Gotham Independent Film Awards 2013: 12 Years a Slave domina le nomination

I 23. Gotham Independent Film Awards sono i premi che l’IFP di New York assegna al cinema indipendente americano, e sono il primo passo “ufficiale” della lunga corsa agli Oscar 2014. Ecco tutte le nomination, dove domina 12 Years a Slave di Steve McQueen. I vincitori il 2 dicembre 2013.

Non è una sorpresa che 12 Years a Slave di Steve McQueen domini le nomination dei 23. Gotham Independent Film Award, i premi che l’IFP assegna ogni anno al cinema indipendente americano. Il film è uno dei frontrunner nella corsa agli Oscar 2014, e notoriamente i Gotham Awards sono il primissimo step che porta pian piano ad altre nomination e premi “che contano” in vista proprio della cerimonia degli Academy Awards.

12 Years a Slave si porta a casa le segnalazioni come miglior film, miglior attore e miglior attrice rivelazione (Lupita Nyong’o, al momento quella con più possibilità di vincere l’Oscar come miglior attrice non protagonista). Completamente assenti a sorpresa Nebraska, Frances Ha, Mud ed Enough Said. Per il film di Payne si tratta di una “bocciatura” da non sottovalutare: la sua corsa agli Oscar non inizia proprio con il piede giusto, ma saprà rifarsi probabilmente lungo il cammino.

Certo, le categorie sono pochine e i posti sono solo 5: se da una parte le nomination per 12 Years a Slave e Inside Llewyn Davis sono scontate, chi altro può dare risalto a film come Ain’t Them Bodies Saints, Before Midnight e Upstream Color? Certo, ci sono gli Independent Spirit Awards, ma quello è un altro discorso e sarà interessante vedere chi sarà nominato in quel caso.

Forse a Fruitvale Station serve in questo momento proprio una spinta in più che dai Gotham non ha ricevuto (se non per il regista e l’attore rivelazione). Da sottolineare anche la doppia nomination per Amy Seimetz, miglior regista rivelazione per Sun Don’t Shine e miglior attrice in Upstream Color.

Le nomination dei 23. Gotham Awards

Miglior film
12 Years a Slave – Steve McQueen (Fox Searchlight Pictures)
Ain’t Them Bodies Saints – David Lowery (IFC Films)
Before Midnight – Richard Linklater (Sony Pictures Classics)
Inside Llewyn Davis – Joel e Ethan Coen (CBS Films)
Upstream Color – Shane Carruth (erbp)

Miglior documentario
The Act of Killing – Joshua Oppenheimer (Drafthouse Films)
The Crash Reel – Lucy Walker (HBO Documentary Films)
First Cousin Once Removed – Alan Berliner (HBO Documentary Films)
Let the Fire Burn – Jason Osder (Zeitgeist Films)
Our Nixon – Penny Lane (Cinedigm and CNN Films)

Miglior regista rivelazione
Ryan Coogler per Fruitvale Station (The Weinstein Company)
Adam Leon per Gimme the Loot (Sundance Selects)
Alexandre Moors per Blue Caprice (Sundance Selects)
Stacie Passon per Concussion (RADiUS-TWC)
Amy Seimetz per Sun Don’t Shine (Factory 25)

Miglior attore
Chiwetel Ejiofor in 12 Years a Slave (Fox Searchlight Pictures)
Oscar Isaac in Inside Llewyn Davis (CBS Films)
Matthew McConaughey in Dallas Buyers Club (Focus Features)
Robert Redford in All Is Lost (Lionsgate and Roadside Attractions)
Isaiah Washington in Blue Caprice (Sundance Selects)

Miglior attrice
Cate Blanchett in Blue Jasmine (Sony Pictures Classics)
Scarlett Johansson in Don Jon (Relativity Media)
Brie Larson in Short Term 12 (Cinedigm)
Amy Seimetz in Upstream Color (erbp)
Shailene Woodley in The Spectacular Now (A24)

Miglior attore/attrice rivelazione
Dane DeHaan in Giovani Ribelli – Kill Your Darlings (Sony Pictures Classics)
Kathryn Hahn in Afternoon Delight (The Film Arcade and Cinedigm)
Michael B. Jordan in Fruitvale Station (The Weinstein Company)
Lupita Nyong’o in 12 Years a Slave (Fox Searchlight Pictures)
Robin Weigert in Concussion (RADiUS-TWC)

Una commissione di 5 critici (Scott Foundas, Variety; Eric Kohn, Indiewire; Christy Lemire, ChristyLemire.com; Andrew O’Hehir, Salon.com; Dana Stevens, Slate) ha scelto i 5 film nominati a miglior film e i i 5 registi “rivelazione”. Altri cinque personalità del mondo della critica cinematografica e teatrale hanno scelto gli attori nominati (Justin Chang, Variety; Noah Cowan, TIFF Bell Lightbox; Lisa Kennedy, Denver Post Film; David Rooney, The Hollywood Reporter; Leah Rozen, freelance). Sempre 5 personalità del mondo dei festival e della critica hanno scelto i documentari (Charlotte Cook, Hot Docs Canadian International Documentary Festival; Ben Fowlie, Camden International Film Festival; Cynthia Fuchs, PopMatters; Mike Maggiore, Film Forum; Sky Sitney, AFI Docs).

Ultime notizie su Oscar

Tutto su Oscar →