata dalla madre che la avverte di stare lontano da casa, la nostra giovane eroina corre naturalmente a casa per trovare l’appartamento sottosopra, la madre scomparsa e un cane che apparteneva a uno degli aggressori. Il cane poi si trasforma in un orribile bestia realizzata in CGI e cerca di attaccare Clary. Con incredibile naturalezza Clary imposta rapidamente un’esplosione nella sua cucina, al fine di sconfiggere la bestia. La bestia è così ridotta a piccoli globuli di CGI, che però cominciano a ricomporsi e ancora una volta ad attaccare. Jace interviene all’ultimo secondo, trafigge la bestia con la sua spada e trasforma la creatura in polvere. Jace spiega poi che la bestia era un demone e che i demoni possono assumere qualsiasi forma. Quando ha finito di piangere tra le sue braccia Clary si allontana da lui e gli chiede: “Come faccio a sapere che non sei un demone?” e lui risponde: “Ti ho appena salvato la vita, no?“.

Le domande del pubblico:

Alla Clare viene chiesto come fa a rimanere così attiva nella comunità dei fan e tuttavia a continuare a scrivere romanzi. L’autrice dice che si è imposta di scrivere 3000 parole al giorno e poi lei è libera di fare qualsiasi altra cosa vuole. Le piace parlare con i fan e ascoltare ciò che hanno da dire.

Al cast viene chiesto qual’è l’aspetto più impegnativo nell’interpretare i rispettivi personaggi: la Collins risponde “Fare acrobazie in un vestito stretto e con stivali di pelle da 12 cm“, mentre per Bower è: “Non mangiare cioccolato“.

Fonte | Collider

I Video di Cineblog