Terry Gilliam risponde al suo necrologio pubblicato per errore da Variety

Variety posta erroneamente un necrologio di Terry Gilliam e il regista risponde in maniera esilarante.

terry-gilliam-risponde-al-suo-necrologio-pubblicato-per-sbaglio-da-variety.jpg

Ieri il sito Variety.com ha pubblicato per errore un necrologio per il regista e membro dei Monty Python Terry Gilliam. L'articolo è stato prontamente rimosso di lì a breve dal momento che il regista è in realtà vivo e vegeto. Il necrologio era chiaramente un articolo già pronto preparato dall'autore Dave McNary di Variety e pubblicato accidentalmente, ma il regista che ha seguito tutto l'accaduto in tempo reale ha pubblicato la seguente dichiarazione sulle sue pagine Twitter e Facebook la scorsa notte:

Mi scuso per essere morto in particolare con coloro che hanno già acquistato i biglietti per i prossimi incontri, ma Variety ha annunciato la mia morte. Non credete alla loro smentita e alle loro scuse!"

La dichiarazione del regista sulla sua pagina Facebook ha incluso una foto che mostra il regista sul suo "letto di morte", con una donna in lutto con un cartello che dice: "Ne aveva solo 30! Le pessime recensioni di Variety lo hanno invecchiato!" Dopo l'errata pubblicazione il sito Variety ha postato le seguenti scuse sulla loro pagina di Twitter.

CORREZIONE: Variety ha erroneamente pubblicato un articolo affermando che il regista Terry Gilliam era scomparso. Siamo profondamente dispiaciuti per l'errore.

Terry Gilliam si appresta ad avviare le riprese, ancora una volta, del suo amato e travagliato progetto di lunga data, Don Chisciotte. Lo scorso anno Jack O'Connell ha firmato per il ruolo principale di Toby, uno stanco regista pubblicitario che arriva in Spagna per il suo ultimo lavoro. Al regista viene dato un film studentesco di una zingara, una rielaborazione lirica dell'originale romanzo Don Chisciotte di Miguel de Cervantes y di Saavedra, l'invio di Toby in una missione per trovare il villaggio dove è stato girato questo film lo coinvolgerà lunga la strada in una serie di avventure.

Il regista ha collezionato ben sette tentativi di realizzare questo film, uno di questi risale al 2000, quando il progetto si chiamava The Man Who Killed Don Quixote. Johnny Depp, che due anni prima aveva recitato nel cult del regista Paura e delirio a Las Vegas, era stato annunciato come protagonista nei panni di un pubblicitario di nome Toby Grisoni, che inspiegabilmente viene trasportato indietro nel tempo, dove diventa Sancio Panza il compagno di avventure di Don Chisciotte. Dopo essere stato afflitto da una serie di difficoltà, la produzione è stata chiusa, con le travagliate riprese che sono state raccontate nel documentario del 2003 Lost in La Mancha.

Terry Gilliam ha recentemente diretto The Zero Theorem, film che ha debuttato lo scorso anno con protagonisti Christoph Waltz, Rupert Friend e Gwendoline Christie.

 




 

Fonte: Movieweb / Terry Gilliam

  • shares
  • Mail