• Film

Paranormal Activity 3 nella storia del box office americano: incassati 54 milioni di dollari

Il miglior esordio al box office americano per un film horror. Paranormal Activity 3 è riuscito ad entrare nella storia del cinema statunitense grazie a 72 ore a dir poco sensazionali.



Il miglior esordio di sempre al box office americano per un film horror. Paranormal Activity 3 è riuscito ad entrare nella storia del cinema statunitense grazie a 72 ore a dir poco sensazionali. Costato appena 5 milioni di dollari, il film della Paramount ha incassato qualcosa come 54 milioni di dollari in 3 giorni, ovvero come indovinato dal 19% di voi al FantaBoxOffice. Frantumati i 40,678,424 dollari incassati 12 mesi fa dal predecessore, per un franchise che riesce miracolosamente a crescere anno dopo anno. Straordinaria la media per sala, pari a 16,266 dollari, per una saga low cost che non conosce più limiti. A questo punto appare più che scontato il 4° capitolo, per la gioia della Paramount, riuscita in 36 mesi a creare un franchise strabiliante. Seconda posizione per una vecchia conoscenza della Top10, ovvero Real Steel, calato solo del 30.5% e arrivato ai 67 milioni, con Footloose sceso al terzo posto (-30.3%) con 31 milioni di dollari in tasca.

Deludente quarto posto, invece, per I Tre Moschettieri 3D. Costata 80 milioni di dollari, la pellicola della Summit Entertainment ne ha raccolti poco meno di 9, con una media per sala di 2,917 dollari. Un disastro, se non fosse per i mercati esteri, che hanno già fruttato qualcosa come 50 milioni. Scivola così in quinta posizione George Clooney con Le idi di Marzo (-31.1% sugli incassi), arrivato ai 29 milioni di dollari, mentre sono 65 i milioni incassati fino ad oggi dall’ottimo Dolphin Tale 3D. Buono anche il totale raccolto fino ad oggi da Moneyball, con 64 milioni di dollari in tasca, con un’ottava posizione che vede protagonista Johnny English 2. Pessimo l’esordio per il film della Universal, riuscito ad incassare appena 4 milioni di dollari in 3 giorni, con una media per sala di 2,448 dollari. 1,552 le copie a disposizione, per un sequel che ha visto più che dimezzare i dollari raccolti rispetto al capitolo uno. In quel caso furono 9,134,085. C’è da dire che la pellicola ha fatto faville all’estero, raccogliendo quasi 90 milioni di dollari in tutto il mondo.

Crollo pauroso del -63.3% per il prequel de La Cosa, arrivato ai 14 milioni dopo 10 giorni di programmazione, con la commedia della Summit 50/50 a chiudere la chart, con quasi 28 milioni di dollari in tasca. Weekend ricco il prossimo, grazie all’uscita in appena 200 sale di Anonymous, a In Time, The Rum Diary e soprattutto Il gatto con gli Stivali 3D. Riuscirà il cartoon Dreamworks a spodestare il sorprendente Paranormal Activity 3?

I Video di Cineblog