• Film

Brave – Ribelle conquista il box office Usa

Wekeend d’esordio e primato conquistato per Brave – Ribelle, ennesimo gioiello Pixar riuscito a far suo il box office americano…

Pixar = sicurezza. Almeno al box office. Il tredicesimo lungometraggio made in Pixar ha infatti nuovamente conquistato il botteghino americano. Brave – Ribelle, costato 185 milioni di dollari, ne ha incassati 66,739,000 al suo esordio. Meglio di Cars e Cars 2, meglio di Wall-E, di Ratatouille e Monsters & Co. Meglio anche di Madagascar 3 della rivale Dreamworks, fermatosi meno di un mese fa ai 60 milioni. A ‘battere’ l’eroina dai capelli rossi solo Up (68 milioni), Nemo (70 milioni), gli Incredibili (70), e l’inarrivabile Toy Story 3 (110). 16,028 dollari la media per sala, per un cartoon che dovrebbe ‘facilmente’ abbattere il muro dei 200 milioni di dollari casalinghi. Primato ‘animato’, e secondo posto sempre animato. Dietro Brave, infatti, troviamo proprio Madagascar 3, in seconda posizione dopo due settimane passate davanti a tutti. -40% sugli incassi per il sequel Dreamworks e circa 158 milioni di dollari incassati fino ad oggi, che diventano 365,973,722 worldwide. Era dai tempi di Shrek 4 (maggio 2010), che il primato del box office Usa non rimaneva animato per 3 settimane consecutive. Terza posizione e debutto tutt’altro che esaltante per La Leggenda del Cacciatore di Vampiri 3D. Costato 70 milioni di dollari, l’horror di Timur Bekmambetov si è fermato a quota 16 milioni e mezzo, con una media per sala di 5,309 dollari. Un passo indietro evidente per il regista russo, dopo i 50 milioni di dollari raccolti al debutto con Wanted.

Fuori dal podio c’è invece finito Prometheus di Ridley Scott, arrivato ai 108 milioni di dollari casalinghi (239 worldwide), dopo esserne costati 130, con Rock of Ages già quinto e tutt’altro che esaltante. Solo 29 i milioni di dollari incassati fino ad oggi dal musical di Adam Shankman, seguito da That’s My Boy, arrivato ai 28 milioni di dollari, e Biancaneve e il Cacciatore, vicino alla coda della chart con 138 milioni di dollari in cassa (261 in tutto il mondo). Per finire, chi è arrivato davvero ad un passo dai 600 milioni di dollari è The Avengers (598 per la precisione, 1,436,187,781 worldwide), con Men in Black 3 a quota 163 (554 worldwide) e il debuttante Seeking a Friend for the End of the World solo decimo, con 3 milioni e mezzo di dollari raccolti in 72 ore. A quota 12 milioni di dollari troviamo Moonrise Kingdom (16 milioni il budget), con To Rome with Love di Woody Allen buono all’esordio. Solo 5 le copie a disposizione, con 379,371 dollari raccolti e una media per sala pari a 75,874 dollari. Dopo aver incassato l’incredibile cifra di 348,753,277 dollari in tutto il mondo, Quasi Amici conferma invece il mancato sfondamento negli Usa, con ‘solo’ 2 milioni di dollari incassati fino ad oggi.

Fine settimana ricchissimo il prossimo, grazie alle uscite di Magic Mike, Ted, il dramma People Like Us e l’immancabile ritorno di Tyler Perry con Madea’s Witness Protection. Aspettando The Amazing Spider-Man, chi riuscirà a spodestare Brave?