A Girl Walks Home Alone at Night - trailer e poster per il film sui vampiri che incrocia David Lynch e Sergio Leone

Vampiri iraniani tra Lynch e Leone con A Girl Walks Home Alone at Night -

Visto al Sundance e più recentemente al Festival Internazionale del Film di Roma, A Girl Walks Home Alone at Night uscirà il 21 novembre prossimo in pochi e selezionati cinema a stelle e strisce. Difficile, se non impossibile, una release anche italiana. Scritto e diretto dall'iraniana Ana Lily Amirpour, il film, presentato nella selezione Mondo Genere nella Capitale, si mostra quest'oggi attraverso il primo fascinoso trailer in bianco e nero.

Accadono cose strane a Bad City, città fantasma iraniana abitata da prostitute, tossici, magnaccia e altri individui poco raccomandabili. In questo posto che puzza di morte, un vampiro solitario si ciba del sangue dei derelitti che affollano di notte i marciapiedi. Quando il non morto incontra una fanciulla solitaria che si sposta in skateboard, inizia una storia d’amore… rosso sangue.

AGWHAN

Questa la curiosa trama di un western urbano vampiresco che rielabora suggestioni degli spaghetti western, dei fumetti, del cinema horror e dalla nouvelle vague. Una fusione di rock iraniano, techno e sonorità in stile Morricone. Bianco e nero, tempi dilatati che omaggiano Sergio Leone e surrealismo degno di David Lynch. Straordinaria la colonna sonora (Federale, Radio Tehran, Bei Ru, Farah, White Lies, Kiosk, Free Electric Band, Dariush), per una pellicola interpretata da Sheila Vand, Arash Marandi, Dominic Rains, Marshall Manesh, Mozhan Marnó, Milad Eghbali, Rome Shandaloo e Reza Sixo Safai. Queste le note di regia di Ana Lily Amirpour:

È come se Sergio Leone e David Lynch avessero avuto una figlia iraniana rockettara cui Nosferatu ha fatto da babysitter. Volevo fare un film iraniano, ma non sapevo come fare. Poiché, ovviamente, non potevo girare in Iran, la soluzione è diventata la trovata principale di tutto il film: ho scovato una città petrolifera abbandonata nel deserto della California che è diventata l’immaginaria città fantasma iraniana di Bad City. I personaggi sono ispirati alle mie icone pop preferite: James Dean, Sophia Loren, Ninja dei Die Antwoord e i vampiri con i loro poteri sovrannaturali. Volevo creare l’impressione di un tempo eterno e rafforzare l’impronta mitica e surreale della storia. Per questo ho girato in bianco e nero anamorfico. Grazie a questo tocco pittorico, il film è diventato una fusione di generi. La musica ha avuto un ruolo importante nella mia vita e non a caso è un elemento essenziale di questo film. La colonna sonora è stata pensata per il film già in fase di scrittura. Il potere della musica è talmente forte che ha fatto da guida nella realizzazione di A Girl Walks Home Alone at Night

arton9918

Fonte: Slash

  • shares
  • Mail