Box Office Usa: 22 Jump Street boom con 60 milioni – sconfitto a sorpresa Dragon Trainer 2

Box Office Usa 13/15 giugno | Debutto da urlo per 22 Jump Street. Battuto Dragon Trainer 2

Il colpo di scena per un fine settimana di metà giugno da urlo. Continua a regalare ricche soddisfazioni l’estate americana, grazie ad una coppia da sballo che ha travolto il box office a stelle e strisce. Ma con sorpresa. Applaudito dalla critica e trainato dal boom del 2012 con il primo strabordante ed esilarante capitolo (138,447,667 dollari incassati solo in America, 36,302,612 di questi all’esordio) 22 Jump Street di Phil Lord e Chris Miller ha superato qualsiasi più rosea previsione della vigilia, portandosi a casa ben 60 milioni di dollari in 72 ore. Un debutto monster per un’action/comedy R-Rated che ha portato Channing Tatum al suo miglior esordio di sempre. Superati i 54 milioni di G.I. Joe del 2009, mentre la coppia Lord/Miller ha fatto bis dopo gli applausi firmati The Lego Movie, 2° incasso Usa dell’anno con 256,103,031 dollari. A questo punto aspettiamoci 23 Jump Street.

Solo secondo, come detto, Dragon Trainer 2. Anche in questo caso critica esaltata e un ottimo primo capitolo da cui partire (43,732,319 al debutto nel 2010), con 50 milioni di dollari incassati nel corso delle ultime 72 ore. Meno di Madagascar 2 (63,106,589 dollari) ma più di Kung Fu Panda 2 (47,656,302 dollari). Ci si attendeva forse un’altra decina di milioni, vedremo se a fine corsa verranno replicati i 217,581,231 dollari del 2010, anche se sarà dura vista l’agguerrita concorrenza. Dopo il clamoroso exploit di 7 giorni fa, crollo scontato per The Fault in Our Stars, calato del 67% e precipitato dalla 1° alla 5° posizione ma arrivato alla folle cifra di 82 milioni di dollari (120 worldwide). Ne è costati 12. Fiumi di champagne in casa Fox. Sono invece diventati 163 i milioni di dollari targati Maleficent (436 worldwide), con Angelina Jolie ormai ad un passo dai 186,336,279 dollari di Mr. e Mrs. Smith, suo miglior risultato di sempre negli States. Male, malissimo e tra i flop dell’estate americana l’ottimo Edge of Tomorrow, costato 180 milioni di dollari ma con appena 57 milioni in tasca (237 in tutto il mondo), mentre X-Men: Giorni di un Futuro Passato abbatte il muro dei 200 milioni casalinghi (206 per la precisione, 3° film del 2014 a riuscirci, 662 worldwide), avvicinandosi sempre più ai 214,949,694 dollari di X-Men 2 e ai quasi irragiungibili 234,362,462 dollari di X-Men 3.

Chiusura di chart con i 191 milioni firmati Godzilla (440 in tutto il mondo, 36 all’esordio in Cina), i 39 del disastroso Un milione di modi per morire, i 143 del sorprendente Cattivi Vicini (223 worldwide) e i 14 di Chef. 5 copie a disposizione e 70.000 dollari in tasca, infine, per The Rover di David Michôd, visto a Cannes poco meno di un mese fa, con The Amazing Spider-Man 2 che agguanta i 700 milioni di dollari worldwide, Captain America 2 i 710, Noah i 352 e Frozen i 1,252,681,000 dollari.

Fine settimana molto più tranquillo il prossimo grazie alle uscite di Think Like a Man Too, nuova comedy all black targata Tim Story, e soprattutto Jersey Boys, musical diretto da Clint Eastwood, finalmente di nuovo in sala 3 anni dopo il deludente J. Edgar. Che Jonah Hill e Channing Tatum possano mantenere lo scettro del box office?

I Video di Cineblog