Sylvester Stallone compie 68 anni: gli auguri di Cineblog in 10 film, video e curiosità

Sylvester Stallone compie 68 anni e Cineblog lo festeggia con una speciale classifica video con film e curiosità.

Sylvester Stallone compie 68 anni, un attore tanto amato dal pubblico quanto snobbato dalla critica capace di guardare negli occhi il successo e, come il suo Rocky Balboa, sfidarlo in un match che lo ha visto innumerevoli volte finire al tappeto, ma ogni volta rialzarsi più grintoso di prima e raggiungere la fine di un altro round, collezionando l’ennesimo successo al botteghino proprio quando tutti lo davano per spacciato.

Rocky e Rambo sono icone degli anni ’80 e personaggi entrati nella storia del cinema, entrambi cuciti a misura su un attore che ha fatto della sua fisicità una caratteristica imprescindibile e critica a parte con i recenti sequel Rocky Balboa e John Rambo, Stallone ha dimostrato che sotto muscoli e determinazione c’erano due personaggi ricchi di umanità, capaci di parlare schietto alla pancia dello spettatore, ma soprattutto di resistere al trascorrere del tempo e delle mode.

A seguire trovate una classifica video con 10 film e tante curiosità su Stallone e non perdete i due contenuti bonus che chiudono l’articolo, un paio di interessanti documentari in italiano che History Channel ha dedicato all’attore.

1. Rocky di John G. Avildsen (1976)

– Nel suo tempo libero ama dipingere e considera il suo eroe personale ‘Leonardo Da Vinci’.

– Il grande regista Frank Capra a proposito del primo Rocky (1976) affermò “Penso che sia il miglior film degli ultimi dieci anni“.

In fondo chi se ne frega se perdo questo incontro, non mi frega niente neanche se mi spacca la testa, perché l’unica cosa che voglio è resistere, nessuno è mai riuscito a resistere con Creed, se io riesco a reggere alla distanza, e se quando suona l’ultimo gong io sono ancora in piedi… se sono ancora in piedi io saprò per la prima volta in vita mia che… che non sono soltanto un bullo di periferia. (Rocky Balboa)

2. I falchi della notte di Bruce Malmuth (1981)

– Complicazioni alla nascita, causate da un forcipe, gli hanno provocato la paralisi del lato inferiore sinistro del viso, problema che gli crea ancora problemi nell’articolare parole.

– A 15 anni i suoi compagni lo hanno votato come quello “con più probabilità di finire sulla sedia elettrica”.

– L’8 marzo 2005 è apparso nella prima copertina della sua rivista mensile “Sly”.

3. Rambo di Ted Kotcheff (1982)

– Aveva 23 anni quando ha ottenuto il suo primo ruolo da protagonista nel softcore porno Stallone Italiano – Porno proibito (1970), film ripubblicato e ribattezzato “The Stallone Italiano” dopo il successo di Rocky (1976). Per quel film Stallone ha ricevuto un compenso di 200$.

– Ha frequentato l’Università di Miami grazie ad una borsa di studi per l’atletica.

Qui giace John Rambo: decorato con la medaglia al valore del Congresso, sopravvissuto a innumerevoli missioni dietro le linee nemiche, ucciso per vagabondaggio in un paese di stronzi. (Trautman)

4. Cobra di George P. Cosmatos (1986)

– Ha rifiutato il ruolo di John McClane in Trappola di cristallo (1988) e la parte andò a Bruce Willis.

– E’ un habituè dei Razzie Awards tra i suoi film inseriti nella “hall of fame” del premio troviamo Nick lo scatenato (1984), Rambo 2 – La vendetta (1985) e Lo specialista (1994)

Cobra: Vedi di calmarti amico. Vuoi parlare… e parliamo, io vado pazzo per la conversazione.
Criminale: Non voglio parlare con te! Fa venire le telecamere o sparo! E guarda che non scherzo.
Cobra: Non posso farlo.
Criminale: Perché!?
Cobra: Non tratto con i maniaci… Li metto al sicuro.
Criminale: Non sono pazzo capisci! Sono un eroe! Hai davanti un vendicatore. Un eroe del nuovo mondo!
Cobra: Tu sei il male… E io sono la cura.

5. Over the Top di Menahem Golan (1987)

– Nel 1988 gli furono offerti 4 milioni dollari per fare lo spot di una birra americana a condizione che si tagliasse i capelli; quando rifiutò gli venne offerto un ulteriore milione, ma Sly rifiutò ancora.

– Insieme con Bruce Willis è un convinto sostenitore del partito repubblicano.

6. Tango & Cash di Andrej Koncalovskij (1989)

– Nel 1986, dopo l’enorme successo di Rambo 2 – La vendetta (1985), Stallone è stato ricevuto alla Casa Bianca dal presidente Ronald Reagan.

– Ha rifiutato il ruolo di protagonista in Tornando a casa (1978), film per il quale Jon Voight ha vinto un Oscar.

Cash: Allora siamo FOLA
Tango: Cosa vuol dire?
Cash: Fottuti Oltre Limiti Accettabili

7. Dredd – La legge sono io di Danny Cannon (1995)

– Nel 1971 fece un’audizione per una piccola parte nel film di Francis Ford Coppola Il Padrino (1972), ma non la ottenne. Decise allora di cimentarsi nella scrittura con la sceneggiatura di Happy Days – La banda dei fiori di pesco (1974) in cui ebbe anche un ruolo.

– Lui e Dolly Parton hanno ricevuto una stella sulla Walk of Fame di Hollywood.

8. Cop Land di James Mangold (1997)

– Stallone per girare Cop Land venne pagato solo 60.000$.

– Sua madre, Jackie Stallone, è una fan di Jackie Chan. Chan e Stallone sono buoni amici.

– E’ un caro amico e fan di Sir Elton John.

9. Rocky Balboa di Sylvester Stallone (2006)

– Rocky (1976) è alla posizione numero 4 nella classifica dei 100 film più suggestivi di tutti i tempi dell‘American Film Institute.

– E ‘un fan della squadra di calcio inglese dell’Everton

Hai permesso al primo fesso che arrivava di farti dire che non eri bravo. Sono cresciute le difficoltà, ti sei messo alla ricerca del colpevole e l’hai trovato in un’ombra… Ora ti dirò una cosa scontata: guarda che il mondo non è tutto rose e fiori, è davvero un postaccio misero e sporco e per quanto forte tu possa essere, se glielo permetti ti mette in ginocchio e ti lascia senza niente per sempre. Né io, né tu, nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l’importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti… così sei un vincente! (Rocky)

10. I Mercenari di Sylvester Stallone (2010)

– Gli è stato offerto un ruolo in “A prova di morte”, la parte diretta da Quentin Tarantino del film Grindhouse (2007), ma ha rifiutato il ruolo è andato a Kurt Russell.

– Era la seconda scelta di Joel Schumacher per interpretare Mr. Freeze in Batman & Robin (1997).

Lee Christmas: Io mi faccio i 4 a sinistra.
Barney Ross: Fatti i 2 a destra e lascia stare gli altri.
Lee Christmas: Non sei più così veloce.
Barney Ross: Io sono più veloce della luce.
Lee Christmas: Se lo dici tu…
Barney Ross: I proiettili sono più veloci dei coltelli.

Bonus video 1 – Documentario History Channel su Sylvester Stallone (italiano)

– Ha Rifiutato il ruolo di Christopher Reeve in Superman (1978), il ruolo di Eddie Murphy in Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills (1984), il ruolo di Harrison Ford in Witness – Il testimone (1985), il ruolo di Bruce Willis in Pulp Fiction (1994), il ruolo di John Travolta in Face / Off – Due Facce di un assassino (1997) e il ruolo di Samuel L. Jackson in Regole d’onore (2000).

– È stato ispirato ad adottare come stile di vita il bodybuilding quando era al liceo, dopo aver visto il film di Steve Reeves Ercole e la regina di Lidia (1959).

Bonus video 2 – Documentario History Channel “Rocky: La storia vera”

– È stato considerato per il ruolo di “Joey Zasa” in Il Padrino – Parte III (1990).

– Ha rifiutato il ruolo di Dudley Moore in Arturo (1981), quello di Keith Carradine in Pretty Baby (1978) e quelli di Richard Gere in American Gigolo (1980), Ufficiale e gentiluomo (1982) e Pretty Woman (1990).

Sylvester Stallone compie 68 anni gli auguri di Cineblog in 10 film, video e curiosità