Box Office Usa: Captain America 2 fa boom – 96 milioni di dollari al debutto – 303 worldwide

Box Office Usa 4/6 aprile – 207 milioni di dollari incassati fuori dagli States da sommare ai 96 casalinghi. Devastante Captain America 2

Boom doveva essere e boom è stato, tra l’altro meritatamente. Travolto da critiche quasi entusiastiche (89% su Rottentomatoes, solo Iron Man ed Avengers meglio di lui), Captain America: il soldato d’Inverno ha immediatamente sbancato il botteghino a stelle e strisce. 96 i milioni di dollari incassati in 3 giorni di programmazione, ovvero 30 in più rispetto al primo capitolo e 10 in più rispetto a Thor 2, con una media per sala di 24,429 dollari. Costato 170 milioni di dollari, il film di Anthony Russo e Joe Russo punta ai 312,433,331 dollari di Iron Man 2, ma sarà dura riuscire nell’impresa. Nell’attesa il totale worldwide è già da spavento, con 303 milioni di dollari in cassa. Crollo scontato ma davvero pesante per Noah. Primo 7 giorni fa, il kolossal biblico di Darren Aronofsky ha lasciato per strada un 61% netto, con appena 17 milioni di dollari rastrellati nelle ultime 72 ore. Preoccupante il totale, ancora fermo ai 72 milioni. Costato 125 milioni, il titolo con Russell Crowe dovrà incassarne almeno 250 per rientrare dei costi. A ‘salvarlo’, è evidente, i mercati esteri (180 worldwide).

Calo importante di un 49% anche per Divergent, arrivato ai 114 milioni e distante anni luce dagli incassi di Twilight (192,769,854 dollari) ed Hunger Games (408,010,692 dollari), mentre God’s Not Dead arriva ai 32 milioni e The Grand Budapest Hotel spicca ulteriormente il volo. Salito a 1,263 copie, il gioiello di Wes Anderson ha incassato altri 6 milioni e mezzo di dollari, con la seconda media per sala e un totale arrivato ai 33.4 milioni di dollari. Potrebbero cadere i 52 milioni de I Tenenbaum, ad oggi maggiore incasso americano del regista, mentre il totale worldwide è già da record, perché mai un film di Anderson aveva incassato tanto (87,722,000 dollari).

Deludenti, molto deludenti Muppets Most Wanted, con 42 milioni in tasca (ne è costati 50), e Mr. Peabody & Sherman, arrivato ai 102 milioni (239 in tutto il mondo), mentre Non-Stop arriva agli 88 milioni (180 worldwide), Need For Speed ai 41 (185 in tutto il mondo) e Sabotage si conferma un clamoroso flop con appena 9 milioni in saccoccia. C’era una volta Arnold Schwarzenegger. Nel frattempo prosegue la scalata monster di Frozen, arrivato ai 1,097,312,000 dollari e diventato il nono incasso di tutti i tempi. Superati i 1,084,439,099 dollari di The Dark Knight Rises, con i 1,108,561,013 dollari di Skyfall prossimo obiettivo. Per finire, da segnalare le 4 copie con 140,000 dollari in tasca per Under the Skin.

Fine settimana a tre il prossimo, grazie alle uscite di Draft Day, dramma sportivo di Ivan Reitman con Kevin Costner mattatore; Oculus, horror Relativity; ed ovviamente Rio 2, cartoon Fox chiamato a far meglio dei 39,225,962 dollari incassati al debutto 3 anni fa.

I Video di Blogo

Sky Cinema: promo con Alessandro Gassmann

Ultime notizie su Film Marvel

Tutto su Film Marvel →