Chronicle fa suo il primato al box office americano

Chronicle fa suo il primato al box office americano

Un costo limitato, per uno sci-fi balzato subito in testa al box office americano. Chronicle ha infatti vinto la sfida del botteghino a stelle e strisce, incassando 22 milioni di dollari in 72 ore. Costato 'solo' 15 milioni, il film della Fox ha recuperato i costi di produzione in appena 72 ore, con una media per sala di 7,568 dollari. Battuto, ma di un niente, l'autentica sorpresa del weekend, ovvero The Woman in Black. L'effetto 'Harry Potter' ha decisamente funzionato per titolo della CBS, con Daniel Radcliffe immediatamente andato incontro ad un ottimo esordio. 21 i milioni di dollari incassati, per una pellicola costata 13 milioni. -52% e terza piazza per The Grey, arrivato ai 35 milioni di dollari, con Big Miracle 'solo' quarto al suo debutto. 8 milioni e mezzo di dollari per il film della Universal, costato tra i 30 e i 40 milioni, con una media per sala di poco inferiore ai 4000 dollari.

Se sono diventati 20 i milioni di dollari raccolti fino ad oggi da One For the Money, Underworld 4 raggiunge i 55, con Red Tails arrivato ai 41 e Man on a Ledge ai 15, dopo esserne costati ben 42. Un vero disastro per l'action della Summit, massacrato dalla stampa di casa. Entrando in 'casa Oscar', sono diventati 66 i milioni di dollari incassati da Paradiso Amaro, con Molto forte, incredibilmente vicino arrivato ai 26 milioni. Chi non riesce a decollare è The Artist, ancorato ai 20 milioni, con Hugo che arriva ai 62, mentre W.E. di Madonna incassa 45,000 euro in 3 giorni, e con solo 4 copie a disposizione.

Fine settimana decisamente ricco il prossimo, grazie agli arrivi di Viaggio nell'Isola Misteriosa, dell'action thriller Safe House, del drama The Vow e di Star Wars: Episodio 1 in 3D. Chi vincerà la battaglia del box office?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: