• Film

Non aprite quella porta: in un poster l’evoluzione del look di Leatherface

Non aprite quella porta – in un poster l’evoluzione dell’iconico serial-killer Leatherface.

Leatherface è senza dubbio uno dei serial-killer cinematografici più conosciuti e con Michael Myers e Jason Voorhees condivide una particolare passione per l’omicidio brutale, con una terrificante  peculiarità che lo mette in efferatezza una spanna sopra i suoi due eminenti “colleghi”, ci riferiamo naturalmente al cannibalismo, un’abitudine alimentare tramandatagli dalla sua bislacca famiglia nota per i suoi raccapriccianti banchetti a base di inconsapevoli viandanti che da invitati a cena si ritrovavano portata principale.

Nel corso degli anni Leatherface ha subito delle piccole variazioni riguardo al suo look che però conserva elementi ricorrenti come il grembiule da macellaio, la maschera fatta con la pelle delle sue vittime e naturalmente l’immancabile motosega per corroboranti corse all’aria aperta all’inseguimento di qualche graziosa e terrorizzata “Final Girl”.

Grazie al sito Halloweencostumes.com possiamo proporvi un’infografica che ci mostra l’evoluzione del look di Leatherface dagli esordi anni ’70 in cui era interpretato da Jeff Burr (Non aprite quella porta) pèassando per gli anni ’80 di Bill Johnson (Non aprite quella porta 2), gli anni ’90 di R.A. Mihailoff (Non aprite quella porta – Parte 3) e Robert Jacks (Non aprite quella porta IV) sino ad arrivare alle più recenti incarnazioni con Andrew Bryniarski (il remake Non aprite quella porta e il prequel Non aprite quella porta: l’inizio) e Dan Yager (Non aprite quella porta 3D).

Per visionare l’infografica nel dettaglio cliccate sul poster.

I Video di Cineblog