Young Adult - Recensione in Anteprima

Young AdultMavis Gary - ghost writer di una fortunata serie, ormai in declino, di romanzi per per ragazzi - torna al paesino dove è cresciuta per rivivere i suoi giorni migliori e per tentare di riconquistare il suo fidanzato dei tempi della scuola (poco sorprendentemente l'ex capitano della squadra di football), ora felicemente sposato e da poco padre di una bambina. Quando il ritorno al passato si fa più difficile di quanto avesse previsto, Mavis instaura un insolito legame con un ex compagno di classe di cui a stento ricordava l'esistenza.

Tutti invecchiano, ma non tutti crescono. E' il caso della bella Mavis, ex reginetta del ballo della scuola oggi alle soglie dei 40 anni con un matrimonio fallito alle spalle ed un'incolmabile voragine di insicurezze e solitudine che tenta - non riuscendoci - di colmare con alcol, sesso occasionale e vita sregolata. Somiglia di più ai teenager protagonisti degli scadenti romanzi che scrive, piuttosto che alle sue coetanee ex compagne di studi. Fuggita dalla provincia subito dopo gli studi inseguendo il sogno di un futuro perfetto nel cuore della grande metropoli, ha visto le proprie speranze infrante dalla vita e dalla realtà...ma non è in grado di accettarlo. Mavis, in fondo, è rimasta l'adolescente viziata e superba che era negli anni '90, strenuamente aggrappata all'immagine ormai sbiadita della sè stessa invidiata e vincente di oltre quindici anni prima.


Young Adult

Squadra che vince non si cambia. Quattro anni dopo il successo di Juno, Jason Reitman torna ad avvalersi del talento di Diablo Cody per portare sullo schermo una commedia decostruzionista amara, malinconica e cinica che fa bene il paio con Fra le Nuvole, riprendendone il tema della crisi (emotiva, in questo caso, anzichè economica) e portando sullo schermo una protagonista che, come il cacciatore di teste interpretato da Clooney, dietro la maschera di professionista di successo, sembra non avere scampo dalla solitudine. L'occhio della telecamera di Reitman è impietoso, smonta pezzo dopo pezzo la sgradevole e psicotica protagonista senza farle sconti, ma non la giudica.

Il personaggio di Mavis (di rara antipatia) conferma Diablo Cody come sceneggiatrice dannatamente brava a creare personaggi femminili complessi, originali, profondi e fragili; e Charlize Theron - casomai fossero ancora necessarie conferme di sorta - come interprete di grandissimo talento.

A fare a gara di bravura con la Theron, troviamo un meravigliosamente nerd Patton Oswalt, reso storpio dai bulli del liceo. Anche lui è solo, ma è riuscito a superare la drammatica esperienza che gli ha improvvisamente cambiato la vita e ad andare avanti. I ruoli si sono ribaltati: la reginetta che all'epoca non si accrogeva nemmeno dell'esistenza dello "sfigato" suo vicino di armadietto, oggi è a lui che si rivolge in cerca di supporto e consigli, fra una sbornia e l'altra. Il perdente, adesso, è l'unico vincente della situazione.

Meno umoristico del geniale Juno e dalla trama tutto sommato abbastanza telefonata, Young Adult resta comunque un prodotto di ottima fattura.

Nelle sale da venerdì 9 marzo. Qui il trailer italiano.

Voto di Simona: 7

Young Adult (Id. - Commedia, Drammatico - USA 2011) Regia di Jason Reitman, con Charlize Theron, Patton Oswalt, Patrick Wilson, J.K. Simmons, Elizabeth Reaser, Emily Meade, Collette Wolfe, Louisa Krause.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: