Guardiani della galassia: anticipazioni e curiosità sul cinecomic Marvel

Guardiani della galassia ha trionfato al box office americano e in attesa dell’uscita nei cinema italiani Cineblog vi propone uno speciale con anticipazioni e curiosità sul nuovo cinecomic Marvel.

Nel momento in cui scriviamo il cinecomic Guardiani della galassia ha incassato worldwide circa 319 milioni di dollari a fronte di un budget investito di 170 milioni. Di questo incasso ben 181 milioni arrivano dal botteghino statunitense dimostrando che la Marvel ha centrato ancora il bersaglio dopo il debutto degli Avengers che si apprestano dal canto loro a bissare con in sequel Age of Ultron.

A dirigere il film il regista James Gunn che cresciuto in casa Troma vanta nel curriculum l’horror fantascientifico Slither e lo strepitoso Super, una sorta di versione folle e anarcoide del celebre Kick-Ass con un paio di improbabili supereroi “fatti in casa”.

Il team dei Guardiani della galassia è interpretato da Chris Pratt (Star-Lord), Zoe Saldana (Gamora), Dave Bautista (Drax il distruttore), Vin Diesel (Groot) e Bradley Cooper (Rocket Racoon), con l’aggiunta di uno strepitoso cast di supporto che include Lee Pace (Ronan l’accusatore), Karen Gillan (Nebula), Michael Rooker (Yondu), Djimon Hounsou (Korath), John C. Reilly (Rhomann Dey), Glenn Close (Nova Prime Irani Rael), Benicio del Toro (Taneleer Tivan alias Il Collezionista) e Josh Brolin nei panni di Thanos.

Dopo avervi proposto uno speciale sulle sorprese che troveremo nel museo del Collezionista, a seguire trovate curiosità e anticipazioni sul nuovo cinecomic Marvel che naturalmente ricordiamo includono potenziali spoiler.

Il make-up

– La parte di make-up non realizzata in CG ha richiesto un notevole sforzo, ad esempio per il trucco di Drax il Distruttore ci è voluto un team di 5 truccatori e quasi quattro ore per applicarlo e toglierlo a fine giornata.

– Per Nebula ci sono volute più di quattro ore per l’applicazione del make-up.

– Alla fine delle riprese Dave Bautista ha trascorso un totale di 49 giorni in sala trucco e 7 di quei giorni sono stati spesi in toto per ottenere il suo trucco.

Effetti pratici

Guardiani della galassia anticipazioni e curiosità sul cinecomic Marvel (2)

– Anche se il film si svolge dal lato opposto della galassia si è puntato a creare un mondo realistico e tangibile.

– Durante le riprese, la produzione ha costruito una replica di una delle pistole di Rocket, così che gli animatori potessero vedere le ombre sul set e gli attori reagire a qualcosa di pratico nella scena.

– La Pistola di Peter Quill ha un sacco di parti mobili e luci in movimento in modo che davanti alla macchina da presa potesse disporre di effetti incorporati che evitassero l’uso di CG.

James Gunn

Guardiani della galassia anticipazioni e curiosità sul cinecomic Marvel (4)

– James Gunn ha voluto che Guardiani della Galassia fosse grintoso, ma anche colorato e luminoso e non assomigliasse ad altri film di fantascienza degli ultimi anni.

– C’è una sequenza di lotta nel film che coinvolge due personaggi che si erano allenati per oltre due mesi e diversi giorni prima che fossero pronti a girare, ma James Gunn li ha informati che la loro performance non funzionava e hanno dovuto cambiare coreografia. Quando finalmente hanno girato la scena l’hanno ripetuta 22 volte ed è stato l’ultimo ciak quello che il regista ha ritenuto buono. L’intero combattimento è stato girato in una sola ripresa.

– Joss Whedon (The Avengers) ha suggerito a James Gunn di aggiungere più della sua personalità alla sceneggiatura e la notte che ha avuto quel consiglio Gunn ha scritto una scena di sette pagine che è finita nel film.

– Gunn paragona i Guardiani ad una canzone dei Nirvana dicendo che parte lenta e tranquilla e poi si scatena all’improvviso.

– Gunn ha rivelato che stavano per usare gli alieni Badoon, ma poi hanno saputo che era la 20th Century Fox ad avere i diritti sui personaggi.

– Nel film ci saranno alcuni retroscena che riguarderanno il passato di Rocket, ma non si parlerà della razza aliena dei Kree.

– Gunn dice che la cosa più importante è il rapporto tra i personaggi e che si scoprirà che non sono arroganti ed egoisti come sembrano all’inizio del film.

– Gunn definisce il Collezionista (Benicio del Toro) il personaggio più singolare e unico del film e rappresenta un importante personaggio di supporto.

I mondi

Guardiani della galassia anticipazioni e curiosità sul cinecomic Marvel (6)

– Il film si svolgerà in cinque luoghi diversi (i pianeti Morag e Xander, la regione spaziale nota come Ovunque, la Terra e la prigione Kyln).

– Xander è un mondo grande e luminoso dove incontriamo Groot e Rocket per la prima volta. E’ anche il pianeta in cui alcuni del team vengono arrestati.

– Xander è una Terra quasi futuristica situata sull’altro lato della galassia. E’ il pinaeta dove la gente viaggia per trovare un luogo sicuro e su quel lato della galassia è posizionato al centro dell’universo.

– Kyln è dove incontriamo Drax per la prima volta. E’ il nome della prigione dove il team si forma.

– Morag è un pianeta che vedremo nel film, ma solo come un ologramma.

40 cose da sapere

Guardiani della galassia anticipazioni e curiosità sul cinecomic Marvel (3)

– Alcune delle cose che il Collezionista ha nella sua collezione saranno “sicuramente” coinvolte nei futuri film Marvel. La sua collezione si presenta come delle teche piene di mostri e creature.

– Il film si svolge su almeno 5 pianeti e dispone di centinaia di differenti razze aliene.

– La scena della battaglia finale dispone della più grande area mai coinvolta in un film Marvel.

– Gunn ha girato la  sequenza del carcere con 300 persone e tutti gli abiti sono stati creati da zero.

– Il film è stato girato in widescreen anamorfico.

– A causa della notevole altezza di Groot e delle piccole dimensioni di Rocket il regista ha avuto dei problemi a far stare tutti e due nella stessa inquadratura.

– Gunn ha girato una scena nella prigione che è risultata essere la più lunga mai girata nella sua carriera.

– Il film inizia con Peter Quill sulla Terra e mostra come viene prelevato.

– La Dark Aster è l’astronave di Ronan l’accusatore. La nave lunga quasi 4 km è coinvolta in grandi scene d’azione.

– I Necrocraft sono migliaia di navi più piccole che circondano la Dark Aster.

– In uno dei concept art creati per il film ce n’è uno in cui si vede Ronan inchinarsi di fronte a Thanos.

– Il veicolo warbird di Rocket appare nel film.

– Il costume di Peter Quill ha un sacco di tecnologia al suo interno. Il suo vestito non è solo abbigliamento, è abbigliamento funzionale fornito di una serie di gadget. Il look ricorda anche un po’ un cowboy dello spazio, con un’aria rilassata e l’atteggiamento tipico dell’antieroe.

– Drax nel film indossa solo i suoi pantaloni ed è anche armato di coltello.

Sakaaran è il nome dei soldati che accompagnano Ronan. Indossano maschere e raramente si arriva a vedere i loro volti (sono sfigurati sotto i loro caschi in quanto mancano di naso e bocca). Le loro armature, i caschi e persino le loro navi sono tutte di materiale organico.

– Gamora è l’ultima della sua razza dopo che il suo pianeta è stato distrutto.

– La Nova Corps è gestita da Glenn Close (Comandante Nova Prime Irani Rael) che è la donna più potente della galassia, John C. Reilly (Rhomann Dey) lavora per lei.

– Nella scena del carcere potrebbe apparire un alieno Kree.

– Rocket costruisce una grande arma che Peter Quill utilizza nel 3° atto del film. E’ come una bomba atomica che però lavora su una piccola zona limitata. Il suo nome è Hadronic Forcer. La bomba è abbastanza piccola da poter essere conservata in uno zaino.

– La produzione ha costruito un enorme tavolo da gioco lungo 21 metri di lunghezza e che appare in una sola scena. E’ come una pista in miniatura per la corsa dei cani con la roulette. In questa versione di gioco d’azzardo si scommette su animali e il tavolo dispone di effetti di vapore e fiamme.

– Stampanti 3D sono state usate per aiutare a creare alcune armi come la pistola di Rocket.

– Chris Pratt stava lavorando su Parks and Recreation durante le riprese di Guardiani. NBC e Marvel hanno stretto un accordo per fargli fare il film lasciando l’attore fuori da alcuni episodi della serie tv.

– L’unica cosa che Star-Lord possiede della sua infanzia sulla Terra è il suo walkman e la musica.

– Il produttore Kevin Feige ha descritto Star-Lord come “Han Solo incontra Marty McFly“. Peter Quill lascia la Terra quando aveva 8 o 9 anni.

– Sean Gunn (fratello del regista James Gunn) ha interpretato Rocket sul set.

– Groot doppiato da Vin Diesel durante il film dice solo “Io sono Groot“.

– Mentre alcuni film dispongono di molta improvvisazione, il cast ha detto durante le interviste che per Guardiani non c’era molta improvvisazione.

– James Gunn ha detto che Chris Pratt non è un lettore di fumetti.

– Pratt ha rivelato che dall’inizio dello sviluppo alla fine delle riprese è stato cambiato circa il 10-15% della sceneggiatura.

– Zoe Saldana ha detto che voleva che il suo personaggio fosse abbastanza carina, che è qualcosa di cui normalmente non si preoccupa quando interpreta un ruolo.

– Ci sono voluti quasi 10 test davanti alla macchina da presa per trovare il colore giusto per Gamora.

– Zoe Saldana non ha letto i fumetti per essere pronta per il ruolo, come non ha guardato Star Trek quando la scelsero per il ruolo di Uhura, in questo modo ha potuto rendere suo il personaggio.

– Saldana ha definito il film una commedia dark e ha detto “noi siamo i Rolling Stones dell’universo Marvel“.

– La motivazione di Drax nel film è quello di vendicare la morte di sua moglie e di sua figlia.

– Vedremo Drax in quattro grandi scene di combattimento.

– Un sacco di comicità nel film ha a che fare con Drax.

– Karen Gillan ha una scena “epica” in cui lotta con Zoe Saldana, scena per cui si è addestrata per 2 mesi.

– Nebula (Karen Gillan) è la figlia di Thanos. Il suo personaggio è impegnato in una missione sacra per sbarazzarsi dei personaggi deboli dell’universo.

– La Gillan ha detto che ha letto Il guanto dell’infinito prima di avere il ruolo.

– Groot può crescere e usare le sue membra e nel film è molto potente.

– Rocket e Groot hanno un retroscena prima che il film prenda il via in cui Rocket tratta Groot come uno schiavo.

Gli effetti speciali

Guardiani della galassia anticipazioni e curiosità sul cinecomic Marvel (5)

– Gli effetti visivi del film sono stati curati da Framestore (che ha creato Rocket); Moving Picture Company; Luma Pictures; Method Studios; Lola VFX; Cantina Creative; Sony Pictures Imageworks; CoSA VFX; Secret Lab; Rise Visual Effects Studios; Technicolor VFX E Industrial Light & Magic.

–  Si sono presi più di 80 calchi del cast.

– Il team degli effetti speciali era composto da 115 artisti.

– Il numero massimo di truccatori sul set in unico giorno è stato di 56.

– Sono stati creati 120 set per Drax, ognuno composta da 18 pezzi per il corpo e il viso.

– Sono stati preparati oltre 2.000 stampi di alieni umanoidi. Tutti i pezzi sono stati pre-colorati (giallo, blu o rosa).

– A fine riprese si sono realizzate un totale approssimativo di 1250 applicazioni di make-up protesico.

– Ci vuole una persona e due giorni per fare un set per Nebula che si compone di sette pezzi.

– Nebula doveva avere la testa rasata con un rasoio BiC ogni volta che lei arrivava sul set.

Fonte | Collider

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Marvel

Tutto su Film Marvel →