The Foreigner, Martin Campbell dirige Jackie Chan

Jackie Chan star indiscussa dell'action The Foreigner, ritorno dietro la macchina da presa di Martin Campbell

chinaman.jpg


Martin Campbell, regista di Casino Royale, Edge of Darkness e Lanterna Verde, è in trattative per dirigere Jackie Chan nell'adattamento cinematografico di 'The Chinaman', romanzo di Stephen Leather pronto a sbarcare in sala con il titolo The Foreigner. Parola di Deadline. Via alle riprese in autunno, con David Marconi e Peter Buchman autori dello script e Wayne Godfrey in cabina produttiva.

Silenzioso e letale, Nguyen Ngoc Minh è il protagonista di questo romanzo tutto action. In Vietnam aveva ucciso per gli americani, venne imprigionato e torturato dopo la vittoria dei comunisti ma riuscì a scappare con moglie e figlia ad Hong Kong, ma solo e soltanto dopo aver guardato con i propri occhi lo stupro e l'uccisione da parte di pirati tailandesi delle sue due figlie maggiori. Ora è il proprietario di un take-away cinese nel sud di Londra, ha dimenticato quella vita passata fatta di sangue e si gode l'unica figlia rimasta, diventata giovane donna e bella. Certo che gli orrori della sua terra siano finalmente alle spalle, l'esistenza di Nguyen Ngoc Minh torna a mutare quando una bomba dell'IRA in un negozio di Knightsbridge gli porta via l'intera sua famiglia, in un orribile vortice di fuoco e vetro. Chiesti alle autorità i nomi dei colpevoli, l'uomo viene rimbalzato d'ufficio in ufficio, capendo automaticamente che dovrà far tutto da solo per ottenere la giusta vendetta.

Jackie Chan contro l'IRA? Esatto, anche se è facile pensare che 22 anni dopo la sua uscita in libreria i terroristi del romanzo possano cambiare, diventando magari IS. Per Martin Campbell, rilanciato alla grande da Bond per poi scivolare malamente con Lanterna Verde, flop stellare del 2011, l'occasione giusta per provare a rialzarsi. Un'altra volta.

Fonte: Comingsoon.net

  • shares
  • Mail