Roma 2013 - primi film in Concorso: Her, Dallas Buyers Club, Out of the Furnace e Another Me

Basta solo anteprime mondiali, ben vengano titoli già visti altrove ma di qualità 'certificata'. Roma 2013 inizia a svelarsi

4 colpi a sorpresa, diciamocelo chiaramente. Dopo aver annunciato l'anteprima mondiale dell'ultimo film di Jonathan Demme, l'arrivo di Hunger Games 2, di Planes e i due Presidenti di Giuria, il Direttore Artistico del Festival Internazionale del Film di Roma Marco Müller ha ufficializzato i primi quattro film di lingua inglese in Concorso all’ottava edizione, che si terrà dall’8 al 17 novembre presso l’Auditorium Parco della Musica. Con Cineblog presente.

Stiamo parlando di film particolarmente attesi come Her, scritto e diretto da Spike Jonze e con Joaquin Phoenix, Amy Adams, Rooney Mara, Olivia Wilde e Scarlett Johansson protagonisti; Dallas Buyers Club di Jean-Marc Vallée, con Matthew McConaughey, Jennifer Garner e Jared Leto mattatori; Out of the Furnace di Scott Cooper, che vede protagonisti Christian Bale, Casey Affleck, Woody Harrelson, Forest Whitaker, Zoë Saldaña, Sam Shepard e Willem Dafoe; ed infine Another Me di Isabel Coixet, con Sophie Turner, Jonathan Rhys Meyers, Claire Forlani, Gregg Sulkin, Rhys Ifans, Geraldine Chaplin e Leonor Watling.

Titoli molto importanti e 3 su 4 in odore di Oscar, anche se non in anteprima mondiale. La pellicola di Spike Jonze, ad esempio, avrà la sua premiere al New York Film Festival, mentre Dallas Buyers Club si è già fatto vedere a Toronto. Se Out of the Furnace uscirà a fine ottobre in Norvegia, solo Another Me potrebbe sbarcare nella Capitale in anteprima, uscendo in patria il 15 novembre. La 'svolta' di 12 mesi fa di presentare in Concorso solo film mai visti prima, a dir poco suicida vista l'agguerrita concorrenza tra Festival in atto, è quindi durata il tempo di un'edizione. Fortunatamente. Dopo 11 mesi di polemiche per la distanza sempre più marcata dalla 'Festa' originaria di stampo veltroniano, il Festival di Roma potrebbe riavvicinarsi al pubblico, presentando sul red carpet della Capitale semplicemente il meglio, o quasi, che passa il Convento, senza badare troppo ad eventuali prime.

Immancabile, ovviamente, l'eventuale polemica con il Festival di Torino, di fatto 'privato' di 3 possibili titoli da presentare in cartellone dalla macchina da guerra capitolina. In Her di Jonze, lo ricordiamo, Joaquin Phoenix interpreta Theodore, uno scrittore solitario che instaura un’improbabile relazione con il suo nuovo sistema operativo, progettato per soddisfare l'utente in tutte le sue esigenze. Dallas Buyers Club, diretto dal regista e sceneggiatore canadese Jean-Marc Vallée, autore di C.R.A.Z.Y., è invece ispirato a fatti realmente accaduti e racconta l’intensa lotta per la sopravvivenza di Ron Woodroof, elettricista texano e cowboy appassionato di rodei, a cui viene diagnosticato il virus dell’Hiv. Out of the Furnace è una storia ad alta tensione di Scott Cooper, il regista che nel 2010 ha firmato Crazy Heart, con protagonista Russell Baze (Bale), in cerca di giustizia per suo fratello Rodney, coinvolto in affari criminali e misteriosamente scomparso. Another Me, e qui chiudiamo, è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo della scrittrice Cathy MacPhail. Al centro della trama la ricerca di un equilibrio interiore di una giovane donna perseguitata da un passato oscuro.

  • shares
  • Mail