• Film

Stasera in tv – I guardiani del destino con Matt Damon su Italia 1

Italia 1 quest’oggi propone in prima serata I guardiani del destino (The Adjustment Bureau), dramma romance a sfondo fantascientifico del 2011 scritto e diretto da George Nolfi (The Bourne Ultimatum), basato su un racconto di Philip K. Dick (“Squadra riparazioni”) e interpretato da Matt Damon (Elysium) ed Emily Blunt (Looper).

 

Cast e personaggi

Matt Damon: David Norris
Emily Blunt: Elise Sellas
Anthony Mackie: Harry Mitchell
John Slattery: Richardson
Terence Stamp: Thompson
Michael Kelly: Charlie Traynor
Anthony Ruivivar: McCrady

La trama

Abbiamo veramente il controllo sulle nostre esistenze, o le decisioni che crediamo di prendere sono state in realtà già stabilite per noi da altri? Siamo noi gli artefici del nostro destino o a manipolarso sono delle forze nascoste? Vicino ad ottenere un seggio al Senato degli Stati Uniti, il carismatico David Norris (Matt Damon) incontra la splendida ballerina Elise Sellas (Emily Blunt),una donna diversa da tutte quelle che conosciute fino ad allora. Ma proprio mentre si accorge che se ne sta innamorando perdutamente, degli estranei cospirano perchè i due non stiano insieme. David si rende conto che dovrà combattere proprio contro il Fato “in persona”, cioè contro i Guardiani, che farà di tutto per separarlo da Elise allo scopo di impedire loro di vivere insieme. Contro ogni probabilità, dovrà decidere se lasciarla andare ed accettare il suo destino predeterminato…o rischiare il tutto per tutto per sconfiggere il Fato e poter stare con lei.

Il nostro commento

E’ sempre molto intrigante fantasticare su un ipotetico fato designato che guida le nostre azioni, i cui fili sono in mano ad una sorta di demiurgo i cui disegni oscuri ci vedono al centro di un formicaio di anime intente a vivere vite già decise e in cui il libero arbitrio è una mera illusione. I guardiani del destino come peraltro anche il Matrix dei fratelli Wachowski partono da questo presupposto, in questo caso da un racconto dello scrittore di culto Philip K. Dick sviluppato in maniera ancor più complessa e multiforme dal regista George Nolfi che mette in scena un adattamento/ampliamento dell’opera di Dick che miscela dramma, thriller, sci-fi, romance e una intrigante digressione nel fantastico. Fato, casualità, tematiche religiose, dimensioni parallele, Nolfi maneggia con estrema dovizia e invidiabile disinvoltura un suggestivo immaginario a sfondo fantascientifico di notevole spessore, azzecca in pieno il look del film dando ai misteriosi “Osservatori/Riparatori”, che sembrano usciti dritti dritti dal serial tv Fringe di JJ Abrams, un’aria tra il burocrate e il poliziotto, non rivelando mai palesemente chi sia l’entità che tira le loro fila e quelle dei destini dell’intera umanità, ma fornendo di contro il minimo indispensabile di informazioni affinché la fantasia dello spettatore sia stimolata e non pigramente imboccata. I guardiani del destino arriva dopo i tecno-thriller Limitless e Source Code e con questi forma un trittico di ottimo cinema a sfondo fantascientifico particolarmente “accessibile” anche ai meno avvezzi al genere. Nel caso del film di Nolfi c’è anche l’inserimento della tematica amorosa come godibile fil rouge che dona al film una originale prospettiva alternativa arricchendone la declinazione sci-fi ben ancorata a due elementi dal significato universale come lo sono appunto amore e destino. [voto 7]

Curiosità

– Alcune delle scene di ballo di Emily Blunt sono state completate con l’ausilio di una controfigura, la ballerina Acacia Schachte della compagnia di danza Cedar Lake, con il volto dell’attrice aggiunto digitalmente sul corpo della danzatrice.

– Il numero di telefono dato a Matt Damon da Emily Blunt nel film (212) 664-7665 è di proprietà della Universal Studios ed è apparso in altri film distribuiti dallo studio (Certamente forse, Scott Pilgrim vs the World). Se si prova a chiamarlo squillerà a tempo indeterminato.

– Shohreh Aghdashloo (X-Men: Conflitto finale) interpretava Dio nel taglio originale del film. L’attrice in un’intervista al Los Angeles Times ha raccontato di essere stata sostituita dallo studio perché era musulmana e lo studio non era pronto per un musulmano che ritraesse Dio in un film. Le parole dell’attrice: “Oh mio Dio, ho amato quel ruolo come attrice, tutti sappiamo che siamo in balia della sala di montaggio, ma non fino a questo punto, non ha mai avuto nessun sentore dal regista George Nolfi…decise che avrei interpretato Dio. Tutto è andato bene fino a quando ho ricevuto una chiamata dal regista che chiedeva di pranzare con me. era sul punto di piangere. Mi disse ‘la società di distribuzione è convinta che non puoi interpretare questo ruolo’…proprio così, anche se mi chiedono di quale religione sono, non nascondo che sono nata musulmana. Io non mi presento come una donna musulmana, ma credo che la società di distribuzione abbia pensato a questo e che fosse troppo presto affinché ciò accadesse“. La scena in questione venne tagliata in toto e rigirata da zero a diversi mesi dalla fine della riprese.

– David Norris indossa un berretto da baseball con la lettera “F” che sta per Fordham University, dove sono state girate alcune parti dei film.

– I nomi dei tre membri principali dell’Adjustment Bureau sono Thompson, Richardson ed Harry: un gioco sul termine Tom, Dick ed Harry, che è un modo slang per indicare persone anonime (il nostro “Tizio Caio e Sempronio”).

– Oltre alle scene dell’attrice iraniana Shohreh Aghdashloo anche quelle dell’attore sudcoreano Daniel Dae Kim, volto noto delle serie tv Lost e Hawaii Five-0, sono state tagliate dal montaggio finale del film.

– Secondo quanto riporta la domanda per la licenza di matrimonio, la data di nascita di Elise è 11/11/77 e i suoi genitori sono Steven e Claire Sellas.

– Il film è basato sul racconto del 1954 di Philip K. Dick “Squadra riparazioni”. Tra gli altri adattamenti tratti da opere dello scrittore ricordiamo Blade Runner (1982), Atto di forza (1990), Screamers – Urla dallo spazio (1995), Impostor (2002), Minority Report (2002), Paycheck (2003), A Scanner Darkly – Un oscuro scrutare (2006), Next (2007), Total Recall (remake del 2012).

– Il film costato 50 milioni di dollari ne ha incassati worldwide circa 127.

La colonna sonora

– Le musiche originali del film sono di Thomas Newman (007 – Skyfall, Il miglio verde, Le ali della libertà).

– La colonna sonora include anche due brani scritti e interpretati da Richard Ashcroft : “Future’s Bright” (scritta con Thomas Newman) e “Are You Ready?” (scritta con Maurice Gibb) e la hit “Fever” di Sarah Vaughan

1. Fate – Thomas Newman
2. Inflection Points – Thomas Newman
3. Elise – Thomas Newman
4. Four Elections – Thomas Newman
5. Future’s Bright – Richard Ashcroft
6. The Girl on the Bus – Thomas Newman
7. Square-One Reset – Thomas Newman
8. Richardson – Thomas Newman
9. None of Them Are You – Thomas Newman
10. New Leaf – Thomas Newman
11. Pier 17 – Thomas Newman
12. Recalibration – Thomas Newman
13. The Substrate – Thomas Newman
14. Real Kiss – Thomas Newman
15. Fever (Adam Freeland extended remix) – Sarah Vaughan
16. The Illusion of Free Will – Thomas Newman
17. Escher Loop – Thomas Newman
18. The Ripples Must be Endless (End title) – Thomas Newman
19. Are You Ready? – Richard Ashcroft

Se volete ascoltare altri brani della colonna sonora cliccate QUI.

Trailer e video