• Film

Bill Nighy ci rassicura sul remake di Atto di Forza

Si sa, quando ci si imbarca in progetti importanti si è quasi tenuti all’ottimismo, per lo meno con la stampa. Se di mezzo c’è anche il delicato remake di Atto di Forza, tutto allora assume un connotato diverso. Stavolta è Bill Nighy ad uscire allo scoperto, senza però sbottonarsi più di tanto, chiaramente (via Playlist).

Si sa, quando ci si imbarca in progetti importanti si è quasi tenuti all’ottimismo, per lo meno con la stampa. Se di mezzo c’è anche il delicato remake di Atto di Forza, tutto allora assume un connotato diverso. Stavolta è Bill Nighy ad uscire allo scoperto, senza però sbottonarsi più di tanto, chiaramente (via Playlist). A lui toccherà interpretare il ruolo di Kuato, leader dei ribelli, nonché mutante.

Non sono un fan di mostri e cose del genere ma adoro le versioni eccentriche e fantasiose del futuro più prossimo, e questo è assolutamente brillante.

Riferendosi ovviamente all’universo di Atto di Forza. Il buon Nighy, però, sembra essere pure al corrente delle perplessità che molti nutrono nei riguardi di questo rifacimento, memori dell’originale di Paul Verhoeven, con Arnold Schwarzenegger. Ecco allora prodursi in alcune esplicite rassicurazioni.

So che l’originale viene custodito gelosamente ma vi posso aiutare a rilassarvi, perché se c’è uno che può rifarlo, non è nemmeno in buone mani, è in splendide mani.

E questo per quanto riguarda Len Wiseman (Underworld), regista di questo remake. Alla luce di quanto appena riportato, come chiudere il proprio intervento? Bill Nighy si espone: “Atto di Forza? Forse sarà più memorabile di quello che immaginiamo“.

I Video di Cineblog