Mad Max: The Wasteland, George Miller svela il titolo del sequel

George Miller pronto a tornare sul set con Mad Max: The Wasteland

[quote layout=”big”]”Salve Twitter! Grazie per le belle parole che avete scritto e detto sul film. Ci siamo divertiti molto a farlo… e ci sarà ancora Max più avanti”.[/quote]

Con queste parole George Miller, domenica notte, ha salutato il primo weekend di programmazione del suo meraviglioso Mad Max: Fury Road, andato incontro a recensioni entusiastiche in tutto il mondo. Costato 150 milioni di dollari e pensato come 1° capitolo di una nuova trilogia, il film dovrà incassarne almeno 350/400 per giustificare un sequel. Per ora è arrivato ai 109,440,000 in 4 giorni di programmazione. Non male. Ecco perché il regista premio Oscar per Happy Feet si è sbilanciato su Twitter, parlando di altri Max in futuro, per poi andare oltre durante un Q & A Podcast con Jeff Goldsmith.

Il 70enne Miller ha infatti annunciato il titolo di Mad Max 5, ovvero Mad Max: The Wasteland. Sceneggiatura già pronta, a causa degli infiniti ritardi produttivi a cui è andato incontro Fury Road, trascinatosi addirittura per 3 anni. Se The Wasteland diverrà realtà, come detto, dipenderà dai risultati al botteghino. Confermatissimo Tom Hardy, che ha firmato un contratto per più capitoli, potrebbe non tornare sul set Charlize Theron, che si è già detta ‘esausta’ dall’esperienza vissuta, tanto da non volerla più ripetere. Queste le sue parole ad Esquire:

[quote layout=”big”]
‘Ci sono stati dei momenti, durante le riprese, in cui mi chiedevo “George! Ma cosa stiamo facendo?!”. Dovevamo arrivare sul set senza sapere che scena avremmo girato, non avevamo neanche la lista dei partecipanti, ti guardavi intorno e dicevi: “ma che ca**o sta succedendo?”. C’è una parte di me che urla ‘no, non potrà mai farlo di nuovo’. Alla fine della giornata, però, guardavamo George ed esclamavamo: “Ok. È stato fantastico”. “Ma quello che per me era importante è che le donne ci fossero in questo mondo fatto di sopravvissuti. Sono molto felice di aver preso parte a tutto questo in quanto ragazza con le tette’.[/quote]

Se non è un ‘basta Mad Max’ poco ci manca. Certo è che senza Furiosa il sequel di Fury Road perderebbe tanto. Per non dire troppo. L’opera potrebbe invece essere più ‘max-centrica’, svelando quell’atroce passato che nel reboot il regista ha semplicemente ‘seminato’ tra un inseguimento e l’altro. Mistero sui tempi, infine, che nel caso di Fury Road sono stati biblici. La Warner sarà disposta ad aspettare altri 3/4 anni prima di vedere in sala Mad Max: The Wasteland?

Fonte: Collider

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Mad Max

Tutto su Mad Max →